Categorie
Non classé

nuovo totalitarismo

Al fine di opporsi a questa nuova forma di totalitarismo, abbiamo bisogno di capire come assomiglia e differisce dai precedenti sistemi totalitari. Le somiglianze sono abbastanza ovvie – la sospensione dei diritti costituzionali, i governi che governano per decreto, la propaganda ufficiale, i rituali di fedeltà pubblica, la messa al bando dell’opposizione politica, la censura, la segregazione sociale, le squadre di sicari che terrorizzano il pubblico, e così via – ma le differenze non sono ovvie.

The Covidian Cult (Part III) – Consent Factory, Inc.

Così, la Epurazione del Great New Normal è iniziata … proprio al momento giusto, proprio secondo i numeri.

Come noi “teorici della cospirazione” abbiamo avvertito che sarebbe successo, più e più volte, negli ultimi 18 mesi, le persone che si rifiutano di convertirsi alla nuova ideologia ufficiale sono state segregate, private del loro lavoro, bandite dalle scuole, negate le cure mediche, e perseguitate in altro modo.

L’incessante propaganda ufficiale che demonizza i “non vaccinati” viene pompata dai media aziendali e statali, dai leader del governo, dai funzionari della sanità e dai fanatici urlanti sui social media. I “non vaccinati” sono i nuovi “Untermenschen” ufficiali, una sottoclasse di “altri” subumani che le masse New Normal sono state condizionate ad odiare.

Si può vedere l’odio negli occhi dei Nuovi Normali

covidian eyes

Ma non è solo un’epurazione dei “non vaccinati“. Chiunque si discosti dall’ideologia ufficiale viene sistematicamente demonizzato e perseguitato. In Germania, Australia e altre nazioni New Normal, protestare contro il New Normal è ufficialmente fuori legge. La Gestapo della Nuova Normalità sta andando in giro per le case delle persone per interrogarle sui loro post anti-Nuova Normalità su Facebook. Le aziende stanno apertamente censurando i contenuti che contraddicono la narrazione ufficiale. Squadre di sicari della Nuova Normalità vagano per le strade, controllando i documenti di “vaccinazione” delle persone.

E non sono solo i governi e le aziende a portare avanti l’epurazione New Normal. Gli amici stanno epurando gli amici. Le mogli stanno epurando i mariti. I padri stanno epurando i figli. I figli stanno epurando i genitori. I Nuovi Normali stanno purgando i vecchi pensieri normali. Le “autorità sanitarie” globali stanno rivedendo le definizioni per renderle conformi alla “scienza” dei Nuovi Normali.

E così via … una nuova “realtà” ufficiale viene prodotta, proprio sotto i nostri occhi. Tutto e tutti quelli che non vi si conformano vengono epurati, spogliati, cancellati dalla memoria, cancellati.

Niente di tutto ciò dovrebbe sorprendere.

Ogni sistema totalitario nascente, a un certo punto della sua presa di controllo della società, lancia un’epurazione di oppositori politici, dissidenti ideologici e altri “devianti antisociali“. Queste purghe possono essere brevi o a tempo indeterminato, e possono assumere qualsiasi numero di forme esteriori, a seconda del tipo di sistema totalitario, ma non si può avere totalitarismo senza di esse.

L’essenza del totalitarismo – indipendentemente dai costumi e dall’ideologia che indossa – è il desiderio di controllare completamente la società, ogni aspetto della società, ogni comportamento e pensiero individuale. Ogni sistema totalitario, che sia un’intera nazione, una piccola setta, o qualsiasi altra forma di corpo sociale, si evolve verso questo obiettivo irraggiungibile … la totale trasformazione ideologica e il controllo di ogni elemento della società, o qualsiasi corpo sociale esso comprenda. Questa ricerca fanatica del controllo totale, dell’assoluta uniformità ideologica e dell’eliminazione di ogni devianza e dissenso, è ciò che rende il totalitarismo totalitarismo.

Così, ogni nuovo sistema totalitario, ad un certo punto della sua evoluzione, ha bisogno di lanciare un’epurazione di coloro che rifiutano di conformarsi alla sua nuova ideologia ufficiale. Ha bisogno di fare questo per due ragioni fondamentali:

  1. per segregare o altrimenti eliminare gli oppositori politici effettivi e i dissidenti che rappresentano una minaccia per il nuovo regime
  2.  e più importante, per stabilire il nuovo territorio ideologico entro il quale le masse devono confinarsi per evitare di essere segregate, o eliminate.

L’epurazione deve essere condotta apertamente, e brutalmente, in modo che le masse capiscano che le regole della società sono cambiate, per sempre, che i loro precedenti diritti e libertà sono spariti, e che d’ora in poi qualsiasi tipo di resistenza o deviazione dall’ideologia ufficiale non sarà tollerata, e sarà punita spietatamente.

L’epurazione è di solito lanciata durante uno “stato di emergenza“, sotto la minaccia imminente di qualche “nemico” ufficiale (ad esempio, “infiltrati comunisti“, “controrivoluzionari“, o … sapete, una “pandemia devastante“), tale che le normali regole della società possono essere sospeseper il bene della sopravvivenza“. Più le masse sono terrorizzate, più saranno disposte a cedere la loro libertà e a seguire gli ordini, non importa quanto folli.

La linfa vitale del totalitarismo è la paura… la paura sia del nemico ufficiale del sistema (che è costantemente alimentato con la propaganda) che del sistema totalitario stesso. Che la brutalità del sistema sia razionalizzata dalla minaccia posta dal nemico ufficiale non lo rende meno brutale o terrificante. Sotto il totalitarismo (di qualsiasi tipo o scala) la paura è una costante e non c’è fuga da essa.

La paura delle masse viene poi incanalata nell’odiol’odio per gli “Untermenschen” ufficiali, che il sistema incoraggia le masse a fare da capro espiatorio. Così, l’epurazione è anche un mezzo per permettere alle masse di purificarsi della loro paura, di trasformarla in odio auto-giustificato e di scatenarlo sugli “Untermenscheninvece che sul sistema totalitario, il che, ovviamente, sarebbe un suicidio.

Ogni sistema totalitario – sia gli individui che lo gestiscono che il sistema, strutturalmente – capisce istintivamente come funziona tutto questo. Il totalitarismo New Normal non fa eccezione.

Basta riflettere su ciò che è successo negli ultimi 18 mesi.

Giorno dopo giorno, mese dopo mese, le masse sono state sottoposte alla più distruttiva campagna di terrore psicologico nella storia del terrore psicologico. Tristemente, molti di loro sono stati ridotti ad invalidi inibiti paranoici, spaventati dall’aria aperta, dal contatto umano, spaventati dai loro stessi figli, spaventati dall’aria, morbosamente ossessionati dalla malattia e dalla morte… e consumati dall’odio per i “non vaccinati“.

Il loro odio, naturalmente, è del tutto irrazionale, il prodotto della paura e della propaganda, come lo è sempre l’odio per gli “Untermenschen“. Non ha assolutamente nulla a che fare con un virus, cosa che anche le autorità della New Normal ammettono. I “non vaccinatinon sono una minaccia per nessuno più di qualsiasi altro essere umano … tranne nella misura in cui minacciano la fede dei New Normal nella loro ideologia delirante.

No, a questo punto siamo ben oltre la razionalità. Stiamo assistendo alla nascita di una nuova forma di totalitarismo. Non “comunismo“. Non il “fascismo“. Totalitarismo globale-capitalista. Totalitarismo pseudo-medico. Totalitarismo patologizzato. Una forma di totalitarismo senza dittatore, senza un’ideologia definibile. Un totalitarismo basato sulla “scienza“, sul “fatto“, sulla “realtà“, che esso stesso crea.

Non so voi, ma finora mi ha fatto una certa impressione. Così tanto che ho per lo più messo da parte il mio tratto satirico per cercare di capirlo … che cosa è in realtà, perché sta accadendo, perché sta accadendo ora, dove sta andando, e come opporsi ad esso, o almeno interromperlo.

Per come la vedo io, i prossimi sei mesi determineranno quanto successo avranno le fasi iniziali del lancio di questo nuovo totalitarismo. Entro aprile del 2022, o mostreremo tutti i nostri “documenti” alla Gestapo della Nuova Normalità per essere in grado di guadagnarci da vivere, frequentare una scuola, cenare in un ristorante, viaggiare e vivere la nostra vita in altro modo, o avremo gettato una chiave inglese nel meccanismo. Non mi aspetto che GloboCap abbandoni il lancio del New Normal a lungo termine – sono chiaramente impegnati a realizzarlo – ma abbiamo il potere di rovinare il loro atto di apertura (che hanno pianificato e provato per un bel po’ di tempo).

Quindi, andiamo avanti e facciamolo, va bene? Prima di essere epurati, o spodestati, o qualsiasi altra cosa. Non sono sicuro, perché non ho ancora visto un “fact-check“, ma credo che ci siano alcuni piloti di linee aeree commerciali negli Stati Uniti che ci stanno mostrando la strada.

Fonte / originale The Great New Normal Purge – Consent Factory, Inc.


audio in testa da RAI-Radio3
… davvero emozionante teso e sofferto questo quartetto per archi di Dmitri Šostakovic n. 8 in do min Op. 110 … una un’interpretazione intensa molto convincente … parlavamo prima di quella dedica alle vittime del fascismo, della guerra, come sempre le dediche di Šostakovic si possono leggere tra le righe, sotto le righe – il figlio Maxim sostiene per esempio che è dedicata alle vittime dei totalitarismi quindi anche dello stalinismo, la figlia Galina intendeva dire che invece era una sorta di pagina di diario intimo e sofferto; … ci sono una serie di auto citazioni … c’è anche un un episodio … che ricorda la prima esecuzione, o meglio l’esecuzione che il quartetto Borodin fece proprio a casa di Šostakovic, al termine della quale i musicisti si aspettavano un commento, persinno una critica, e Šostakovic colpito dalla bellezza degll’interpretazione si mise a piangere tenendosi era testa tra le mani, e loro in silenzio ripresero gli strumenti, li rimisero nella custodia e se ne andarono. … sì anche nell’atto di scrivere questo quartetto, composto in tre giorni all’incirca, lo stesso Šostakovic scrive in una lettera che aveva difficoltà a mantenersi lucido a trattenere le lacrime, quindi questo dimostra quanto effettivamente questo quartetto rispecchia i suoi sentimenti e suoi tormenti, tutto ciò che non era riuscito ad esternare negli anni precedenti …


A Letter to the Future04/20/2020

Lord Sumption warns of ‘totalitarian society’ in latest attack on lockdown policies

Io credo che bisogna rendersi conto che in Italia è stato attuato, approfittando del terrore sanitario, un vero e proprio colpo di stato.
Giorgio Agamben

A me sembra che il controllo capillare e generalizzato che si sta instaurando nelle nostre società post democratiche, anche se può essere ed è certamente usato per degli scopi particolari poco edificanti, nella sua essenza non sia un mezzo ma piuttosto un fine.
Giorgio Agamben

Censura, negazione del diritto di sciopero

Facebook che diventa Meta e il lato oscuro del digitale

The Great Reset, Part VI: Plans of a Technocratic Elite

Democrazia sociale, conflitto e sovranità nazionale

Libertà e uguaglianza: perché non possiamo avere entrembe

I ragazzi di Salò giravano spavaldi e arroganti a caccia dei patrioti partigiani e dei loro sostenitori. La parola d’ordine era terrorizzare la popolazione affinché non appoggiasse i partigiani. Milano era un campo militarizzato a cielo aperto.
@mittdolcino

Perchè stupirsi?Il potere della paura

The Church of State: Taxonomy of a New Religion

Why There is a Civic and Moral Duty to Oppose Tyrannical Bureaucracies

… entrambi sono stati la conseguenza dello sforzo di controllare il masse attraverso lo stesso principio politico ed economico: il collettivismo.
Fascismo, nazismo, comunismo e socialismo sono solo variazioni superficiali dello stesso tema mostruoso: il collettivismo.”
socialismo e fascismo, due facce della stessa medaglia

Il totalitarismo inizia sempre con una formazione di massa all’interno della popolazione.

How Totalitarianism emerges from Mass Formation

The dynamics of political polarization, similari@PNAS

Postcard from Romania – Part II

The Alibi of Tyrants

Intervista a CJ Hopkins: élite contro popoli, che cosa succede

The rise of the New Normal Reich

The “Unvaccinated” Question (Revisited)

New Normal Germany’s Geisterfahrer Geist

L’embargo è la chiave di volta di ogni tirannia. Non è la forza, ma la segretezza e la censura. Quando un governo o una chiesa si impegnano a dire ai loro sudditi: “Questo non lo devi leggere, questo non lo devi sapere“, il risultato finale è la tirannia e l’oppressione, per quanto sante siano le motivazioni. Basta poca forza per controllare un uomo che è stato ingannato in questo modo…
~ Robert A. Heinlein

Aleksandr Dugin: il nuovo totalitarismo

The Five Stages of Totalitarianism

La dittatura in 7 mosse: distruggere libertà lingua storia realtàIonesco, “come rinoceronti

The Road to Fascism: For a Critique of the Global Biosecurity State

Non solo il fascismo (e il dominio militare palese) è il probabile destino di tutte le società comuniste – soprattutto quando le loro popolazioni sono spinte alla rivolta – ma il comunismo è di per sé una variante, la più riuscita, del fascismo. Un fascismo dal volto umano.
— Susan Sontag, 1982

Stop alla guerra e stop al genocidio, recitano gli striscioni sventolati nelle manifestazioni di Roma e qui a Bari.
Per la pace. Contro la guerra.
Chi non lo è? Ma come si può fermare chi è votato al genocidio senza fare la guerra?
— Susan Sontag, 1999

Non tutta la violenza è ugualmente riprovevole; non tutte le guerre sono ugualmente ingiuste. Nessuna risposta energica alla violenza di uno Stato contro popoli che sono nominalmente suoi cittadini? (Che è ciò che la maggior parte delle “guerre” sono oggi, non guerre tra Stati).
I principali casi di violenza di massa nel mondo oggi sono quelli commessi dai governi all’interno dei loro confini legalmente riconosciuti. Possiamo davvero dire che non c’è risposta a questo?
— Susan Sontag, 1999

The Invisible Power Controlling the US Government

Anatomy of a Philanthropath: Dreams of Democide & Dictatorship

We Have Entered The Last Stage of Tyranny’ – Dr. Naomi Wolf

Digital Authoritarianism: AI Surveillance Signals the Death of Privacy

Occult Totalitarianism

The Cult of Globalism: The Great Reset and Its ‘Final Solution’ for ‘Useless People’

Repression, Terror, Fear: The Government Wants to Silence the Opposition

Alastair Crooke: le origini del totalitarismo nascosto nella cultura europea – parte 1, parte 2

La psicologia del totalitarismoCDC – Cool Observation of Mass Hysteria

Filosofo ebreo tedesco Günther Anders, “L’uomo è antiquato”, Antiquiertheit des Menschen 1956
Il totalitarismo morbido. I principi di “cecità verso l’Apocalisse”
Per soffocare in anticipo ogni rivolta, non bisogna essere violenti.
I metodi del genere di Hitler sono superati. Basta creare un condizionamento collettivo così potente che l’idea stessa di rivolta non verrà nemmeno più alla mente degli uomini.
Günther Anders, coltivare l’ignoranza per soffocare una rivolta in anticipo

Silencing the Lambs. How Propaganda Works