Grand Jury – sintesi

GRAND JURY
Presentazione delle prove dei crimini contro l’umanità
LA CITY DI LONDRA
L’élite britannica e la sua agenda per il dominio del mondo
MANIPOLAZIONE PSICOLOGICA
Controllare le menti della popolazione per modificarne il comportamento
ORGANIZZAZIONE MONDIALE DELLA SANITÀ
L’OMS è stata istituita per operare come un unico governo mondiale
CONCLUSIONE
Entità private stanno prendendo il controllo del mondo
RISORSE
Ulteriori informazioni sull’élite criminale

Fonte/originale PDF su StopWorldControl.com/jury


GRAN GIURì
Rivelare il programma per il dominio mondiale

Il Dr. Reiner Fuellmich è un avvocato di fama mondiale con quasi tre decenni di esperienza nel citare in giudizio grandi società fraudolente, come Deutsche Bank, Volkswagen, ecc. Durante la pandemia COVID-19, il dottor Fuellmich ha osservato le pratiche criminali commesse dai media e dai governi di tutto il mondo. Fondò il Comitato Investigativo Corona e iniziò un’indagine approfondita, durante la quale ha intervistato oltre 150 esperti in tutti i campi della scienza. Molti di questi questi esperti sono riconosciuti come leader mondiali nel loro campo di competenza. Insieme ad altri avvocati di tutto il mondo, il dottor Fuellmich ha raccolto prove innegabili del fatto che questa pandemia è una serie di crimini contro l’umanità senza precedenti. Le entità responsabili di questo assalto globale all’umanità sono gli stessi responsabili della prima e della seconda guerra mondiale e di molte altre crisi mondiali.

Il Dr. Fuellmich, dieci avvocati internazionali e un giudice hanno deciso di presentare al pubblico le prove di questi crimini contro l’umanità durante un procedimento del Gran Giurì. Tra i testimoni diretti sono ex membri dei servizi segreti britannici, della Royal Navy del Regno Unito, del Corpo dei Marines degli Stati Uniti, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, delle Nazioni Unite, un ex vicepresidente di Pfizer, un premio Nobel per la medicina e molti altri esperti di alto livello.

Cosè un Gran Giurì?

Nei casi penali più gravi negli Stati Uniti, al Gran Giurì vengono presentate le prove a disposizione per convincerli che queste prove sono sufficienti per incriminare pubblicamente gli imputati.
Noi, popolo del mondo, stiamo adottando questo modello per dimostrare al pubblico, con l’aiuto di testimoni, avvocati, un giudice ed esperti di tutto il mondo, che abbiamo a che fare con crimini contro l’umanità che si estendono in tutto il mondo.

L’accusa è che i governi del mondo sono finiti sotto l’influenza controllante di strutture di potere corrotte e criminali.
Le strutture di potere hanno colluso per mettere in scena una pandemia che stavano pianificando da anni.

A questo scopo, hanno deliberatamente creato il panico di massa attraverso false dichiarazioni di fatto e un’operazione di psicologia sociale, i cui messaggi sono stati veicolati attraverso i media di massa corporativi.
Lo scopo di questo panico di massa era convincere la popolazione ad accettare le cosiddette “vaccinazioni” – che tali non sono – sperimentali. È stato dimostrato che non sono né efficaci né sicure, ma estremamente pericolose e persino letali.

L’indagine serve come modello di procedimento per garantire l’incriminazione di alcune delle figure responsabili penali e civili di questi crimini contro l’umanità. Uno scopo secondario è quello di creare consapevolezza sul collasso di fatto dell’attuale sistema corrotto e delle sue istituzioni e, di conseguenza, la consapevolezza di:

  • la necessità che il popolo stesso riprenda la propria sovranità,
  • la necessità di fermare prima le misure rifiutandosi di rispettarle,
  • e la necessità di avviare nuovi sistemi di assistenza sanitaria, di istruzione, di economia e di giustizia, in modo da ripristinare la democrazia e lo Stato di diritto sulla base delle nostre Costituzioni.
Trascrizione riassuntiva

Lo scopo di questa Sintesi del Gran Giurì è quello di rendere accessibili al maggior numero possibile di persone le informazioni più importanti rivelate dai testimoni esperti. Ci siamo concentrati sui fatti che rivelano ciò che sta realmente accadendo nel nostro mondo, per aiutare il pubblico a comprendere la gravità dell’attuale crisi mondiale. Chi vuole conoscere l’intero spettro di dettagli, può guardare le sessioni video integrali qui:  StopWorldControl.com/jury [e Grand Jury con parti in IT].

Questo documento è la prima parte di cinque sintesi del Gran Giurì. Contiene informazioni cruciali dal secondo giorno, intitolato Lo sfondo storico e geopolitico generale di tutto questo. Questa potrebbe essere la sessione più importante dell’intero procedimento del Gran Giurì, in quanto espone come sia stato creato un piano generale per ottenere il dominio totale del mondo con il pretesto delle emergenze sanitarie. Le dichiarazioni di apertura non sono state incluse, in quanto non sono troppo lunghe e possono essere facilmente visualizzate sul nostro sito web: StopWorldControl.com/jury [e Grand Jury con parti in IT].

Difendere l’Umanità

Incoraggiamo tutti i lettori a distribuire questo riassunto del Gran Giurì all’interno della propria comunità. Le strutture di potere criminali si basano interamente sull’ignoranza della gente. Una volta che il pubblico viene informato, passa da una conformità cieca ad una resistenza intelligente. Pertanto, l’azione più importante che tutti noi possiamo fare è informare gli altri. In particolare, dobbiamo educare tutti coloro che hanno una posizione di influenza nelle nostre comunità. Inviate questa Sintesi del Gran Giurì, in formato digitale o cartaceo, ai direttori scolastici e agli insegnanti, ai direttori degli ospedali e al personale medico, alle forze dell’ordine, agli avvocati e ai giudici, ai pastori, ai sindaci e ai commissari, ai redattori dei media locali e ai giornalisti.

Esistono molti servizi di stampa online a basso costo dove è possibile caricare il PDF e farlo stampare in tutte le copie desiderate.
in tutte le copie che desiderate. Basta cercare su “stampa di libri a basso costo” per iniziare a fare un confronto.
Se molti di noi investissero un po’ di tempo e di risorse per stampare centinaia o addirittura migliaia di copie di questo documento e distribuirlo nelle nostre comunità e nel nostro Paese, potremmo avere un impatto enorme.

Queste informazioni devono raggiungere tutti coloro che ricoprono una posizione di servizio pubblico. Questi membri della nostra società sono inconsapevolmente i tirapiedi dei criminali, in quanto eseguono ciecamente gli ordini che portano alla morte di milioni di persone e al danneggiamento permanente di centinaia di milioni di vite. Quando tutti i nostri funzionari pubblici capiranno cosa sta realmente accadendo, smetteranno di essere il prolungamento delle mani criminali, per non diventare consapevolmente complici.

Se non ci alziamo in piedi e non agiamo ora, potremmo perdere per sempre la possibilità di farlo, dato che il World Economic Forum si sta preparando a installare una governance globale sul flusso di informazioni e su Internet, e cercherà di chiudere per sempre la bocca a tutti coloro che apprezzano la libertà dell’umanità. Se mai c’è stato un momento in cui tutti devono alzarsi e agire, è questo.

l’ditore, David J. Sörensen
StopWorldControl.com


LA CITY DI LONDRA
sintesi preliminare

I testimoni esperti della seconda sessione del Gran Giurì sono un ex ufficiale dei servizi segreti britannici (agenzia partner della National Security Agency statunitense), Alex Thomson, e un giornalista investigativo canadese, Matthew J.L. Ehret. Essi spiegano la lunga storia dell’obiettivo di dominio mondiale da parte dell’élite britannica. L’impero britannico esiste ancora e comprende il Regno Unito, il Canada, l’Australia, la Nuova Zelanda, l’India, 19 Paesi africani e i Caraibi, mentre estende la sua mano praticamente in ogni altra nazione del mondo. Il loro quartier generale si trova nella City di Londra, un’area di un miglio quadrato, che è il centro finanziario del mondo. La City di Londra non è governata dal governo britannico, ma al contrario regna su di esso. La City di Londra ha i propri tribunali e la propria polizia e non è mai stata messa in discussione nella sua sovranità e autogoverno.

L’élite britannica crede di avere il diritto di schiavizzare il resto dell’umanità, che considera il suo “bestiame”. Secondo il loro punto di vista, possiedono la popolazione – corpo, mente e anima. La democrazia è solo un’illusione per mantenere il popolo in pace, mentre la City di Londra comanda e tira le fila.

Questa élite ha fatto diversi tentativi di cosiddetti “Nuovi Ordini Mondiali“, tutti falliti. Sono quasi riusciti a regnare negli Stati Uniti, ma hanno fallito anche in questo caso. Ora usano la pandemia COVID-19 per promuovere il loro obiettivo di dominio mondiale, utilizzando tecniche psicologiche per far sì che la popolazione mondiale obbedisca ciecamente a ogni loro comando, con il pretesto di “tenere tutti al sicuro“.

Il controllo della mente è stato per lungo tempo al centro della loro strategia. Dopo tre rivoluzioni industriali, sta emergendo una quarta rivoluzione industriale che si concentra sul possesso delle menti delle persone.

Lo scopo più profondo dei programmi di vaccinazione è quello di modificare il genoma dell’umanità, creando così una nuova razza transumana che si comporterà secondo i desideri degli oligarchi. Questo è sempre stato il desiderio ultimo dei tiranni in passato, ma solo ora la tecnologia permette di ricreare l’umanità per farne degli schiavi perfetti.

Il nostro mondo è minacciato da una rinascita dell’antico sistema di schiavitù, che è stato tecnologicamente aggiornato per installare un livello completamente nuovo di schiavitù onnicomprensiva sull’intera popolazione mondiale.

Testimonianze di esperti

Alex Thomson, è un ex ufficiale della Signal Intelligence Agency britannica, GCHQ, l’agenzia partner della NSA (National Security Agency – USA).
È stato ufficiale di collegamento con l’ex Unione Sovietica e trascrittore di materiale intercettato. Thomson ha fatto parte del team interdisciplinare del GCHQ per le minacce chimiche, biologiche, radiologiche e nucleari, CBRN. Come ufficiale dei servizi segreti, Alex ha appreso la strategia britannica per il dominio del mondo, spiegando il contesto storico e l’attuale struttura di potere dell’Impero britannico e come la pandemia COVID-19 svolga un ruolo chiave nella loro agenda.

Di seguito è riportata una sintesi delle informazioni più importanti rivelate da Alex Thomson. Per avere tutti i dettagli, guarda la sessione completa qui: StopWorldControl.com/jury [e Grand Jury con parti in IT].

La City di Londra è il cuore finanziario dell’Impero britannico e la potenza dominante nel mondo. Si è preparata per questa situazione all’incirca dal 1870. Il mondo moderno, la monopolizzazione, la cartellizzazione del mondo, inizia in quel periodo. Tutto ciò che facciamo nell’indagare la corruzione che proviene dai monopoli della Corona britannica e dal denaro della City di Londra sembra ricondurre a questo periodo, intorno al 1870, in cui ci furono diverse rivoluzioni da parte dell’élite britannica.
rivoluzioni dell’élite britannica.

Queste rivoluzioni ruotavano tutte intorno al contenimento della produttività e alla prevenzione della crescita dell’intelligenza e della proprietà intellettuale tra le popolazioni native dell’Impero britannico e nelle nazioni concorrenti.

C’è stata una rivoluzione in quello che si potrebbe chiamare spazio mentale, che dal 2010 è un termine esplicito utilizzato dal dipartimento centrale del governo britannico, il Cabinet Office:

  • Una rivoluzione nella qualità dell’istruzione offerta agli studenti britannici e di altri paesi occidentali.
  • Una rivoluzione nel furto di proprietà intellettuale da parte delle élite.
  • Una rivoluzione nel modello di assistenza sanitaria e nel libero accesso ad essa.
  • In patria, una rivoluzione costituzionale rispetto al modello classico della democrazia liberale britannica.

Tutto questo è avvenuto a partire dal 1870 e in Gran Bretagna è stato in gran parte completato nell’anno cruciale 1947-1948, quando la Gran Bretagna aveva una situazione unica di Servizio Sanitario Nazionale e si stava spingendo verso l’unificazione militare del continente europeo e dell’intera NATO.

La Gran Bretagna stava guidando il mondo nel reinventare come gestire la propria popolazione.
Il nodo centrale è la City di Londra, il miglio quadrato nel cuore di quella che oggi si chiama Greater London.

La City di Londra:

  • Ha uno status giuridico distinto dagli altri 32 borghi londinesi.
  • I suoi privilegi sono stati sanciti fin dalla Magna Carta del 1215.
  • Il suo autogoverno non è mai stato messo in discussione.
  • In molti momenti della sua storia, ha avuto potere sulla Corona britannica e quindi su un’ampia fetta della Terra durante l’Impero britannico.

La City di Londra ha il controllo sul Parlamento di Westminster, in particolare attraverso un funzionario della City di Londra noto come Remembrancer, che siede nella Camera dei Comuni, dove nemmeno il monarca può entrare, e registra ciò che viene detto contro gli interessi finanziari.

Il Cabinet Office è un dipartimento istituito all’inizio del XX secolo come depositario delle prerogative della Corona. A partire dal 1870 circa, la rivoluzione costituzionale ha fatto in modo che i finanzieri che controllano i partiti politici siano di fatto i detentori delle prerogative della Corona. Dietro le quinte, il modello di governo britannico è ancora quello di un sancta sanctorum, il Privy Council, che governa effettivamente in nome della Corona.

Il parlamento e i dipartimenti governativi vengono consultati solo per finta.

Possedere le menti dell’umanità

L’accademico di storia della Georgetown University, Carroll Quigley, ex tutor di Bill Clinton, ha scritto nel suo libro Tragedy & Hope: A History of the World in Our Time che ci sono state quattro rivoluzioni industriali. Sì, questo linguaggio familiare del World Economic Forum era già stato scritto da Quigley negli anni Sessanta. La prospettiva che viene assunta qui è quella di chi possiede la popolazione, prima in Gran Bretagna e poi nell’Impero britannico.

  1. Prima rivoluzione: la proprietà della terra, dei mezzi agricoli, fornisce ricchezza.
  2. Seconda rivoluzione: meccanica – industriale
  3. Terza rivoluzione: il capitale finanziario domina il mondo.

È a partire da questo periodo, intorno al 1870, che il poter finanziario della City di Londra si rende conto che anche questa bolla sta per scoppiare.

Il modo più efficiente per possedere il mondo in futuro sarà quello di possedere le menti.
Questa è la quarta rivoluzione industriale.

Sia l’élite britannica sia quella tedesca erano determinate a ottenere il dominio del mondo, sia a livello industriale sia a livello mentale.

Il modello commerciale della City di Londra enfatizzava l’importanza di controllare non più solo la forza militare o i beni fisici, ma le menti delle persone, oggi note come risorse umane.
È per questo che la fantascienza inizia a parlare di proprietà del patrimonio genetico dell’uomo a partire da questo periodo.

La City di Londra e le ricchissime istituzioni britanniche del soft power continuano a considerare questa battaglia per la mente come la loro massima priorità per il dominio del mondo, e considerano la salute come un sottosettore di questa battaglia. L’élite britannica si considera ancora la prima potenza mondiale nello spazio della mente. La strategia insegnata nei collegi, nelle università o nell’addestramento degli ufficiali delle agenzie di intelligence è molto simile al credo delle principali stirpi delle famiglie d’élite che gestiscono la City di Londra. Ed è il modus operandi delle fondazioni anglo-americane esenti da tasse e dei pensatoi [think-tank] come Chatham House, soprattutto, che spingono le agende di questi casati sui governi occidentali.

Focus sul dominio del mondo

Una figura chiave dell’anno 1870 è quella di John Ruskin, apparentemente innocuo perché primo professore di arte a Oxford, ma portatore della dottrina secondo cui l’élite britannica aveva il dovere di esportare la propria visione del mondo nel resto del mondo. Il suo studente chiave, a cui si ispirò, fu Cecil Rhodes, che divenne favolosamente ricco nell’Africa meridionale. Cecil Rhodes scrisse diari segreti e formò società segrete. Nel 1891, dopo 16 anni di pianificazione, fu costituita la sua principale società segreta, di cui fanno parte le borse di studio Rhodes. I membri di Oxford della rete Rhodes erano personaggi come Lord Toynbee e Lord Milner, noti geostrateghi. A Cambridge c’erano il futuro ministro degli esteri, Lord Grey e Lord Esher. A Londra c’era il principale giornalista dell’epoca, W.T. Stead, e gli iniziati e i membri del Comitato esecutivo di Cecil Rhodes erano gli uomini sopra citati, oltre a Lord Rothschild.
Dopo la morte di Rhodes, avvenuta nel 1902, entrarono a far parte dello stesso circolo altre importanti stirpi inglesi che avevano ripetutamente tormentato la storia della City di Londra, come gli Astor. La cerchia più esterna divenne nota come Gruppo della Tavola Rotonda, tuttora operante negli Stati Uniti e in altri sette Paesi, istituito a partire dal 1909. Questo gruppo considerava il successo della Federazione canadese del 1867 come il suo principale caso di studio. Il Canada era effettivamente unificato politicamente.

Per evitare che si diffondano opinioni diverse, diverse democrazie anglofone nel mondo, esse devono invece essere tutte ricondotte al controllo della City di Londra.

Anche questo è molto attuale, perché tra i tanti studiosi di Rodi che dominano la politica mondiale e spingono il mondo verso il globalismo ci sono Bill Clinton e, dal World Economic Forum, la neozelandese professoressa Ngaire Woods, che quest’anno è diventata molto nota per aver detto al WEF che l’élite può fare cose bellissime se si riunisce e se i popoli del mondo accettano semplicemente di essere al comando. Questa visione non è rimasta il vaneggiamento di un inglese particolarmente ricco, ma si è naturalizzata negli Stati Uniti nel cosiddetto Eastern Establishment, la costa orientale, quando gli Stati Uniti sono diventati la potenza dominante del mondo. La testimonianza chiave a questo proposito è quella di Norman Dodd, rilasciata poco prima della sua morte nel 1982 a G. Edward Griffin, facilmente reperibile online come Norman Dodd sulle fondazioni esentasse. Dodd era il principale collaboratore di Reese, il deputato dell’East Tennessee che negli anni ’50, per conto del Congresso, condusse un’indagine sugli effetti di queste fondazioni esentasse negli Stati Uniti.

Queste fondazioni hanno implementato la visione della City di Londra e Cecil Rhodes di dominare il mondo.

Non basta essere di gran lunga la più grande potenza militare ed economica del mondo. Se il vostro spazio mentale è ancora controllato dal presupposto inespresso che tutti i vertici siano pagati fino alla libertà, allora un club di interessi personali continuerà a governare il mondo.

Anche in settori come l’assistenza sanitaria, che la Gran Bretagna ha socializzato per la prima volta nel 1948, le persone pensano erroneamente e spensieratamente che i loro interessi siano tenuti a cuore.

La propaggine della City di Londra a Manhattan, Wall Street, ha finanziato entrambe le parti delle due guerre mondiali. Studiosi seri come Anthony Sutton, che era all’Hoover Institute dell’Università di Stanford in California, hanno scritto interi libri su questo tema, intitolati Wall Street e la rivoluzione bolscevica e Wall Street e l’ascesa di Hitler. Anthony Sutton ha recuperato un’intera serie di documenti. Gli costò la cattedra a Stanford.

Scoprì che sia l’Unione Sovietica che il Terzo Reich erano stati creati per gli interessi della City di Londra e, più in particolare, della sua parte di Wall Street.

Un solo esempio della portata totale dell’intelligence britannica in aree che non è costituzionalmente in grado o autorizzata ad avere, è che l’MI5, già prima della Seconda Guerra Mondiale, controllava chi entrava nell’etere della BBC, chi veniva promosso e chi trasferito. È stato creato dalle linee di sangue per promuovere i loro obiettivi privati.

L’Ufficio di Gabinetto britannico parla apertamente del suo controllo del pensiero del mondo e del pensiero del popolo britannico. Stanno etichettando parti del cervello sotto l’etichetta di MINDSPACE.

mappa mindspaceIl loro documento dice:

Anche se le persone sono d’accordo con l’obiettivo del comportamento, possono avere obiezioni sui mezzi per raggiungerlo. I diversi effetti di MINDSPACE attireranno diversi livelli di controversia. Ci sono diversi fattori che determinano le controversie

L’obiettivo è quindi fare in modo che i cittadini non si rendano pienamente conto che il loro comportamento viene modificato, o almeno come viene modificato.

Chiaramente, questo apre il governo alle accuse di manipolazione. Le persone hanno una forte avversione ad essere ingannate. Questa avversione ha una base psicologica, ma fondamentalmente è un problema di fiducia nel governo. La mancanza di controllo consapevole ha implicazioni anche per il consenso e la libertà di scelta. In primo luogo, crea una maggiore necessità per i cittadini di approvare l’uso del cambiamento di comportamento, forse utilizzando nuove forme di impegno democratico.

In questo modello, la democrazia è il bene più alto che viene venduto, ma le leve per manipolare la democrazia sono nelle mani del cartello.

Reiner Fuellmich: È vero che la City di Londra è la vera centrale elettrica del Regno Unito?

Alex Thomson: Senza alcun dubbio. È una cosa che, se si ha il mio background, si impara in collegio, figuriamoci all’università. E quando si entra nell’amministrazione pubblica, ci sono molte reazioni di disappunto se si suggerisce che il popolo britannico, o qualsiasi altro Paese del Commonwealth, abbia l’autodeterminazione. La City di Londra è convinta di possedere la popolazione, corpo, mente e anima.

Reiner Fuellmich: In definitiva, è il controllo della mente del popolo che la City di Londra voleva veramente, per promuovere il suo obiettivo di dominio mondiale. È corretto?

Alex Thomson: Sì.

Reiner Fuellmich: Quindi, in definitiva, vediamo un’istituzione molto potente – la City di Londra – che fa da ponte con l’Atlantico perché come quinta colonna ha Wall Street. Questi due poteri uniti sono il centro del potere in questo mondo.

Alex Thomson: Ci sono delle lotte. Per molto tempo c’è stata una guerra fredda assolutamente non banale, con rami dell’aristocrazia della City di Londra che erano sia a favore che contro l’Unione Sovietica. Potrei parlare per ore solo di questo. Ma questo è secondario rispetto alla determinazione che in Eurasia ci debbano essere solo un blocco tedesco e un blocco russo, e che entrambi debbano essere controllati e circondati dal potere marittimo britannico o anglo-americano e dal soft power anglo-americano che ne definisce i paradigmi.

Reiner Fuellmich: Un’altra cosa che volevo chiarire è che lei ha detto che sono solo poche famiglie a gestire la City di Londra. Ha citato i nomi di Rothschild, Rhodes e Astor. È vero che sono solo poche famiglie che cercano di dominare il mondo attraverso la City di Londra?

Alex Thomson: Sì. Non ho mai trovato materiale migliore di quello di un duo di scrittori olandese/tedesco-americano. L’olandese è Robin de Ruiter. Il suo coautore tedesco-americano è Fritz Springmeier, della Carolina del Sud. Hanno un libro piuttosto scioccante intitolato Bloodlines of the Illuminati. Ma il loro lavoro è solido.

Essi mostrano costantemente che la City di Londra, Manhattan, il continente europeo sono dominati da un piccolo numero di famiglie.

Spesso il 13 viene indicato come il livello più alto di queste famiglie. Ovviamente, ci sono livelli inferiori. I francesi, ad esempio, hanno spesso parlato di “les 200 familles“, le 200 stirpi, che gestiscono lo Stato profondo. Ma quelli più anziani terrorizzano quelli più giovani, e il livello più alto che si può raggiungere prima di scomparire è quello delle nebulose affermazioni di Satana che governa il mondo, cosa che in ultima analisi credo avvenga.

Ma il livello più alto a cui si può arrivare è un livello in cui le linee di sangue germaniche dell’Europa centrale hanno una tregua scomoda con le linee di sangue delle isole britanniche, la maggior parte delle quali ora ha sede negli Stati Uniti.

Reiner Fuellmich: E uno dei mezzi principali con cui queste poche famiglie stanno cercando di dominare il resto del mondo sembra essere lo spazio mentale, che suona come controllo mentale. Significa attraverso operazioni psicologiche?

Alex Thomson: Molto. Nessuna nazione è entrata nel gioco delle operazioni psicologiche prima della Gran Bretagna. Non appena sono state istituite agenzie di intelligence formali in Gran Bretagna nell’epoca edoardiana, poco prima della Prima Guerra Mondiale, si è trattato di una concentrazione importante. Ma hanno preso in prestito molte delle loro intuizioni da Vienna e dalla Germania, che all’epoca erano leader nello spazio psicologico.

Si tratta di un interesse transnazionale sia per l’area anglosassone che per quella germanica del dominio mondiale dell’epoca, per usare i trucchi dello spazio mentale.

E questi sono stati ampiamente perfezionati quando l’America ha avuto la Germania incontrastata dopo il 1945, utilizzando molte delle menti del Terzo Reich e dei sovietici che erano state portate negli Stati Uniti in modo surrettizio durante l’Operazione Paperclip. Il controllo della mente è considerato, fin dai tempi di Edward Bernays e Freud, il modo più potente per controllare l’azione nel mondo reale.

Chi ha questo potere controlla persone più numerose, più intelligenti e più forti di lui.

Possedere le persone

Reiner Fuellmich: Ho sentito bene che ha usato il termine bestiame? È davvero questa la visione che queste persone hanno del resto del mondo?

Alex Thomson: È esplicitamente l’opinione che, sicuramente negli anni ’90, quando frequentavo un collegio britannico, veniva usata dai nipoti degli anziani della City di Londra. Usavano la parola “bestiame” per descrivere la popolazione britannica. Sono considerati bestiame e non meritano un posto nel mondo se non sotto la direzione dell’élite britannica.

Dexter L-J. Ryneveldt: Quindi, concorda sul fatto che il dominio finanziario è alla base della pandemia di Covid-19?

Alex Thomson: Sì, e lo qualificherei leggermente ricordando che nel riassunto di Carroll Quigley sulla visione del mondo dell’élite anglo-americana, egli sottolinea che la proprietà degli asset finanziari è già superata dagli anni ’60. E sa che i grandi cervelli non sono in grado di gestire le risorse finanziarie. E sa che i grandi cervelli, non necessariamente i buoni cervelli, un secolo prima di lui lo avevano già previsto.

Per loro la vera ricchezza sono le menti e la salute umana e la capacità di modificare e di creare, col tempo, un nuovo modello di essere umano che si comporti come ci si aspetta.

Ana Garner: Lei parla di copyright della mente umana, di copyright anche della genetica. Ritiene che ci sia un legame tra gli attuali cosiddetti vaccini – le iniezioni di Pfizer, Moderna, Janssen, AstraZeneca – e questo obiettivo di copyright degli esseri umani?

Alex Thomson: Ne sono fermamente convinto. Non sono qualificato dal punto di vista medico o biotecnologico per spiegare quanto ci sia di vero in questo, ma ho visto più volte che quando c’è un’illusione e una convinzione pseudo-teologica tra le élite in Gran Bretagna e in America che si possa raggiungere un certo obiettivo mettendo in atto un certo trucco – come l’editing di un gene e l’apposizione di un copyright sul corpo umano – questa è una motivazione sufficiente di per sé per alimentare un serio tentativo di andare in quella direzione.

Il cuore della questione è l’idea che l’editing genetico permetterà di mettere sotto copyright il numero di anime e di corpi dell’umanità colpiti, in modo che non siano più sotto il Creatore.

Testimonianze di esperti

Matthew J.L. Ehret è giornalista, docente e fondatore della Canadian Patriot Review e della Rising Tide Foundation. È autore per Strategic Culture, The Duran, Fort Russ, LA Review of Books – China Channel, ed è stato pubblicato anche su Asia Times, Global Times, Oriental Review, Sott e Zero Hedge. È autore di tre volumi della serie “Untold History of Canada”.

Di seguito è riportato un riassunto delle informazioni più importanti rivelate da Matthew Ehret. Per avere tutti i dettagli, guardate la sessione completa qui: StopWorldControl.com/jury [e Grand Jury con parti in IT].

Mi occuperò innanzitutto della situazione attuale, per far capire qual è la mano britannica negli affari globali di oggi. La prima cosa da fare è un video di circa un minuto e mezzo:

Io, Justin PJ. Trudeau, giuro di essere fedele e di portare vera fedeltà a Sua Maestà la Regina Elisabetta II, Regina del Canada, ai suoi eredi e successori, che Dio mi aiuti.

Io, Justin PJ. Trudeau, giuro solennemente e sinceramente che sarò un vero e fedele servitore di Sua Maestà la Regina Elisabetta II, in qualità di membro del Privy Council di Sua Maestà per il Canada. In tutte le questioni da trattare, discutere e risolvere in seno al Privy Council, dichiarerò fedelmente, onestamente e sinceramente il mio pensiero e la mia opinione. Manterrò segrete tutte le questioni che mi sono state affidate e rivelate in questa veste, o che saranno trattate segretamente in Consiglio. In generale, in tutte le cose farò come un fedele e vero servitore dovrebbe fare per Sua Maestà, che Dio mi aiuti.

Questo confonde alcune persone che l’hanno visto nel 2017. Non è quello che ci si aspetterebbe da un cosiddetto capo di Stato democratico che dichiara il suo giuramento dopo un’elezione. Ma ancora una volta, Trudeau non è realmente il capo di Stato. È un membro del Privy Council, che deve essere tale se si vuole ricoprire una posizione di gabinetto, al governo o all’opposizione.

Il capo di Stato vero e proprio è il Governatore Generale, quel signore anziano che gli sta accanto e che è l’incaricato che emana i poteri e l’autorità della Corona per dare l’assenso reale a qualsiasi legge che diventi legge in Canada.

Ci sono i luogotenenti governatori, una posizione in ogni singola provincia. C’è un ufficio del Privy Council. C’è tutta questa strana struttura bizantina che sovrasta l’aspetto apparentemente pubblico della nostra cosiddetta democrazia in questa monarchia del nord, che è, ancora una volta, molto confusa per molte persone. Che cos’è questa cosa anomala e di che cosa fa parte a livello internazionale? Come è nata? Il Canada, dopo tutto, fa parte del Commonwealth britannico. È stato istituito alla fine degli anni ’30 per preparare la trasformazione dell’immagine esteriore dell’Impero britannico. Oggi sono circa 54 i Paesi del Commonwealth britannico, il cui centro è il Regno Unito. A capo di esso c’è la Regina d’Inghilterra.

Occupa circa 12,2 milioni di chilometri quadrati di territorio, 2,4 miliardi di persone sono rappresentate all’interno di questi territori, il 21% della superficie mondiale. E la gente lo celebra come se fosse in qualche modo un’istituzione democratica.

Questi territori sono i Caraibi, alcune aree dell’America Latina, gran parte dell’Africa (19 nazioni africane dell’Africa subsahariana), otto nazioni asiatiche, di cui la più grande è l’India, il Canada, l’Australia, la Nuova Zelanda, ovviamente i cinque occhi meno gli Stati Uniti. Nuova Zelanda, ovviamente i cinque occhi meno gli Stati Uniti.
Facciamo un confronto con il vecchio Impero britannico del 1920. Sembra piuttosto simile.

La gente pensa che l’Impero britannico sia scomparso dopo la Seconda Guerra Mondiale, che abbia lasciato liberi i suoi territori e che ora l’Impero sia il grande e cattivo Impero americano. Questa è la mitologia che ci è stata tramandata. Il vero potere che controllava la quinta colonna all’interno degli Stati Uniti, che è sempre stato lì dal 1776, è sempre stato a Londra. Non è mai scomparso.

[vedasi anche These Are Countries Ruled by King Charles III]

Nessun impero di questo tipo concede volontariamente la libertà. La libertà è qualcosa per cui si lotta.

C’è un rapporto del 2016 intitolato The New Colonialism (Il nuovo colonialismo), redatto da un’organizzazione no-profit che ha condotto verifiche sugli interessi britannici. Si legge:

101 società quotate alla Borsa di Londra – la maggior parte delle quali britanniche – hanno operazioni minerarie in 37 Paesi dell’Africa subsahariana. Collettivamente controllano oltre mille miliardi di valore delle risorse più preziose dell’Africa. Il governo britannico ha usato il suo potere e la sua influenza per garantire alle società minerarie britanniche l’accesso alle materie prime africane. Questo accadeva durante il periodo coloniale e continua ad accadere oggi.

Esiste una strana organizzazione chiamata The Crown Agents, affiliata alla Bill & Melinda Gates Foundation e alla Banca Mondiale. È stata istituita nel 1833 come emanazione della Corona. Non fa parte del governo. Non deriva dal consenso del governo. Viene dal sovrano unico, la Corona, come istituzione ereditaria.

È stato istituito come ramo del British Colonial Office per gestire le infrastrutture – sia materiali che intangibili – delle colonie internazionali dell’Impero. Crown Agents ha gestito l’infrastruttura sanitaria, compresi i protocolli COVID-19 dell’Europa orientale, soprattutto in Ucraina. Gestisce molti Paesi africani, il Sud Sudan, il Myanmar. E si occupa di governance. Aiuta questi 21 Paesi ad adattare i loro meccanismi di governo secondo gli standard della Banca Mondiale e del FMI. Questo è un aspetto in termini di mantenimento dell’Impero ombra.

Ora, un aspetto di questo sistema gestito dal Commonwealth e dalla City di Londra è che le Isole Cayman e le banche offshore ne sono il fulcro. A livello internazionale, il 24% dei servizi finanziari passa attraverso le Isole Cayman, i Caraibi e altri paradisi fiscali offshore controllati dagli inglesi.

Ma anche il centro del riciclaggio globale di denaro sporco e del finanziamento del terrorismo. La gente pensa che la droga sia una piaga naturale della nostra società, che il terrorismo sia solo una cosa naturale che accade. No, questo è molto artificiale. Si tratta di mali creati, di natura geopolitica, non religiosa. Sono coltivati dall’alto.

Si tratta di un rapporto del Senato degli Stati Uniti, condotto per un lungo periodo dal senatore Carl Levin, recentemente scomparso, sulle vulnerabilità degli Stati Uniti al riciclaggio di denaro, alla droga e al finanziamento del terrorismo: il caso HSBC.

Si è scoperto che la HSBC è la prima banca al mondo per il riciclaggio di denaro con conti offshore.

Era stata creata nel 1865 per imporre o gestire il commercio dell’oppio, per distruggere la Cina. La HSBC è stata dichiarata colpevole e punita con una multa di 9 miliardi di euro. Gli è stato permesso di nominare un proprio revisore dei conti per cinque anni. E continuano a fare quello che fanno. Hanno un’enorme partecipazione in Air Canada. Chiunque prenda un aereo per il Canada vedrà ovunque le insegne della HSBC. Si tratta di un’enorme infrastruttura che fa parte del triangolo d’argento che è stato avviato per tutto il XX secolo.

Avete la foto della Regina a Coutts. È la banca personale della Regina, che nel 2012 è stata dichiarata colpevole di riciclaggio di denaro sporco. Ha pagato la sua piccola multa di 10 milioni, e la cattiva pubblicità ha fatto sì che i conti offshore della banca che stavano conducendo il riciclaggio venissero venduti alla Royal Bank of Canada, che attualmente conduce le stesse operazioni.

L’Africa, oltre a 177 miliardi di debiti che la tengono in ostaggio, ha circa 944 miliardi di entrate derivanti dall’estrazione di ricchezze che si trovano in conti offshore britannici. Quindi, non è una nazione debitrice, ma predatrice in massa.

La City di Londra è un’entità separata. Anche il governo britannico non può fare molto dal punto di vista legale per fermarla. Hanno i loro tribunali e la loro polizia.

Non ho nemmeno parlato dei dossier loschi giustificati e creati dall’intelligence britannica che hanno giustificato i bombardamenti in Iraq e in Libia. Non ho parlato dei dossier falsi sulle armi chimiche siriane, di cui non è mai stato provato l’uso da parte di Assad, ma che sono stati giustificati per le sanzioni e per giustificare il cambio di regime che viene tentato ormai da sette anni. Ma tutto ciò che devo dire è che la mano britannica è ovunque. Persino nel corso dei dossier loschi per cercare di mettere Putin come il grande cattivo che controlla Trump. Inoltre, la questione degli studiosi di Rodi, persone come Strobe Talbott, che è entrato con la Clinton e ha diretto Brookings per molto tempo. Questo è stato anche dietro il Russia Gate con molti altri studiosi di Rhodes che attualmente gestiscono l’amministrazione Biden, come Jake Sullivan, Susan Rice, Eric Lander. Le scienze sono studiosi di Rodi. Sono ovunque.

La City di Londra possiede il Canada

A differenza della Costituzione o della Dichiarazione degli Stati Uniti, il Canada è stato fondato nel 1867. La conferenza originale con i nostri Padri Fondatori non era parte di una lotta per la libertà, a differenza degli Stati Uniti. Erano tutti lealisti britannici, antirepubblicani, come il nostro Padre Fondatore Johnny McDonald. Era un patriota di razza ariana completa, che voleva un Canada ariano e che diceva: Britannico sono nato e britannico morirò. Era un lurido e immorale pezzo di merda. E queste sono le persone celebrate come vacche sacre che dovremmo onorare in Canada.

Il documento di fondazione del Canada dice letteralmente:

Considerando che le Province del Canada hanno espresso il desiderio di essere federalmente unite in un unico Dominio sotto la Corona del Regno Unito e di Gran Bretagna e Irlanda, con una costituzione simile in linea di principio a quella del Regno Unito [Il che è di per sé un po’ una frode, dato che il Regno Unito non ha una vera e propria costituzione, quindi è una specie di specchio di un’ombra]. E considerando che una tale unione condurrebbe al benessere delle Province e promuoverebbe gli interessi dell’Impero Britannico.

Il Canada è stato creato per promuovere gli interessi dell’Impero britannico.

Il punto che i britannici temevano era che il Canada avesse in posizioni di comando statisti favorevoli che all’epoca lottavano per la creazione di un Paese indipendente. Quindi, questo era visto come un territorio vitale che doveva essere tenuto sotto il controllo del Ministero degli Esteri britannico. Gli alleati di Lincoln furono estromessi dal potere e il territorio fu mantenuto come cuneo tra il pericolo di una collaborazione USA-Russia.

Wilford Laurier scrive al suo stretto alleato O.D. Skelton che:

Il Canada è ora governato da una giunta che siede a Londra, nota come “Tavola Rotonda“, con ramificazioni a Toronto, a Winnipeg, a Victoria, con i Tories [cioè i conservatori] e i Grits [cioè i liberali] che ricevono le loro idee da Londra e le impongono subdolamente ai rispettivi partiti.

Uno dei problemi era che avevano bisogno del potere degli Stati Uniti dietro di loro, e questo è sempre stato l’obiettivo del progetto di Cecil Rhodes. Lord Lothian, che all’epoca era un importante tabler della Round – era l’ambasciatore negli Stati Uniti – aveva scritto del problema della psiche americana che doveva essere affrontato:

C’è un concetto fondamentalmente diverso per quanto riguarda la questione tra Gran Bretagna e Stati Uniti sulla necessità di un controllo civile su popoli politicamente arretrati… Gli abitanti dell’Africa e di alcune parti dell’Asia si sono dimostrati incapaci di governarsi da soli… Eppure l’America non solo non ha una concezione di questo aspetto del problema, ma è stata portata a credere che l’assunzione di questo tipo di responsabilità sia un imperialismo iniquo.

Gli americani non capiscono che c’è un fardello dell’uomo bianco che deve imporre – perché è scientificamente migliore della gente con la pelle più scura – un controllo anglo-americano sui popoli arretrati. Non lo capiscono. Questo era un problema.

Precedenti falliti di Nuovo Ordine Mondiale

Ci sono stati diversi tentativi di nuovi ordini mondiali. Quello che vediamo oggi non è una novità. Nel 1919 si ebbe la creazione di Chatham House, la creazione di Versailles, la Società delle Nazioni, tutte orchestrate da Lord Milner, che all’epoca era una figura di spicco nel controllo della politica estera britannica insieme a molti altri membri della Tavola Rotonda.

L’idea della Società delle Nazioni era quella di leggere un patto di sicurezza collettiva, l’articolo 10, di sbarazzarsi della sovranità nazionale in materia di economia e affari militari e di creare effettivamente un unico governo mondiale.

Questo era anche parte della Federazione Imperiale, un po’ come quello che l’Unione Europea vuole per il mondo. Perché è fallito? Perché i canadesi hanno opposto resistenza, i liberali dei camion hanno opposto resistenza, i movimenti dello Stato libero irlandese hanno opposto resistenza e persone come Warren Harding (che è stato assassinato) hanno opposto resistenza. Ci sono stati nazionalisti che hanno resistito e non hanno ceduto alle pressioni dell’epoca.

Ci hanno riprovato. Nel 1933 si tenne a Londra la Conferenza internazionale dei banchieri, incentrata sulla Banca dei regolamenti internazionali, la Banca d’Inghilterra. Sessantasei nazioni vi avevano preso parte, tutte con il desiderio di risolvere la Grande Depressione spostando la sovranità economica dagli Stati nazionali a una codardia di banchieri ufficialmente essenziali sotto la Banca d’Inghilterra. E l’unica ragione del fallimento dopo sei mesi fu che Franklin Roosevelt ritirò le delegazioni statunitensi da ogni partecipazione. Tutto andò a rotoli.

Poi ci fu un altro tentativo nel 1944. John Maynard Keynes fu incaricato questa volta di rappresentare l’Impero Britannico alla Conferenza di Bretton Woods con l’idea di una moneta unica mondiale gestita dalla Banca d’Inghilterra chiamata “Bancor”, un tasso di cambio internazionale che sarebbe stato di nuovo effettivamente una moneta unica mondiale, con l’idea che gli americani, che erano usciti dalla Seconda Guerra Mondiale come l’unico Paese intatto, sarebbero stati l’ariete o gli esecutori di una riconquista anglo-americana delle nazioni del mondo. Molte di queste nazioni avevano combattuto durante la guerra e molte avevano idee di indipendenza e libertà vive nei loro cuori. Questo non era accettabile.

C’è una citazione tagliente di Franklin Roosevelt, che voglio inserire qui:

Coloro che cercano di stabilire sistemi di governo basati sull’irreggimentazione di tutti gli esseri umani da parte di una manciata di governanti individuali chiamano questo un nuovo ordine. Non è nuovo, e non è un ordine.
Franklin Roosevelt

C’è un libro intitolato As He Saw It, scritto nel 1946 dal figlio di Roosevelt e suo assistente personale Elliot Roosevelt. Documenta molte delle battaglie tra Roosevelt e la banda di Churchill che cercava di trascinare sempre gli Stati Uniti in una Confraternita di Controllo – alla Cecil Rhodes, giusto, alla Five Eyes – che è già ciò che si stava insinuando e verificando a partire dalla Black Chamber trasformata in NSA nel 1930, che si è integrata sempre di più nella britannica Five Eyes.

Ma c’erano ancora molti patrioti e nazionalisti incorporati nell’intelligence americana all’interno dell’OSS che erano problematici per coloro che cercavano di prendere il controllo, che a quel punto avevano praticamente occupato la maggior parte del Dipartimento di Stato.

Molti grandi patrioti degli Stati Uniti morirono o vennero annientati nella loro carriera.

C’è Enrico Mattei, l’industriale italiano. C’è Dag Hammarskjöld, il Segretario Generale delle Nazioni Unite, che aveva un grande programma per porre fine all’imperialismo e promuovere lo sviluppo industriale in diversi Paesi, soprattutto in Sudafrica. Charles de Gaulle aveva evitato 30 tentativi di assassinio. John F. Kennedy, Patrice Lumumba. Non ho messo qui tutti coloro che sono stati assassinati o rovesciati in colpi di stato diretti dalla CIA e dall’MI6. Per questo JFK offrì ai russi la possibilità di lavorare insieme agli Stati Uniti a un programma spaziale congiunto. Così, questo sarebbe stato qualcosa per rompere, per liberarci da questo modo di governare basato sull’equilibrio matematico del terrore.

Dopo l’era degli assassinii, l’obiettivo è sempre stato quello di riprendere il controllo degli Stati Uniti.

Kissinger è una figura chiave in tutto questo. Nel gennaio 1971 è stato creato il Gruppo Inter-Alfa, su progetto di Lord Jacob Rothschild. Il Gruppo Inter-Alfa, composto da banche istituite in ciascuno dei Paesi europei più importanti, ha promosso una nuova dottrina di deregolamentazione, che ha allontanato il potere dagli Stati nazionali, soprattutto in Europa, per trasferirlo in un gruppo privato sovranazionale di interessi aziendali e finanziari al di sopra delle autorità nazionali.

Molte di queste banche erano legate ad attività finanziarie che sostenevano l’ascesa del fascismo, sia esso Franco, Mussolini o Hitler.

Nello stesso mese viene fondato il World Economic Forum da uno dei prodigi di Kissinger, Klaus Schwab. Uno dei co-fondatori era Maurice Strong, un oligarca canadese che era stato prelevato dai Rockefeller e che era anche co-fondatore del Club di Roma canadese. Un altro co-fondatore è stato il Principe Filippo, che ha chiesto di reincarnarsi in un virus mortale.

Il 15 agosto 1971, Kissinger e Schultz, alla guida dell’amministrazione Nixon, orchestrarono la rimozione del dollaro dalla riserva aurea [la fine della parità con l’oro]. Senza speculazione, era difficile condurre quel tipo di guerra economica contro le nazioni che cercavano di sviluppare le loro infrastrutture e la loro base industriale, che è sempre stata, fin dal XIX secolo, uno strumento usato dall’Impero per mantenere le nazioni destabilizzate. Quindi, il tasso di cambio fisso doveva essere eliminato. Garantiva troppa stabilità. Hanno creato il caos.

Sotto Carter, la Commissione Trilaterale prende il sopravvento. Quasi tutti i membri del gabinetto di Carter sono membri della Commissione Trilaterale. Persone come Paul Volcker, che diventa presidente della Fed, nel 1979 chiede una disintegrazione controllata dell’economia statunitense, che prevede l’aumento dei tassi di interesse al 20% o più per due anni, distruggendo le piccole e medie imprese e portando solo a queste multinazionali colossali in grado di sopravvivere e prosperare e di essere assorbite da fusioni e acquisizioni.

Henry Kissinger descrive come lui preferiva il modo di pensare di Churchill riguardo la geopolitica piuttosto che l’idea di Roosevelt.
Ammissione totale. Lo ammettono proprio.
Semplicemente assumono che siamo troppo stupidi per metter insieme parole e azioni.

Lord Jacob Rothschild ha tenuto un discorso nel 1983 in cui ha fatto riferimento alla suddivisione delle attività bancarie in commerciali, di investimento, fiduciarie e assicurative. In precedenza, sotto Roosevelt, tutte queste attività erano state concepite in compartimenti separati, in modo da non poter speculare con i risparmi dei cittadini. George Bush dice nel 1990, all’apertura della guerra del Kuwait:

Abbiamo davanti a noi l’opportunità di forgiare per noi stessi e per le generazioni future un nuovo ordine mondiale – quando avremo successo – e lo avremo – abbiamo una reale possibilità di raggiungere questo nuovo ordine mondiale.

La separazione tra le banche commerciali statunitensi e la speculazione viene interrotta da Clinton, studioso di Rhodes, ultimo atto del suo mandato. E poi, da quel momento in poi, si assiste alla nascita del più grande cancro dei derivati, che passano da 2.000 miliardi nel 1992 a $ 70 trilioni nel 1999, superando il PIL globale degli Stati Uniti. Tutto troppo grande per fallire, o almeno così vogliono farci credere, quindi dobbiamo salvarli. E nel 2007, quando ci sarà il prossimo crollo, ci saranno $ 708 trilioni di derivati che appesantiranno il sistema, superando di gran lunga i $ 15 trilioni del PIL statunitense.

Un’economia reale funziona solo se la parte finanziaria è sempre al servizio e al miglioramento della parte reale – manifattura, infrastrutture, scienza. Ecco perché la bolla che si è creata oggi è stata una disintegrazione pianificata ed è sempre stata progettata per il 1971 per disintegrarsi. La domanda è: quando sarebbe stata la puntura di spillo? La puntura di spillo è avvenuta.

Reiner Fuellmich: Grazie, Matthew. Vorrei solo verificare se ho capito bene. Il punto principale è che l’Impero britannico non ha mai cessato di esistere. È ancora lì. Il colonialismo esiste ancora, solo che esiste sotto un altro nome. Non ha mai smesso di tentare di tirare dentro gli Stati Uniti, ma per qualche motivo non ha avuto successo.

Lo Stato profondo è quella parte del Paese che cerca di reintrodurre gli Stati Uniti nel sistema anglo-americano e nella City di Londra?

Matthew Ehret: Non ho alcun problema con quello che ha appena detto.

Reiner Fuellmich: Un’ultima domanda. Il potere della City di Londra combinato con la sua quinta colonna, Wall Street. È proprio vero? Ho capito bene che tutto quel denaro, tutto quel potere era in grado di scatenare la Prima e la Seconda Guerra Mondiale, con questi colossi finanziari che finanziavano entrambe le parti?

Matthew Ehret: Oh, sì, assolutamente.

Reiner Fuellmich: Volevo solo assicurarmi di non averla fraintesa. Infine, chi è in grado di scatenare due guerre mondiali probabilmente non ha problemi a creare malattie come il terrorismo e il traffico di droga. Quindi questo, in sostanza, è stato avviato da questo colosso finanziario, la City di Londra e Wall Street.

Matthew Ehret: Sì. E vorrei aggiungere una cosa veloce a questo proposito, cioè che i britannici – ho condotto un’intervista con Alex Krainer basata su una meravigliosa trilogia che ha scritto sul progetto originale britannico per un nuovo ordine mondiale sotto persone come Lord Halifax, i pacificatori della Gran Bretagna che erano persone come Neville Chamberlain, che facevano parte di un’operazione che fino al 1939-1940 voleva ancora avere un’alleanza fascista anglo-americana con Hitler e Mussolini e altri, per gestire il mondo come un nuovo ordine mondiale ed essere esecutori di una politica eugenetica di controllo della popolazione sotto una società gestita scientificamente dall’alto. Questo è stato il progetto fino alla cacciata di Neville Chamberlain. Hitler era diventato un mostro di Frankenstein che non si comportava più secondo i suoi comandi e aveva ambizioni più grandi di essere a capo del timone invece che un secondario esecutore della volontà di una classe bancaria. Quindi, hanno dovuto cambiare strategia e abbandonare il piano.

L’oligarchia ha sbagliato molto. Non sono così potenti come vogliono farci credere, il che è un’intimidazione psicologica. Ogni volta che si guarda a ciò che stanno cercando di fare – la cosa che stanno cercando di fare oggi non è nuova – ci hanno provato molte volte, e di solito, si ritorce contro di loro e li indebolisce. Allora devono riorganizzarsi e provare qualcosa di nuovo.

Reiner Fuellmich: Capisco ora che Vera Sharav, una sopravvissuta all’Olocausto, dice che non riesce a credere che sta combattendo di nuovo le stesse persone, le stesse strutture che ha combattuto 75 anni fa, perché sembra che quello che è successo allora stia accadendo di nuovo.

Dexter L-J. Ryneveldt: Grazie mille per la sua testimonianza. All’inizio della sua testimonianza, lei ha parlato di diritto naturale. Come tutti sappiamo, il diritto sostanziale che utilizziamo in questo Gran Giurì è il diritto naturale. Quindi, vorrei sapere da lei, sulla base di tutte le ricerche che ha fatto, quanto è importante la legge naturale per la sopravvivenza dell’umanità? E soprattutto, che rapporto ha con il diritto costituzionale? Grazie.

Matthew Ehret: Dexter, è una domanda straordinaria. È un’ottima domanda. A mio avviso, tutta la storia del mondo è stata plasmata da una battaglia tra la legge artificiale – voglio dire, l’umanità è l’unica specie che conosciamo che crea e migliora le leggi dei sistemi attorno ai quali ci auto-organizziamo. Gli animali sono destinati dalla loro genetica, dal loro ambiente e dal loro cablaggio a essere ciò che sono, e questo è fantastico. Ma gli esseri umani sono in grado di creare concezioni e di applicarle per gestire la propria esistenza. E poi individuare i problemi della cosiddetta macchina metafisica invisibile dello Stato e migliorarli. Ma in base a quale criterio miglioriamo? In base a quale criterio giudichiamo le nostre leggi fatte dall’uomo per dire: “Ok, questa è in armonia con qualcosa che è stato progettato da Dio” e quali sono quelle che non vanno bene, che non sono in armonia, che dobbiamo correggere, che sono illegittime o, come direbbe Thomas Cleas, forme di violenza.

Se una legge può effettivamente privarvi della vostra capacità innata di esprimere la vostra vita, la vostra libertà, la vostra felicità, i vostri poteri creativi, se è questo che fa una legge, non è una legge – è una forma di violenza. Non deve essere rispettata.

I Padri fondatori erano molto sensibili al fatto che esiste una legge superiore. Non è nemmeno separata dalla legge scientifica. Ecco perché anche Benjamin Franklin era uno scienziato che aveva scoperto principi di elettricità che condivideva. Ma nella sua mente, le sue scoperte sulle leggi dell’elettricità non erano separate dalle leggi morali metafisiche che divennero il fondamento dello sforzo della sua vita per creare una repubblica di autogoverno, basata sui diritti inalienabili dell’individuo e non sulle istituzioni ereditarie che avevano governato la società per migliaia di anni. Era la prima volta che veniva fatto.

Ancora una volta, nel suo mondo, si trattava di due facce della stessa cosa. La vera scienza non è una descrizione matematica o il tentativo di imporre una formula all’universo e aspettarsi che l’universo la rispetti. Si tratta di sintonizzare la nostra ragione creativa in armonia con quell’universo che sarà sempre più scopribile. E ogni volta che trasmettiamo queste nuove conoscenze in qualsiasi ambito ai nostri simili e poi le applichiamo al processo produttivo, l’universo risponde dandoci standard di vita più elevati, giusto? Possiamo sostenere più persone con un tenore di vita più elevato di quello che avremmo potuto avere se non avessimo avuto l’elettricità, se non avessimo avuto la conoscenza del fuoco, se avessimo vissuto come bestiame nelle caverne.

Se ci atteniamo a questi principi, come avevano capito Benjamin Franklin e altri, avremo una maggiore emancipazione. L’Impero, il sistema oligarchico di un’élite ereditaria, perderà i suoi spazi per mettere i suoi artigli, da parassita qual è, nell’ospite. Non avrà più molto a cui aggrapparsi, perderà il suo potere e auto-imploderà, come stiamo vedendo ora.

Alex Thomson: Quello che stiamo vedendo nelle giurisdizioni del Regno Unito, i sistemi giudiziari in tutti questi regni, che sono fondamentalmente di common law, stanno iniziando ad arrogarsi, a livello giudiziario, il potere di decidere la mens rea. Sono più avanti di qualsiasi giurisdizione di common law o di civil law nelle nostre ripetute scoperte nell’affermare che, anche se c’è una giuria – e sembra che ora stiano cercando di sbarazzarsene con la pretestuosa affermazione che i requisiti dei trattati internazionali impongono loro di ridurre l’uso delle giurie – si riservano il diritto di determinare cosa c’era nella mente dell’autore del reato. E molto spesso si tratta di una stesura che proviene dalle fondazioni esentasse, come la Fondazione Carnegie di cui ho parlato prima, attraverso la biblioteca della Camera dei Comuni che dice ai legislatori britannici, che poi guiderà altri Paesi nello stesso modo, che esiste una versione surrogata del bene pubblico o del benessere pubblico che ora si chiama benessere collettivo, welfare collettivo. È quello che le fondazioni hanno fatto per tutto il XX secolo, creando nemici proprio a questo scopo. E ora i tribunali dicono che se hai offeso la società, non c’è rimedio, sei colpevole. E questo è il passo più lungo verso l’eliminazione del diritto naturale che io abbia mai visto. È andato più lontano di qualsiasi Stato totalitario europeo, di qualsiasi corte internazionale.

Ora sta arrivando a livello nazionale britannico attraverso la legislazione, in ultima analisi dai thinktank, l’abolizione del concetto che la legge naturale decida se sei colpevole o meno.

Reiner Fuellmich: È possibile che, non solo in Europa ma anche negli Stati Uniti, ci sia un movimento che, avendo capito cosa sta succedendo, stia cercando di prendere le distanze? Mi riferisco agli Stati Uniti che cercano di prendere le distanze dagli europei e in particolare dalla City di Londra, perché “siamo semplicemente sepolti dai debiti e ci portiamo dietro troppi pesi morti“? Lo dico in termini profani. Cosa ne pensate, Alex e Matthew?

Alex Thomson: Da parte mia, assolutamente sì. E nella recente testimonianza che vi ho reso, ho parlato di questo, del fatto che…

…c’è un’ampia fascia dell’America centrale che si è svegliata e ora vede quello che considera un problema anglo o anglo-europeo che li guida. E credo che si stiano stancando di tutto questo, a causa della quantità di tradimenti coinvolti.

Come codicillo alla testimonianza di Matt sul 1971, quando fu messo a segno il colpo di stato finanziario. Uno degli indizi che indicano che gli americani sono stati usati come pedine sfortunate è che proprio quell’anno Kissinger avrebbe detto che i militari, e con questo intendeva in gran parte le forze armate statunitensi, erano bestie brutali e mute, mandate a fare altri ordini. E in quello stesso anno, essendo il nuovo Segretario di Stato sotto la nuova amministrazione Nixon, ottenne che un produttore del Massachusetts, l’unico al mondo in grado di produrre cuscinetti a sfera di precisione – Bryant Chucking Grinder – fornisse i cuscinetti a sfera all’Unione Sovietica per consentire loro di sviluppare testate multiple indipendenti per veicoli di rientro. Lo so bene grazie a James Bush, uno dei nostri testimonial di questa sera, che era personalmente coinvolto nella parte americana di questa vicenda.

La quantità di tradimenti coinvolti è tale che, laddove gli Stati Uniti avevano anche solo un vantaggio militare o economico, la cabala di cui stiamo parlando lo ha deliberatamente abolito.

Matthew Ehret: Ci sono quinte colonne in Russia, e ogni Paese ha le sue quinte colonne. Hanno le loro battaglie tra forze legittime che rappresentano queste culture e altre penetrazioni parassitarie. Direi che in Eurasia ci sono state spinte più serie, al punto che c’è una vera e propria strategia alternativa che è stata dispiegata al di fuori della gabbia della NATO, che sta implodendo e che è sempre stata progettata per implodere. E penso che ci siano forze all’interno degli Stati Uniti – attualmente lo vedo più a livello statale – che non vogliono affondare con la nave che affonda. Ci sono forze in tutta Europa. Purtroppo, i rami esecutivi federali della maggior parte dei governi transatlantici sono stati in larga misura catturati, non sempre del tutto, ma a un livello deprimente. Quindi, non sono un esperto di pianificazione geopolitica, e spero che le forze creative siano in grado di utilizzare le autocontraddizioni e la follia dell’Impero a loro vantaggio, poiché, ancora una volta, questo Impero, una volta che ha successo, può solo distruggere se stesso.

Vedo che ci sono persone che vogliono avere un futuro, che vogliono sopravvivere e che si stanno organizzando organicamente. Penso solo che debbano affinare il loro piano di gioco su come intendono il mondo.

Perché molte persone pensano ancora, soprattutto in America, e molti dei patrioti che non amano il Grande Reset, tendono a cadere in certe trappole che hanno dato loro una narrativa, che – è la narrativa della Guerra Fredda -, il vero nemico dietro a tutto non è l’Impero britannico. Non è l’oligarchia, non è quello. Sono i comunisti cinesi che vogliono distruggere le vostre libertà, ecco chi c’è dietro tutto. Molte persone cadono in questa situazione e credo che, nella misura in cui si aggrappano a queste narrazioni da Guerra Fredda, si autosaboteranno nel desiderio di combattere con successo questa oligarchia.


Manipolazione psicologica
seconda sintesi

Nella seconda sezione del secondo giorno del Gran Giurì, ascoltiamo Brian Gerrish, ex ufficiale della Royal Navy britannica, specializzato nella localizzazione dei sottomarini, attualmente redattore di UK Column. A lui si unisce una delle loro esperte ricercatrici, Debbie Evans, che è stata consulente del governo presso il Dipartimento della Salute del Regno Unito.

I due rivelano documenti che dimostrano qualcosa di molto preoccupante: i governi stanno usando la psicologia applicata e l’ipnosi per creare paura e ansia nella popolazione con l’obiettivo di cambiare il loro comportamento. Soprattutto durante la pandemia di covirus, questo è stato usato ampiamente, come mostrano i documenti.

Questi esperti rivelano anche come il Servizio Sanitario Nazionale sia stato infiltrato da “agenti di cambiamento” finanziari, che hanno spostato l’attenzione dai pazienti al profitto. Questo è stato fatto anche utilizzando la manipolazione psicologica, che ha trasformato le menti dei dipendenti del Servizio Sanitario Nazionale.

Le prove dimostrano come l’intero sistema sanitario a livello mondiale sia stato strategicamente infiltrato e trasformato, per diventare una giostra per gli oligarchi finanziari che si sono arricchiti ulteriormente e hanno acquisito il completo potere sulla popolazione, non solo nel Regno Unito ma anche nelle nazioni di tutto il mondo.

Le cure mediche vere e proprie sono state sostituite da “mantra”. Ad esempio, quando i pazienti COVID-19 non vaccinati entrano in ospedale, viene attivato il mantra “percorso di morte covid non vaccinato“, il che significa che queste persone non vaccinate riceveranno un trattamento che le porterà alla morte.

È stato sviluppato il concetto di Igiene Mentale, secondo il quale solo le persone che si sottomettono alla mentalità dell’élite criminale finanziaria sono considerate mentalmente sane, mentre coloro che non sono d’accordo devono essere messi a tacere e, se possibile, sradicati.

Un sistema politico criminale che utilizza la psicologia applicata è stato scatenato sul pubblico e sugli operatori sanitari per cambiare il loro pensiero e comportamento. Questo è esattamente ciò che è accaduto nella Germania nazista.

Testimonianze di esperti

La prima carriera di Brian Gerrish è stata quella di ufficiale della Royal Navy britannica, specializzato nella guerra antisommergibile. Quando ha lasciato la Marina nel 1993, ha scoperto che nella società britannica non tutto è come sembra. Dopo aver seguito le frodi e la corruzione nella sua città e in altre grandi città del Regno Unito, ha iniziato a esaminare le organizzazioni che, a suo parere, controllavano gli eventi. Attualmente dirige la Colonna del Regno Unito, producendo notizie tre volte alla settimana. È grazie alla sua precedente esperienza militare e a quella nel mondo civile, compresa l’analisi attraverso la UK Column, che Brian è in grado di fornire la sua testimonianza.

I nostri primi oratori hanno descritto la fondazione, l’avvio e la crescita di un’organizzazione di gangster. Abbiamo sentito parlare della storia. Abbiamo imparato qualcosa sulle persone, sulle loro reti, sul loro modus operandi. Abbiamo avuto prove di eventi mondiali che ci dimostrano che questi gruppi operano.

Se guardiamo al modo in cui i gangster sono stati trattati e abbattuti in passato, sappiamo che sono stati giudicati esaminando i loro crimini, raccogliendo le prove dei loro crimini, che si trattasse di omicidi, traffico di droga o prostituzione. Dovevano esserci prove concrete del crimine, doveva esserci l’intenzione, dovevano esserci persone nominate coinvolte in quei crimini. Solo quando le prove sono state portate avanti, è stato possibile portarli in tribunale e successivamente dichiararli colpevoli, o almeno portarli davanti alla legge e infine scontare la loro pena.

Per la nostra giuria, che è un pubblico mondiale, i primi due oratori hanno fatto un ottimo lavoro nel dire che c’è una cospirazione, c’è un gruppo di gangster che opera. Hanno un potere e una ricchezza enormi.

Il loro obiettivo è il dominio del mondo. Vogliono controllare tutto: società, materie prime, metodi di produzione, persone, politica. I loro crimini sono l’oppressione, la schiavitù, la povertà, la fame, il traffico di esseri umani, la morte.

Ora si sta verificando un evento mondiale molto importante, ovvero la cosiddetta pandemia COVID-19 seguita da un programma di vaccinazione. Le prove schiaccianti dimostrano che questi gangster stanno uccidendo le persone. Siamo qui come tribunale per parlare del crimine. Qual è il crimine? Il crimine è la morte. Le persone sono morte a causa delle guerre da loro create, ora vediamo persone che muoiono a causa dell’introduzione di una pandemia e di come questa è stata gestita e come viene “trattata” con un programma di vaccinazione.

Alex ha parlato di come vogliono controllare le nostre menti, ha detto che vogliono “un controllo civile su persone politicamente arretrate“.
E quest’ultima citazione mostra assolutamente l’arroganza di questi gangster, perché credono che ogni opinione che hanno sia l’opinione corretta, il valore corretto, e chiunque li contesti è un essere inferiore che vogliono rimuovere dal loro campo operativo. Vorrebbero che queste persone se ne andassero e morissero.

Controllo della mente

Accanto alla pandemia COVID-19 e al conseguente programma di vaccinazione, c’è una battaglia per le nostre menti con un attacco psicologico politico applicato. Ho con me un paio di documenti. Il primo si intitola Salute mentale. Il sottotitolo è Pianificazione strategica per la salute mentale. È di un certo J.R. Reese, datato ottobre 1940. All’inizio della Seconda Guerra Mondiale, un gruppo di persone che in seguito sarebbero diventate molto potenti all’interno dell’Organizzazione Mondiale della Sanità, discuteva su come attuare quella che chiamavano “igiene mentale nella nuova società“.

Dissero che avrebbero infiltrato le organizzazioni sociali, attaccato le professioni, infiltrato le attività sociali e le società professionali e scatenato un piano di propaganda a lungo termine.

A questo documento del 1940 ne affiancherò un altro, intitolato Psychiatry. Fa parte del Journal of the Biology and Pathology of Interpersonal Relations. È datato febbraio 1946 e parla del ristabilimento della società in tempo di pace. L’autore è un certo GB Chisholm. Parla dell’uso del sistema psichiatrico per attuare questo programma di igiene mentale.

Igiene Mentale significa che non sei adatto a essere un essere umano, a meno che non adotti le opinioni e i valori di questi gangster.

Quando ho iniziato a fare ricerche su ciò che stava accadendo nel Regno Unito dal punto di vista del crimine e della frode, delle minacce e del bullismo a livello locale, ho subito scoperto, con mio grande stupore, che esisteva un’associazione di beneficenza chiamata Common Purpose che agiva in modo molto politico nella creazione di futuri leader. Queste persone si stavano insediando nelle città del Regno Unito, assumendo di fatto il controllo della politica di quelle città. Nel giro di pochi anni, quell’organizzazione operava all’estero, in Paesi come la Germania, l’Olanda, l’India e l’Australia, dove reclutava persone in quei Paesi per inserirle in un programma di agenti di cambiamento, per cambiare il modo di pensare e di condurre gli affari nella società.

Questa organizzazione è stata avviata intorno al 1985 grazie a una donna in particolare, l’amministratore delegato dell’epoca, Julia Middleton, che tornò dall’America dicendo di aver imparato cose straordinarie su come cambiare la società. Common Purpose riuscì a partire grazie a finanziamenti di grandi banche che non furono mai resi noti, tra cui la Deutsche Bank. Common Purpose era un esempio chiave di organizzazione che non si poteva seguire. Non si vedevano i documenti, non si vedevano le persone e non si capiva che stava mettendo in atto un piano per cambiare la nostra società senza che il pubblico medio lo capisse. Vorrei riportarvi al documento di MINDSPACE:

mappa mindspace

L’Ufficio di Gabinetto britannico ha lavorato a lungo con gli psicologi per imparare a cambiare il modo in cui le persone pensano e si comportano, senza che queste se ne rendano conto.

Diapositiva 3: minute dello SPI-B, che fa parte del gruppo di scienziati esperti del governo britannico, SAGE, che commentava come avremmo dovuto “combattere il Covid“. Lo SPI-B era[è] un gruppo di specialisti, tra cui specialisti del comportamento, che avrebbero usato la psicologia applicata per convincere le persone ad aderire alla politica del governo britannico sul Covid-19:

Ciò su cui attiro l’attenzione delle persone sono due paragrafi: uno si trova in fondo alla pagina di sinistra, dove si dice che
il livello percepito di minaccia personale deve essere aumentato tra i compiacenti usando un messaggio emotivo di forte impatto.”

Ecco un team governativo che sostiene l’uso della psicologia applicata per rendere le persone timorose.

Il paragrafo 7 parla di coercizione e dice:
Si dovrebbe prendere in considerazione l’uso della disapprovazione sociale, ma con una forte avvertenza sulle conseguenze negative indesiderate“.
Si tratta di usare le persone per controllarsi a vicenda. Ma i caveat che hanno introdotto a questo proposito sono dovuti al fatto che hanno riconosciuto che questa tecnologia psicologica potrebbe scatenare la violenza nelle comunità. Questa psicologia è stata venduta inizialmente in America e in Australia. Guardate cosa sta succedendo ora in Australia in relazione al covid lockdown. Ma alla fine la tecnologia è stata venduta in tutto il mondo.

I governi del mondo usano questa psicologia comportamentale applicata per cambiare le opinioni, i valori e i comportamenti delle persone, che semplicemente non sanno di averla scatenata su di loro.

Diapositiva 4: Questo documento è intitolato Behavioral Insights Applied to Policy: Germany, Country Overview. Si tratta di un documento dell’Unione Europea che di fatto si vanta di come la psicologia comportamentale applicata possa essere utilizzata per cambiare l’opinione pubblica politica della comunità. E fornisce un intero elenco di organizzazioni tedesche, che sono sicuro saranno molto più significative per il panel che per me. Ma molte di esse sono università e organizzazioni di ricerca. Questo documento è di fatto una semplice prova che queste tecniche di psicologia politica sono state certamente diffuse in tutta Europa:

Permettetemi ora di passare al tema del COVID-19 e degli effetti del vaccino. Nel Regno Unito, abbiamo la Medicines and Healthcare products Regulatory Agency, la MHRA. Questa organizzazione ha il compito di garantire la sicurezza del pubblico per quanto riguarda i prodotti farmaceutici e i vaccini. Nell’ambito del programma di vaccinazione nel Regno Unito, ha raccolto dati sulle reazioni avverse ai vaccini, il sistema dei cartellini gialli. Le loro statistiche dicono che ci sono stati quasi un milione e mezzo di effetti avversi da vaccini e quasi 2.000 decessi. Ritengono probabile che solo il 10% degli effetti avversi ai vaccini che si sono effettivamente verificati sia stato registrato. Quindi, ovviamente, il numero di morti passa da 2.000 a 20.000. L’aspetto interessante è che ora stiamo iniziando a vedere che i decessi causati da un vaccino superano i pericoli del COVID-19.

L’MHRA, in quanto dipartimento governativo, è perfettamente pronto a utilizzare le stesse competenze di psicologia applicata che il governo britannico si è vantato di poter utilizzare per ingannare il pubblico e modificarne il comportamento.

Quando ci rivolgiamo all’MHRA con la domanda
Dov’è la vostra valutazione quantitativa del rischio per dimostrare che le reazioni avverse ai vaccini non sono correlate alle vaccinazioni stesse?“,
l’MHRA temporeggia, non risponde e produce risposte molto confuse. L’MHRA non ha condotto una valutazione quantitativa del rischio sugli effetti avversi delle vaccinazioni. [caso AIFA in Italia]

L’MHRA, che ha il compito di proteggere il pubblico da prodotti farmaceutici pericolosi, sa che le persone muoiono a causa della campagna di vaccinazione. Il governo britannico lo sa certamente, ma è pronto a usare la psicologia in ogni singola risposta verbale, scritta e mediatica sui pericoli del vaccino e della politica vaccinale. L’intero controllo della politica sul COVID-19 e della cosiddetta politica sanitaria sul COVID-19 e sulle vaccinazioni è stato effettuato dal Cabinet Office britannico, che ha un team di psicologia comportamentale applicata incorporato. Quindi, sappiamo di cosa sono capaci. Se ne vantano nel loro stesso documento. E alla fine vediamo le prove concrete di persone che soffrono e muoiono.

Se seguiamo questa pista, arriviamo a come funziona il sistema almeno nel Regno Unito, dove assistiamo a una forma di fascismo medico tra il governo e l’industria farmaceutica globale, che lavora insieme alle università e alle associazioni di beneficenza all’interno di quello che è stato chiamato il ⇓triangolo d’oro⇓ del Regno Unito.

Testimonianze di esperti

Debbie Evans: sono un’infermiera statale in pensione. Per cinque anni sono stato consulente governativo presso il Dipartimento della Salute del governo britannico. E sono un ricercatore medico. Brian ci ha condotto molto bene in quello che nel Regno Unito chiamiamo il Triangolo di Loxbridge, o l’Università d’oro, il Triangolo d’oro dell’Università. Si veda lo screenshot di una mappa del Regno Unito che mostra le posizioni di Oxford, Cambridge e Londra nel triangolo.

Cambridge è il centro tecnologico digitale più alto del Regno Unito. È al dodicesimo posto nell’Indice Digitale Europeo ed è conosciuta come Silicon Fen. Ha un enorme campus biomedico che contiene:

  • Papworth Hospital, specializzato in cuore e polmoni
  • Addenbrooke’s Hospital, specializzato in organi donati e trapianti
  • Ci sarà un ospedale per la ricerca sul cancro
  • Medical Research Council Cancer Research UK
  • Anne McClaren Ridge Generative Laboratory
  • NHS Blood Transfusion Center
  • AstraZeneca headquarters
  • GlaxoSmithKline

Cancer Research UK, che dovrebbe essere un’associazione di beneficenza, sembra non esserlo affatto. Il professor Robert West è un consulente del Cancer Research UK e fa anche parte del team SPI-B, il team di comportamento di cui parlava Brian, per quanto riguarda il SAGE. La moglie del professor Robert West, la professoressa Susan Michie, è a capo del team di analisi comportamentale del Cabinet Office.

È una comunista da sempre e ha progettato la ruota del cambiamento comportamentale, che è stata diffusa in molti Paesi. Il team di analisi comportamentale sembra essere ormai globale.

Oxford è la prima città intelligente del Regno Unito che utilizza sensori e innovazione tecnologica. È destinata a diventare la capitale digitale d’Europa ed è stata nominata da Tech Nation per attirare investimenti per 2,1 miliardi. Il governo britannico ha annunciato di voler investire 5,5 miliardi di euro nelle infrastrutture intorno al Triangolo d’Oro. Al Triangolo d’Oro è legato anche il Gruppo Russell: 24 università che lavorano a stretto contatto con le università del Triangolo d’Oro e ricevono molti finanziamenti.

L’MHRA del Regno Unito vorrebbe diventare l’ente regolatore globale. Nel loro consiglio di amministrazione siede Raj Long, che è il vice direttore della Fondazione Bill e Melinda Gates. È specializzata in sicurezza e farmacovigilanza ed è anche il capo scienziato di Microsoft.

Esistono conflitti di interesse per quanto riguarda i ministri del governo britannico. Alcuni degli interessi dei ministri riguardano le Big Four, KPMG, Microsoft, Deloitte, AstraZeneca, Goldman Sachs e la Banca europea per gli investimenti.

Molti dei nostri ministri hanno conflitti di interesse in questi settori.

Deloitte, Ernst Young, KPMG e PricewaterhouseCoopers rappresentano il 67% della contabilità mondiale. Tutte e quattro hanno sede a Londra. La Deloitte ha avuto un ruolo centrale nel test e nella tracciabilità. Lord Bethell, che ora si è dimesso, aveva una società che svolgeva esclusivamente attività di lobbying per conto di Deloitte per le gare d’appalto. È molto preoccupante vedere cosa potrebbe accadere in futuro, quando si vedono tutte queste persone intrecciate tra loro.

Cancer UK è finanziato da molte aziende farmaceutiche. È il centro di ricerca e sviluppo di AstraZeneca, GlaxoSmithKline e Bill e Melinda Gates. Ma a consigliare la ricerca sul cancro c’è anche il professor Robert West, marito della professoressa Susan Michie, a capo di un team di analisi comportamentale finanziato da Pfizer e finanziato da Cancer Research UK, che si trova proprio al centro del campus bio-medico di Cambridge.

Il governo britannico ha pubblicato una guida all’esitazione vaccinale con interventi il 27 settembre 2019, prima di Wuhan.

SPARS Pandemic 2025-2028 è uno scenario futuristico del John Hopkins Center su cosa accadrebbe se un coronavirus infettasse il mondo.

Il documento illustra, mese per mese, cosa ci si può aspettare dai media, dalle aziende farmaceutiche, dai governi per quanto riguarda le misure di blocco, i test, gli antibiotici e la resistenza agli antibiotici.

Manipolazione psicologica

Ana Garner: Vorrei porre delle domande a ciascuno di voi, per favore, in merito alla manipolazione psicologica che sta avvenendo. Signora Evans, lei ha detto di essere stata consulente del governo per il Ministero della Salute. Questo è molto pertinente, perché ritengo che ciò sia avvenuto ampiamente negli Stati Uniti. In qualità di consulente del Dipartimento di Sanità Pubblica, è a conoscenza del fatto che essi utilizzano le tecniche psicologiche comportamentali di cui ha parlato il signor Gerrish come mezzo per attuare il loro programma di coercizione e isolamento sociale? Coercizione delle persone sottoposte a interventi medici sperimentali? Ha notato che questo fa parte del loro modus operandi, per così dire?

Gerrish: Nell’ambito della ricerca condotta dalla Colonna britannica, una delle aree che ci ha interessato molto è stata la formazione all’interno del nostro Servizio Sanitario Nazionale da parte di questo ente di beneficenza, che ha selezionato i futuri leader. Si trattava di uno scopo comune. Abbiamo assistito alla manipolazione delle persone e dei loro valori da parte di questa particolare organizzazione, che si è trasformata in un settore specifico dell’NHS chiamato NHS Leaders. Si trattava di persone che avrebbero dovuto guidare l’NHS verso un’assistenza sanitaria ancora migliore.

Man mano che questi leader, con i loro nuovi valori acquisiti, si scatenavano, lo stile di gestione dell’NHS diventava sempre più dominantore e prepotente. Le idee sono diventate sempre meno incentrate sull’assistenza e sul trattamento delle persone malate o ferite, e sono diventate molto più incentrate sull’importanza dei profitti e del denaro all’interno dell’NHS. Era evidente che la psicologia delle persone veniva manipolata.

Sul sito web di UK Column c’è un articolo intitolato Towards a Million Change Agents. Questo era il titolo di un documento scritto da una persona formata dall’NHS Common Purpose che affermava che l’NHS, per raggiungere una futura utopia, avrebbe avuto bisogno di un milione di agenti del cambiamento. Si tratta di persone che interromperanno le prestazioni dell’NHS per far sì che si trasformi in quello che si suppone sia un servizio sanitario di livello mondiale.

Un esempio di psicologia applicata al servizio sanitario nazionale durante la crisi di Covid è l’introduzione di mantra. Infermieri e medici hanno iniziato a seguire i mantra invece delle decisioni mediche. Un medico altamente qualificato ci ha raccontato che quando arrivava un paziente Covid non vaccinato, il mantra era:
Covid-non-vaccinato-percorso-di-morte, Covid-non-vaccinato-percorso-di-morte“.

Se una persona veniva etichettata come affetta da COVID-19 e non era vaccinata, l’unico risultato del suo trattamento sanitario era il percorso di morte.

Questi mantra sono stati diffusi nell’NHS al punto che i medici ci hanno detto:
Non possono discutere i dati autentici del governo sulle reazioni avverse ai vaccini, perché la persona semplicemente si allontana o si rifiuta di parlare con loro o diventa molto aggressiva“.
Si assiste a una dissonanza cognitiva negli individui, che è il risultato di una riorganizzazione dei loro valori mentali.

Stiamo certamente assistendo all’applicazione della psicologia in molti settori del Servizio Sanitario Nazionale, e il suo effetto complessivo è un degrado delle cure sanitarie al punto che le persone vengono uccise, mentre avrebbero potuto sopravvivere tranquillamente se avessero ricevuto le cure giuste.

Ana Garner: Questa operazione psicologica, per definizione, sembra essere molto sottile e al di sotto del livello di consapevolezza della maggior parte delle persone che vengono manipolate. Se è così, ha qualche opinione su come si possano raggiungere queste persone in modo da svegliarle? Ho sentito parlare di dissonanza psicologica e di questo genere di cose, di dissonanza cognitiva. C’è un modo per incoraggiare queste persone a vedere cosa sta realmente accadendo, per renderle consapevoli di essere manipolate?

Gerrish: In primo luogo dobbiamo concentrarci sulle persone che non sono chiaramente interessate, per diffondere il messaggio di allarme su ciò che sta accadendo. Dobbiamo rivolgerci alle professioni della psicologia e della psichiatria per dire che questo è l’abuso di quelle particolari professioni.

Le persone che sono state sottoposte a questa forma di riorientamento o di manipolazione mentale sono vittime e quindi devono essere trattate in modo molto gentile e rassicurante.

Perché se le affrontiamo in modo molto brusco per cercare di far loro vedere la verità, il risultato è che o diventano molto ostili – con dissonanza cognitiva – o forse diventeranno mentalmente malati a causa dell’immenso assalto al loro sistema di valori.

Posso solo dirvi che è molto significativo che in tutta la documentazione sull’uso della psicologia applicata da parte del governo britannico per realizzare il suo programma politico, non ci sia assolutamente alcuna valutazione degli effetti negativi di tale psicologia su persone che magari hanno problemi di salute mentale, ansia o depressione. E in effetti, quando le persone hanno condizioni di salute mentale non diagnosticate – quindi non sono nemmeno consapevoli di avere un problema – quando qualcuno usa questa psicologia su di loro, si possono causare danni immensi. E credo che non sia una coincidenza che le statistiche ufficiali del Regno Unito mostrino che la politica di isolamento ha causato un’enorme impennata dei suicidi e delle malattie mentali, in particolare tra le persone, tragicamente, tra i giovani.

Ma ancora una volta, possiamo dimostrare che il governo britannico sta nascondendo o manipolando i dati che lo dimostrano, oppure sta usando la psicologia applicata nel modo in cui presenta questi dati al pubblico per ingannare ulteriormente l’opinione pubblica.

Questa è la natura della bestia: un sistema politico criminale che usa la psicologia applicata per cambiare il modo di pensare del pubblico. Un’arma molto pericolosa nelle mani di queste élite.

Questo è facilmente dimostrabile. Ho pubblicato un documento chiave in cui lo SPI-B si vantava di dover rendere la gente più paurosa, più ansiosa. Ci sono molti altri documenti e ho anche dimostrato che la psicologia comportamentale applicata è stata lasciata libera in Germania. Anche in Francia, uno dei team personali di Sarkozy, un signore di nome Oliver Willier, ha avuto incontri nel Regno Unito, facilitati dal Consiglio franco-britannico nel 2010, per discutere di come gli esperti neurologici e psicologici francesi lavoreranno con gli inglesi per sviluppare queste tecniche psicologiche applicate.

Le prove ci sono. Quando si sa cosa si sta cercando, è ovvio.

Ma santo cielo, questa è la cosa più pericolosa che credo si sia mai vista. Se si ha una propaganda e una manipolazione politica del tipo di quella della Germania nazista, la si può vedere in molti modi: le parate, gli striscioni, le luci, la retorica, i manifesti. Ma quello che abbiamo scatenato ora è un attacco subliminale alle nostre menti. E fino a quando non faremo piena luce su questo, sarà molto, molto difficile per noi togliere il coperchio da ciò che queste persone stanno facendo attraverso il loro attacco Covid e vaccinale alle persone.

Ogni azienda farmaceutica ha accesso a quest’arma psicologica. Tutte le società giuridiche. Ovunque vediamo associazioni di beneficenza, industrie, enti pubblici che lavorano con il governo britannico, sappiamo che l’uso della psicologia è diffuso tra loro.

Uno psicologo ben qualificato mi ha detto:
Brian, la cosa da ricordare è che le persone intelligenti e con una mente altamente interrogativa possono essere più suscettibili all’uso dell’ipnosi, del reframing e della psicologia applicata rispetto a chi è meno intelligente e ha una mente meno indagatrice“.
È molto sbagliato se qualcuno pensa:
Beh, sono una persona brillante, sono intelligente, sono altamente qualificato. Questo non mi riguarda“.
Al contrario, potrebbe essere più vulnerabile.

Evans: Aggiungo che i professionisti dell’NHS con cui parlo sono completamente confusi. Ricevono una cascata di informazioni ogni giorno. Le cose stanno cambiando. Non lo sanno. Vedo professionisti del Servizio Sanitario Nazionale che fanno cose che a loro sarebbero del tutto estranee:
Sto somministrando depressori respiratori a pazienti respiratori“.
È semplicemente estraneo a ciò che ci è stato insegnato. Quindi, le persone sono spaventate. E mi associo a quanto detto da Brian.

Quando le persone iniziano a svegliarsi, sono spaventate, non sanno cosa sta succedendo. Hanno bisogno di essere rassicurati. Perché al momento l’ordine del giorno è la confusione, il caos e la crisi.

Tornando a ciò che Brian ha appena detto su Deloitte e sulle Big Four. Voglio dire, per chiunque non conosca Deloitte: hanno scritto documenti sul futuro della City di Londra, sugli studi clinici, il loro ex amministratore delegato è ora membro del consiglio di amministrazione di Pfizer, sono coinvolti nel servizio sanitario nazionale e nell’intelligence aziendale, così come gli altri tre. E chiaramente, quando Brian ha menzionato la Pandemia SPARS, questa va di pari passo con l’Operazione Clade X e il Contagio Cremisi. Clade X è stata organizzata dalla John Hopkins University nel 2018 simulando 900 milioni di morti. E Crimson Contagion, un’altra esercitazione che si è svolta durante il regno di Trump per rispondere a un’altra pandemia, una pandemia di influenza in corso. Quindi, tutto questo è stato ben documentato.

Poi c’è il brevetto per il test Covid dei Rothschild che, ancora una volta, tutto ciò che possiamo vedere all’interno di quel brevetto nel documento principale, lo stiamo vedendo in fase di implementazione, compresi i biosensori. Molti hanno parlato dei chip RFID, ma non molti parlano dell’avvento dei biosensori e di come questi ultimi non abbiano bisogno di internet. Si possono avere nei vestiti, sulla suola delle scarpe, nel cibo. E i biosensori sembrano essere la strada da seguire, al punto che esiste un istituto di biosensori qui nel Regno Unito, a Bristol, e l’MHRA ha effettivamente approvato uno dei biosensori, perché le persone avranno biosensori nelle loro auto, sui loro computer portatili e i loro dati biometrici saranno trasmessi. In questo modo tutti i vostri dati biometrici – siete idonei a guidare il treno, siete idonei a guidare un pullman, siete idonei a fare qualsiasi cosa? I vostri dati biometrici saranno memorizzati e questo sta accadendo ora.

Gerrish:

Quello a cui stiamo assistendo è un sistema politico integrato con aziende commerciali globali, aziende farmaceutiche che scatenano un’agenda che è stata quella di testare i vaccini su una popolazione senza alcuna cura per i danni e le morti. Dove stanno andando? Alla manipolazione dei nostri geni. Non c’è dubbio.

Tutti i dati che vediamo ora sono che è il Regno Unito a dire che prenderà la guida del mondo nel mettere insieme questa agenda. Il Regno Unito – e mi permetto di precisarlo – credo che alla fine sarà guidato dalla City di Londra. Ma tutti i documenti del Regno Unito dicono che assumeremo la guida del mondo. E questo è lo stesso Regno Unito che ha scatenato questa malefica psicologia applicata per cambiare il modo in cui funzionano i nostri processi cognitivi. È una combinazione molto pericolosa.

Evans: La mia ultima osservazione è che il punto di forza del Regno Unito è il Servizio sanitario nazionale. Non c’è modo di scegliere di non usufruirne. Quindi, dal momento in cui si è concepiti e la mamma incinta ha fatto una scansione, ci sono dati su quel particolare essere umano fino al giorno in cui muore, e non c’è modo di rinunciare al servizio sanitario nazionale. Quindi, i dati dell’NHS sono molto preziosi e sono completamente unici rispetto al resto del mondo.

Thomson: L’esercito è coinvolto. C’è un 77th Regiment, una 13th Signals Brigade. Ci sono agenzie di sicurezza del governo britannico completamente nuove, la cosiddetta Health Security Agency, il Joint Biosecurity Center. Sono tutte novità rispetto ai miei tempi. E la responsabilità si ferma a questo Cabinet Office.

Tutti i buoni studi sull’Ufficio di Gabinetto vi mostreranno che i comitati principali hanno una linea diretta con la City di Londra. Rappresentano la volontà dell’élite aziendale. Non c’è controllo democratico e nemmeno la Corona in persona, il monarca, è coinvolto.

Quindi, non so se questo è stato mostrato sullo schermo un momento fa o meno, ma la gente può anche facilmente trovarlo come una delle principali grafiche, Cabinet Office Censorship Network, su UK Column, credo che lo chiamiamo così in una versione.

Reiner Fuellmich: Abbiamo a che fare con un sistema britannico di manipolazione psichiatrica che è stato venduto in tutto il mondo, più o meno. Abbiamo di nuovo la City di Londra che mira al controllo del mondo. È per questo che quelli di Common Purpose stanno creando i loro futuri leader? È una posizione speciale oltre al programma Young Global Leaders?

Gerrish: Beh, come in queste cose, l’attacco arriva da direzioni parallele. Quindi, vorrei suggerire che molte persone all’interno di questa rete non hanno idea di quale sia l’obiettivo di complessivo, nel periodo in cui ho fatto ricerche approfondite. Qualcuno veniva reclutato localmente e gli veniva chiesto di unirsi. Non è che la gente andasse da Common Purpose per entrare in Common Purpose. Erano loro a scegliere le persone che volevano. E il programma era chiaramente quello di formare quel futuro leader per lavorare con altri futuri leader comuni.

Ecco perché è così significativo vedere Common Purpose che ora opera, ad esempio, con grande forza in India. L’ex Primo Ministro David Cameron faceva parte del team che promuoveva Common Purpose in India. Quindi, Common Purpose è una delle vie attraverso le quali le persone vengono reclutate e riorganizzate. Lo Young Global Leaders del World Economic Forum sarebbe un’altra via attraverso la quale probabilmente vengono reclutate persone più potenti, rielaborate per renderle in linea con il loro nuovo ruolo.

All’inizio, Common Purpose operava in particolare a un basso livello pubblico, ma con il passare del tempo, a partire dal 1985, è stato chiaro che è stato coinvolto con le grandi aziende globali, in modo molto più forte, e poi da lì è passato al suo status mondiale. Ma cosa fanno? Selezionano persone. Il loro ego viene accarezzato perché qualcuno suggerisce che diventeranno dei leader futuri molto importanti.

Il World Economic Forum li chiama leader globali, e queste persone vengono messe insieme per cambiare il mondo.

Testimonianze di esperti

James Bush è stato tenente colonnello del Corpo dei Marines degli Stati Uniti per 20 anni. Poi ha lavorato come ingegnere per la Honeywell Corporation, come ingegnere di guida al lancio per il programma Shell. James è stato ufficiale di ingegneria e manager per il North Colorado Medical Center, per il Centro di Ricerca sulle Malattie Infettive della Colorado State University e per il Center for Disease Control Vector Born Research Facility, Fort Collins, Colorado. Mentre era responsabile della sicurezza delle fiale per le Montagne Rocciose Occidentali, James è stato invitato a partecipare a un programma chiamato Dark Winter a Oklahoma City nel giugno del 2001.

Dark Winter è stato sviluppato come programma dal Center for Strategic and International Studies, dal Johns Hopkins Center e dall’ANSER Institute for Homeland Security. Siamo nel 2001 e alcune delle persone più importanti del governo e della difesa degli Stati Uniti d’America si sono prese una pausa per andare a Oklahoma City e porsi la domanda “cosa succede se veniamo colpiti dal vaiolo?“. Il vaiolo è chiaramente definito da tutte le organizzazioni, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, il CDC, la FEMA, tutti i presenti, perché ha un tasso di mortalità del 33%, a differenza del coronavirus, che è forse dello 0,12%. Quindi, stavano usando una vera malattia pandemica per vedere cosa sarebbe successo. Le persone che sono venute sono state Sam Nunn, il Presidente, Frank Keating, il governatore dell’Oklahoma, il Consigliere per la Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, il Direttore della CIA degli Stati Uniti, il Segretario della Difesa, John White, il Presidente dell’esercito degli Stati Uniti, il Capo di Stato Maggiore congiunto, il Generale John Tilelli, il Segretario di Stato degli Stati Uniti, Frank Wisner, il Segretario della Sanità e dei Servizi Umani, Margaret Hamburg, il Procuratore Generale, George Terwilliger, il Direttore della FEMA, Jerry Hauer, e il Direttore dell’FBI, William Sessions.

La domanda era: cosa succederebbe se un attacco locale con armi biologiche colpisse l’America con un agente patogeno contagioso? La risposta del governo rappresenterebbe un’enorme sfida alle libertà civili.

Nella documentazione iniziale, alcuni dei primi termini riguardano le libertà civili e ciò che si intende togliere durante questo evento.

James Bush parla poi dell’Evento 201, un’esercitazione simile dell’ottobre 2019 su una pandemia di coronavirus, che si è verificata pochissimo tempo dopo, esattamente come è stato discusso.

Come è possibile che abbiano organizzato una riunione con le persone più importanti della costa orientale, a New York il 28 ottobre, e all’improvviso, meno di un mese dopo, abbiamo un coronavirus proveniente dalla provincia di Wuhan? E vi dirò che ho gestito queste strutture, ne ho gestita una delle più grandi del Paese, la Colorado State University.

Questi virus non escono accidentalmente. Si possono portare fuori. Quando lavoravo lì, potevo uscire ogni giorno con yersinia pestis, HIV, tubercolosi, tutti i tipi di coronavirus.

In ogni caso, la domanda rimane:

Come mai la mattina ci si alza e si ascolta una stazione radiofonica o televisiva e tutte dicono esattamente la stessa cosa? Conoscete tutti l’Operazione Mockingbird?

L’Operazione Mockingbird è un programma della CIA creato dopo la Seconda Guerra Mondiale e tuttora in funzione. È un programma in cui la CIA crea un dialogo e lavora con tutti i sistemi mediatici del mondo. Mia figlia è un ufficiale dell’intelligence militare nell’esercito americano da 12 anni. È un maggiore selezionato come tenente colonnello. Le ho mostrato questo video e mi ha detto:
Sì, è quello che stanno facendo, e lo stanno facendo. lo stanno facendo, e lo stanno facendo ora“:

Ricerca su armi biologiche

Quando ho iniziato a dirigere i centri di ricerca sulle malattie infettive, entrambi a Fort Collins, circa 14 anni fa, c’erano 25-27 laboratori di livello di sicurezza biologica 3 e 4 nel mondo. Ora sono 2022, e questo dato proviene direttamente dal sito web del CDC. L’ho confrontato anche con altri siti web. Questa è la distribuzione dei laboratori di livello di sicurezza biologica [BSL] 3 e 4  nel mondo. L’Australia ne ha 4. La Germania ne ha 4, l’India ne ha 3, il Regno Unito ne ha 6, gli Stati Uniti ne hanno 15. Quando ho iniziato a lavorare in questo settore, ce n’erano tre. I laboratori di livello di sicurezza biologico 3 sono quelli che si occupano di malattie come il coronavirus, che non sono armi biologiche straordinarie, ma i BSL3 sono i banchi di prova per i laboratori di livello 4. Diversi Paesi più piccoli hanno 1 o 2 BSL3.

Gli Stati Uniti d’America hanno oltre 200 laboratori BSL3 all’interno degli Stati Uniti continentali. Quindi, le BSL3 e 4 negli Stati Uniti contano 215 strutture di ricerca sulle armi biologiche. Le chiamano ricerche normali, ma posso dirvi che non è vero.

Quando dirigevo le strutture in Colorado, facevamo test per scoprire se le persone potevano uscire da un edificio con un agente selezionato.

Un agente selezionato può essere modificato geneticamente per diventare un’arma di distruzione di massa.

Ecco perché si chiamano agenti selezionati. Ma all’epoca abbiamo fatto dei test. Abbiamo fatto venire gli ingegneri del Corpo d’Armata degli Stati Uniti, l’Esercito degli Stati Uniti, persone dell’FBI, i vigili del fuoco o la polizia del dipartimento locale. E abbiamo fatto dei test per vedere se qualcuno poteva uscire dalla nostra struttura. Se qualcuno voleva uscire con quel materiale, non poteva essere fermato. Di questi laboratori che ho appena mostrato, i numeri su cui stanno lavorando, per quanto mi riguarda, sono un programma di armi biologiche.

Quello a cui stanno lavorando è fondamentalmente la capacità di modificare altre forme di iniezioni per controllare e uccidere la popolazione generale.


Organizzazione Mondiale della Sanità
terza sintesi

I prossimi due testimoni esperti sono la dott.ssa Silvia Behrendt e la dott.ssa Astrid Stuckelberger, che hanno ricoperto posizioni di rilievo nell’Organizzazione Mondiale della Sanità e nelle Nazioni Unite. Esse rivelano come l’OMS si sia strategicamente infiltrata in tutte le nazioni del mondo con lo scopo di abolire la democrazia e imporre la propria tirannia a tutti i membri dell’umanità. L’OMS ha una propria “costituzione”, una parola scelta con cura, con lo scopo di sostituire le costituzioni delle nazioni. Gli Stati membri – che sono letteralmente tutte le nazioni del mondo – sono vincolati all’obbedienza indiscussa a qualsiasi cosa dica l’OMS, rendendola di fatto un unico governo mondiale, che opera completamente al di fuori delle costituzioni nazionali e di qualsiasi tipo di democrazia.

Tutto questo avviene con il pretesto della “sanità”. Il Regolamento Sanitario Internazionale (denominato IHR) è stato inventato per spianare la strada a questa tirannia mondiale. Tutto ciò di cui hanno bisogno per sottomettere il mondo al loro controllo è un metodo per dichiarare una “emergenza sanitaria di interesse internazionale“, cosa che può essere facilmente realizzata con diagnosi fraudolente. Il Dr. Behrendt rivela come non ci fosse alcuna pandemia di COVID-19, fino a quando non è stato introdotto un test PCR difettoso che ha improvvisamente aumentato i cosiddetti “casi” di 14 volte.

Questi informatori dell’OMS rivelano anche come questo sistema sanitario mondiale totalitario sia interamente controllato da società private e da privati, che utilizzano le loro vaste risorse finanziarie per imporre i propri piani all’intera umanità. Ad esempio, nel 2012, in occasione dell’Assemblea Mondiale della Sanità, Bill Gates è stato dichiarato leader del piano d’azione globale sui vaccini 2012-2020, pur non avendo alcuna qualifica medica e, stando alle sue stesse parole, si occupa di vaccini solo per gli astronomici guadagni finanziari. Gates è diventato anche il principale finanziatore dell’OMS, controllandola di fatto, il che significa che il mondo intero è governato da Bill Gates. Naturalmente, Gates è a sua volta sottomesso ad altre entità finanziarie di livello superiore, che lo usano per sottomettere il mondo alla loro tirannia.

Ciò che questi informatori dell’OMS e delle Nazioni Unite rivelano è che le entità private hanno creato un sistema mondiale che permette loro di usare la scusa delle “emergenze sanitarie di interesse internazionale” per privare l’umanità di tutti i diritti e le libertà e attuare un regime totalitario, gestito da un’oligarchia finanziaria.

Testimonianze di esperti

Dr. Silivia Behrendt è avvocato austriaco, attualmente direttore della Global Health Responsibility Agency (GHRA) ed ex consulente legale del Segretariato dell’IHR presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità. Silvia Behrendt ha conseguito il dottorato di ricerca presso l’Università di San Gallo, in Svizzera, sul tema del Regolamento sanitario internazionale e dell’autorità esecutiva dell’Organizzazione mondiale della sanità durante le emergenze sanitarie di portata internazionale. È stata ricercatrice in visita a Georgetown Law, sotto la guida del professor Gostin, finanziata dal Fondo nazionale svizzero. Successivamente, ha collaborato con il Segretariato del Regolamento Sanitario Internazionale a Ginevra presso l’Organizzazione Mondiale della Sanità e ha condotto missioni nazionali dell’OMS ai fini dell’attuazione nazionale del Regolamento Sanitario Internazionale.

Dr. Astrid Stuckelberger è scienziata, ricercatrice e insegnante da 25 anni presso la Facoltà di Medicina dell’Università di Ginevra e Losanna (Svizzera). Tiene anche conferenze ed è invitata come docente in corsi di formazione accademica in tutto il mondo. Tra il 2009 e il 2013 ha collaborato con l’OMS per la regolamentazione sanitaria internazionale (IHR) e la gestione delle emergenze sanitarie e ha creato una Summer School sulla salute globale e i diritti umani presso l’Università, affrontando le politiche sanitarie e la gestione globale dell’OMS, dell’IHR e delle Nazioni Unite.
Pubblicazioni: 12 libri, oltre 180 pubblicazioni, da articoli scientifici a documenti politici per l’ONU, l’UE o i governi.

Silvia Behrendt: Bush ha parlato di questioni finanziarie, politiche e di sicurezza, in particolare nell’ambito del paradigma del bioterrorismo, che dimostrano l’esistenza di un percorso che ha portato all’attuale pandemia COVID -19. Vorrei porre l’attenzione sul fatto che attualmente non ci troviamo di fronte a una risposta medica endemica.

La maggior parte delle critiche sollevate da scienziati e medici si concentra sul fatto che, da una prospettiva puramente medica, tutte le misure sanitarie raccomandate e richieste dalle autorità sanitarie nazionali o dall’OMS sono in realtà contrarie allo stato dell’arte epidemiologico e medico.

E questo di proposito, sostengo, perché il concetto alla base del COVID-19 non segue principi scientifici consolidati, ma piuttosto un’ideologia diversa che viene inquadrata come “sicurezza sanitaria globale” e significa trattare la salute come una questione di sicurezza nazionale, che richiede stati di eccezione nazionali e globali per affrontarla.

Pertanto, ritengo fondamentale fornire una breve analisi storica di questo concetto per capire perché l’attuale crisi sanitaria globale che stiamo affrontando non riguarda la scienza medica e la salute nel senso comune che ci aspetteremmo.

La progressiva sostituzione degli obiettivi medici con quelli politici è iniziata nel contesto delle malattie infettive emergenti all’inizio degli anni ’90 e ha avuto origine negli Stati Uniti, come abbiamo già sentito. In breve tempo, l’OMS ha istituzionalizzato questo nuovo approccio con la rapida creazione di una divisione completamente nuova, chiamata Malattie emergenti e altre malattie trasmissibili. È interessante notare che all’epoca non fu coinvolto il personale del Dipartimento per il controllo delle malattie trasmissibili.

Questa politica confermava che il nuovo paradigma, dalla riduzione dell’incidenza delle malattie endemiche regionali, si concentrava esclusivamente sulla prevenzione della diffusione internazionale in tempo reale e, preferibilmente, nell’arco di 24 ore.

Era necessario un apparato tecnocratico di reti di sorveglianza in grado di affrontare queste nuove minacce.

Di conseguenza, nel 2001 una risoluzione dell’Assemblea dei Votels ha inserito questo concetto notevole e ha chiesto per la prima volta di trovare una definizione di emergenza sanitaria di interesse internazionale allo scopo di rivedere le leggi sanitarie obsolete chiamate Regolamento Sanitario Internazionale, perché all’epoca nessuno era interessato alle leggi sanitarie.

Il problema era che avevano un ambito di applicazione molto ristretto e riguardavano solo la febbre gialla, la febbre nera e il colera. Allo stesso tempo, soprattutto negli Stati Uniti, è stata avviata la pianificazione di scenari bioterroristici – ne abbiamo già sentito parlare molto – in ambito militare e accademico, con l’esercitazione più importante come Dark Winter.

E, curiosamente, tutti questi eventi sono “diventati reali” poco dopo.

Ciò che è molto interessante – e che non abbiamo sentito – è che non solo sono state organizzate le esercitazioni, che si sono trasformate in realtà, ma anche la legislazione statunitense è stata preparata per ridurre le libertà civili per la lotta al bioterrorismo a partire dal 1990. Questa iniziativa è stata avviata dal CDC e infine finalizzata da professori dell’Università di Georgetown, come il professor Gostin, insieme alla Johns Hopkins University, ed è stata chiamata Model State Emergency Health Powers Act.

Questo modello di legge fu aspramente criticato all’epoca negli Stati Uniti per aver trasformato i governatori in dittatori, ma alla fine fu utilizzato in molti Stati.

Quindi, la pietra miliare più importante nel processo di revisione del Regolamento sanitario internazionale, che è un trattato internazionale, è stata l’epidemia di sindrome respiratoria acuta grave, abbreviata in SARS come tutti sappiamo, nel 2002, che è stata accompagnata da un’attenzione mediatica allarmata e non proporzionata alla minaccia della malattia, che era notevolmente bassa.

Inoltre, gli scienziati erano quasi concordi nel ritenere che la nuova epidemia di SARS potesse avere un potenziale bioterroristico. Questo inquadramento politico dell’epidemia di SARS in chiave bioterroristica ha portato la comunità internazionale a concordare sulla necessità di riscrivere le vecchie leggi sanitarie per includere il bioterrorismo, senza però nominare ufficialmente questo obiettivo all’OMS. Ciò rientrava nel paradigma di un approccio aperto a tutti i rischi, il che significa che non solo sono incluse varie fonti di rischio, ma anche che qualsiasi rilascio intenzionale rientrerebbe nel paradigma dell’OMS, e che il IHR doveva essere rivisto.

Così, la dimensione giuridica del concetto di sicurezza sanitaria globale è stata infine integrata con successo nel Regolamento Sanitario Internazionale nel 2005 e, di conseguenza, il modello statunitense di emergenza sanitaria è stato esportato nella comunità internazionale ed è ora incorporato nelle costituzioni nazionali che non hanno mai avuto tali disposizioni costituzionali di emergenza.

Le obsolete disposizioni del IHR sul contenimento delle malattie sono state poi sostituite per includere gli agenti patogeni che rappresentano una minaccia per la sicurezza nazionale e che richiedono un regime di emergenza che consenta la “irrigazione” degli standard legali non solo in termini di norme di sicurezza medica, ma anche in termini di standard fondamentali, libertà e diritti civili.

Secondo questo nuovo paradigma, le malattie endemiche che contano il maggior numero di morti non rientrano nell’attenzione di questo insieme di regole globali – che sono ora la procedura standard per le pandemie – ma solo i nuovi agenti patogeni identificati senza trattamento medico che richiedono quindi una licenza di emergenza, poiché le sostanze sono tutte prive di licenza.

Inoltre, l’importanza della diagnostica è emersa nell’ambito dell’ideologia della sicurezza sanitaria globale come una nuova questione prioritaria, perché la minaccia deve essere identificata come “minacciosa prima degli effetti devastanti“, secondo questa ideologia.

La disponibilità di diagnostici è considerata un requisito necessario per la preparazione e la risposta alle pandemie.

Inoltre, sotto la minaccia del bioterrorismo, la creazione di laboratori è aumentata in tutto il mondo, come ci ha già spiegato Bush. Perché le armi biologiche sono definite armi di distruzione di massa e costituiscono un crimine secondo il diritto internazionale. L’unica via legale per intraprendere legalmente la ricerca e il trattamento medico si chiama “biodifesa”, che si svolge nei laboratori, come abbiamo appreso.

Vorrei ricordare che tutti i coronavirus della SARS rientrano nella categoria C degli agenti potenzialmente bioterroristici degli Stati Uniti e sono anche classificati nel regime di esperti dell’UE per il doppio uso. Ciò si riferisce al potenziale uso civile e militare.

Spero che ora il quadro diventi un po’ più chiaro attraverso alcune conoscenze storiche necessarie per capire perché l’OMS e la comunità globale non affrontano la SARS-CoV-2 in conformità con lo stato dell’arte delle conoscenze mediche, …

…ma piuttosto di combattere il virus come minaccia per la nazione in modo sproporzionato,
con una terminologia militare anziché medica,
con contromisure definite mediche e non-mediche.
In tutti i ministeri della salute del mondo sono stati istituiti nuovi dipartimenti chiamati dipartimenti per la sicurezza sanitaria nazionale.

In secondo luogo, vorrei spiegare in modo più dettagliato perché il piccolo numero di casi di polmonite atipica di Wuhan alla fine del 2019 e nei primi giorni del 2020 è stato segnalato all’OMS e presto è diventato un’emergenza di salute pubblica di rilevanza internazionale, e poco dopo una pandemia.

Tutto ciò è dovuto al Regolamento sanitario internazionale e alla sua revisione. Inoltre, il Regolamento sanitario internazionale, denominato IHR, prevede un approccio per tutti i rischi. Alcuni agenti patogeni, come qualsiasi nuovo ceppo di un sottotipo di influenza o qualsiasi coronavirus della SARS, sono ancora prioritari e devono essere segnalati all’OMS entro un limite di 24 ore.

L’identificazione di questo nuovo virus è stata possibile perché la Cina, dopo l’epidemia di SARS del 2002, ha adottato un regime di screening molto severo per le malattie respiratorie. Pertanto, è stato possibile per la Cina identificare questo nuovo agente patogeno. Già il 1° gennaio, l’OMS ha richiesto ulteriori informazioni sull’epidemia a causa delle informazioni fornite da Taiwan.

Il 3 gennaio, la Cina ha notificato ufficialmente all’OMS un gruppo di 44 pazienti, di cui undici gravemente malati di polmonite di eziologia sconosciuta, dopo che l’OMS …

Reiner Fuellmich: Non sembra una pandemia.

Silvia Behrendt: Sì, è vero. … dopo che l’OMS aveva già richiesto maggiori informazioni, e c’è stata la chiusura del mercato di Wuhan. Quindi, questa politicizzazione e l’interesse dell’OMS in questa fase iniziale, il 1° gennaio, quando solo 44 persone avevano questa polmonite atipica e 11 persone soffrivano gravemente di questa polmonite atipica, è davvero un aspetto interessante che dovrebbe portare a qualche precauzione su come è iniziata l’intera crisi.

Non sono stati segnalati decessi né casi internazionali, e il potenziale di trasmissione da uomo a uomo non è stato valutato in quel momento.

Nel frattempo, il nuovo virus è stato identificato come SARS coronavirus. Ciò significa che l’identificazione di questo nuovo virus rientra nel Regolamento Sanitario Internazionale che richiede formalmente una notifica ufficiale automatica. L’OMS e il Direttore Generale sono obbligati a costituire un Comitato di Emergenza ai sensi del Regolamento Sanitario Internazionale una volta ricevuta la notifica ufficiale. Quindi, è legalmente obbligato a costituire questo Comitato di emergenza.

Quindi – ora la cosa si fa interessante – nello stesso periodo, il professor Drosten e altri hanno lavorato intensamente in Germania per consegnare all’OMS un test diagnostico con il metodo della PCR per questo nuovo virus. Il professor Drosten è stato anche l’autore principale nel 2003, quando è stato identificato il nuovo coronavirus della SARS e da allora è stato nominato esperto dell’OMS.

Il suo primo protocollo è stato consegnato ufficialmente all’OMS il 13 gennaio 2020, il che implica che, ovviamente, aveva lavorato prima dello stato di presentazione, e l’OMS ha immediatamente ritirato il suo primo protocollo di questo test ai suoi Stati membri. Successivamente, questo test è stato rivisto e infine pubblicato sulla rivista Eurosurveillance il 23 gennaio.

Ha anche contribuito alla guida provvisoria dell’OMS datata 10 gennaio, e questa guida provvisoria è stata pubblicata – potete avere maggiori informazioni se volete in seguito, ma altrimenti diventa complicato – questa guida informativa è stata pubblicata come parte di un pacchetto completo di circa dieci documenti di guida dell’OMS per i Paesi che coprono argomenti relativi alla gestione di un focolaio della nuova malattia da coronavirus. Quindi, il 10 gennaio, l’OMS aveva già pubblicato un pacchetto completo.

Reiner Fuellmich: A quel tempo, quando non c’erano letteralmente casi, a parte i 44 casi?

Silvia Behrendt: Sì. E questi stavano diventando ufficiali. E di solito all’OMS ci vuole molto tempo per pubblicare qualcosa, perché deve essere autorizzato.

È importante notare che, poiché ogni coronavirus della SARS richiede una notifica ufficiale ai sensi dell’IHR, il Direttore generale ha dovuto convocare un Comitato di emergenza COVID-19 come obbligo legale ai sensi dell’IHR. Sul sito web dell’OMS è possibile trovare gli esperti che fanno parte di questo comitato e i loro CV.

Questo Comitato d’emergenza consiglia il Direttore generale nella proclamazione dell’esistenza di un’emergenza sanitaria pubblica di rilevanza internazionale, che è un’autorità esecutiva del Direttore generale in conformità con i principi legali stabiliti dall’IHR.

La prima riunione si è tenuta il 22 gennaio, dove gli esperti non hanno trovato un accordo sull’esistenza o meno di una PHEIC [=FAKE] (questa è l’abbreviazione di Public Health Emergency of International Concern che l’OMS utilizza). E hanno convenuto che non c’era alcuna diffusione internazionale dell’epidemia di novel coronavirus, che era dovuta a soli 17 decessi e 557 casi confermati il 22 gennaio. Quindi, hanno avuto un’idea e hanno detto: “Tra dieci giorni ci incontreremo di nuovo per valutare la situazione attuale dei nuovi casi”. Ciò è avvenuto il 13 gennaio. In quei dieci giorni i casi sono aumentati di 14 volte, fino a 7.711 casi confermati e addirittura 12.167 casi sospetti.

Reiner Fuellmich:

Quindi, quello che è successo è che Drosten ha consegnato il suo kit di analisi all’Organizzazione Mondiale della Sanità e, grazie all’uso del suo nuovo test, all’improvviso abbiamo avuto un numero di casi 14 volte superiore a quello che esisteva prima che lui usasse il suo test.

Silvia Behrendt: Questo è ciò che dicono i documenti.

Reiner Fuellmich: In sostanza, i casi necessari per dichiarare un’emergenza sanitaria di portata internazionale sono stati riscontrati grazie al test. È corretto?

Silvia Behrendt: Per lo meno, avevano bisogno della trasmissione internazionale e dovevano diagnosticarla. E senza un test diagnostico non è possibile. Quindi, l’unico che ha fatto questo test è Drosten, come si legge nel documento. Questo è ciò che dicono i documenti.

Reiner Fuellmich:

Se non fosse stato per il suo test, l’OMS dieci giorni dopo avrebbe avuto forse ancora 500 casi, ma non 14 volte tanto?

Silvia Behrendt: Se non c’è un test, non si può qualificare come nuovo virus. Questo è il problema. La cosa più importante che tutti dovrebbero sapere è che la proclamazione di un’emergenza sanitaria di portata internazionale è legata alla produzione di vaccini. Questa è la cosa più importante che ogni persona giuridica o chiunque dovrebbe sapere. Non si tratta della pandemia. Non c’è alcuna conseguenza legale se l’OMS proclama o definisce una pandemia. È interessante solo per i media. Ma l’emergenza di salute pubblica è collegata al percorso normativo per l’autorizzazione all’uso di emergenza.

Reiner Fuellmich:

Senza un’emergenza di salute pubblica di rilevanza internazionale, non è possibile utilizzare farmaci non testati come i vaccini?

Silvia Behrendt: Esatto. Perché tutte le leggi secondarie – come l’UE, la FDA, gli Stati Uniti – utilizzano il concetto di emergenza sanitaria pubblica proclamato anche dall’OMS.

Virginie de Araujo Recchia: Vorrei avere la conferma che Bill Gates ha fatto pressione sull’OMS per dichiarare una pandemia e che sappiamo che la Charité di Berlino, che è legata a Drosten, ha sviluppato questi test con il finanziamento della Fondazione Bill e Melinda Gates e del Wellcome Trust. Può confermarlo?

Astrid Stuckelberger: Quello che possiamo confermare – ed è quello che stavo per spiegarvi – è che c’è stato un piano a partire dal 1999, che potete vedere cronologicamente con gli eventi, che ha portato GAVI dalla Vaccine Alliance all’UNICEF per iniziare a unirsi alle Nazioni Unite, non solo con l’UNICEF, ma anche con la Banca Mondiale e l’OMS – attraverso il finanziamento di questa IFFIm, la International Financing Facility for Immunization – quindi, hanno fatto un trio, la triade. Allo stesso tempo, nel 2006 GAVI ha iniziato a essere un’alleanza globale in Svizzera come fondazione. Nel 2006 hanno quindi registrato un accordo tripartito tra Banca Mondiale, OMS e GAVI per ottenere finanziamenti dagli Stati membri.

Questo è stato il primo passo. Poi nel 2009 si è registrata in Svizzera come organizzazione internazionale di nuovo tipo.

Abbiamo un comunicato stampa firmato dal governo svizzero che dimostra che è stata creata appositamente per Bill Gates, questa organizzazione internazionale con immunità totale. Non si può fare nulla. Non si può nemmeno portarlo in tribunale. In caso di disaccordo, il tribunale è loro.

Da allora ha iniziato, e abbiamo i documenti dell’OMS, a creare un decennio, 2010-2020, un Decennio dei vaccini. Ci siamo occupati dell’implementazione, dell’implementazione dell’IHR, perché bisognava insegnare e formare i Paesi per essere preparati. Abbiamo concluso il primo ciclo nel 2012, dal 2009 al 2012. L’abbiamo ricevuto con l’Università di Georgetown, l’Università di Pretoria e io ero con l’Università di Ginevra. A quel tempo, quando abbiamo interrotto il ciclo, abbiamo ottenuto di nuovo i fondi dal Giappone e improvvisamente si è interrotto. Hanno detto che non c’erano più fondi. Avevamo quasi firmato un contratto.

E ora ho scoperto il perché: nel 2012, all’Assemblea Mondiale della Sanità, Bill Gates è stato nominato leader del piano d’azione globale sui vaccini 2012-2020.

Quindi, è splendidamente scolpito. Da quel momento in poi, è stato al posto di guida, e se ne parla. GAVI è il leader della maggior parte di ciò che riguarda i vaccini. E non si tratta più solo di bambini, come l’UNICEF, ma di tutto il mondo.

Questa è una prova sufficiente che c’è un piano.

E continua. Voglio dire, lui fa parte del gruppo SAGE, il Gruppo Consultivo di Esperti Strategici [UK]. E nel 2016 hanno preparato un rapporto di valutazione del Piano d’azione globale sui vaccini 2012-2020, il GVAP. E nel 2016 erano molto arrabbiati perché non avevano vaccinato tutto il mondo. E prenderebbero qualsiasi scusa con la vaccinazione, e non parlano di sperimentale o convalidata, è tutto vaccino, naturalmente. E nel 2016, si può davvero vedere che non sono contenti. E il signor GAVI Global [Bill Gates] sta dicendo che dobbiamo davvero fare uno sforzo. Quindi, ha creato un programma chiamato “Programma di accelerazione dei vaccini“.

Reiner Fuellmich: Chi ha ricevuto l’immunità diplomatica nel 2009? È stata la GAVI o la Fondazione Bill e Melinda Gates? O è stato Bill Gates personalmente? O tutti?

Astrid Stuckelberger: No, in realtà è la Fondazione GAVI Alliance. Ma hanno tolto il nome “Fondazione” e nell’accordo si parla di GAVI, l’Alleanza Globale per le Vaccinazioni. Posso trovare il termine esatto nel mio articolo, ma riguarda proprio lui, la Fondazione Bill & Melinda Gates. Quello che scopro sempre di più è il meccanismo finanziario per finanziare o ricevere fondi per un programma. Ho scoperto ancora una volta che il governo svizzero, Swiss Medic, la FDA della Svizzera, ha firmato un accordo per fornire a Bill e Melinda Gates per il suo programma $ 900.000 in tre anni, dal 2020 al 2023, quindi $ 300.000 ogni anno.

Quindi, ho il sospetto che quando prendiamo un modello come la Svizzera o, come ha detto Silvia, la meccanica tra la normativa nazionale e quella internazionale, sia stata applicata come modello in tutto il mondo che la legge sulle epidemie di un Paese nazionale sia vincolante per il Regolamento Sanitario Internazionale.

Anche la Costituzione della Svizzera ha una piccola riga che hanno aggiunto senza interpellarci, in cui si dice che il diritto internazionale sostituisce il diritto nazionale in materia di salute.

E poi si può vedere che nella legge sulle epidemie che è stata approvata nel 2016 – quindi probabilmente in tutti i Paesi, dovremmo controllare e sono abbastanza sicura che l’abbiamo vista in Canada – c’è una legge sulle epidemie, una legge di emergenza che dice al Paese che dovrà obbedire al Regolamento sanitario internazionale.

Se viene dichiarata una PHEIC (Public Health Emergency of International Concern), ogni Paese deve attivare immediatamente il meccanismo di obbedienza.

Ed è questo che spiega perché quando il 16-17 marzo o intorno lì, tutto il mondo si è bloccato, perché questo è incomprensibile secondo il Regolamento Sanitario Internazionale. Secondo la SARS-CoV-1, non è mai successo che all’improvviso il virus fosse ovunque. È quello che sta accadendo anche con Omicron. Inizia in Sudafrica e il giorno dopo è in tutto il mondo.

Reiner Fuellmich: Sì, ma c’è – per quanto riguarda il Regolamento sanitario internazionale – una qualche legittimità democratica di questo Regolamento sanitario internazionale? Chi ha inventato questo Regolamento Sanitario Internazionale, è stato votato per qualche carica?

C’è una qualche legittimità democratica in tutto questo? O è solo un’impresa privata di chi controlla l’Organizzazione Mondiale della Sanità?

Astrid Stuckelberger: Quando insegnavamo e formavamo sul Regolamento Sanitario Internazionale, la domanda che veniva posta molto spesso era:
come mai è vincolante per gli Stati membri?”
La risposta è stata straordinaria e vi spiegherà quanto sia importante esaminare ora questo nuovo trattato sulle pandemie. L’OMS è per il momento l’unica agenzia delle Nazioni Unite ad avere una costituzione.

Gli articoli 21(19), 21a e 2 della Costituzione dell’OMS vincolano direttamente gli Stati membri se adottano il Regolamento sanitario internazionale. Quindi, non hanno bisogno di seguire l’intera procedura di un trattato. Ecco perché è molto pericoloso. Questa Costituzione dell’OMS è come se fosse stata progettata per sostituire tutte le costituzioni del mondo. Perché mai si dovrebbe usare la parola “costituzione”?

E la risposta degli avvocati dell’OMS è sempre stata:
Oh, l’abbiamo adottata all’Assemblea Generale del 2005 in base alla Costituzione dell’OMS, articolo 21a e articolo 2“.

Reiner Fuellmich: Sì, ma le persone che hanno creato il Regolamento sanitario internazionale non sono state votate nella loro posizione, non hanno alcuna autorità. Esiste un legame tra gli Stati membri e il Regolamento sanitario internazionale, oppure esiste solo la Costituzione che essi stessi hanno inventato?

Astrid Stuckelberger: Beh, mi lasci spiegare il meccanismo delle Nazioni Unite, con tutte le grandi agenzie come l’Ufficio Internazionale del Lavoro, l’ITU per le telecomunicazioni, per i rifugiati. Ogni anno si tiene un’assemblea mondiale, come una ONG. Ogni anno si svolge un’assemblea mondiale della salute presso le Nazioni Unite a Ginevra, la terza settimana di maggio, dove tutti gli Stati membri hanno la loro piccola sede, sono tutti insieme e hanno un ordine del giorno e decidono insieme l’agenda del mondo.

Ma di solito, se c’è una decisione importante, sono solo figli dell’Assemblea generale delle Nazioni Unite. Quindi, dovrebbero rivolgersi all’Assemblea Generale e ricevere la benedizione del Segretario Generale, che è il capo delle Nazioni Unite, che dovrebbe dare la sua benedizione all’OMS. Non vedo questo nel caso del Regolamento Sanitario Internazionale, se questo può essere un indizio.

Silvia Behrendt: Vorrei solo aggiungere che il Regolamento Sanitario Internazionale – perché abbiamo iniziato con il 1850 qualche ora fa. È un regime molto interessante perché è un trattato internazionale che risale alle convenzioni sanitarie del 1850. Si tratta quindi di uno dei più antichi regimi giuridici internazionali che sono stati trasferiti all’OMS e che sono stati riconosciuti dalla costituzione dell’OMS. L’OMS aveva già in mente di avere un regime normativo accelerato.

Quindi, c’è stato un processo normativo che prevede che, nell’ambito dei regolamenti sanitari, a cui ora si può fare riferimento per le leggi sulle pandemie, gli Stati membri debbano optare per l’esclusione e non per l’adesione. Quindi, in base alla risoluzione approvata, il trattato internazionale deve entrare in vigore nello Stato membro, altrimenti lo Stato membro deve rinunciare di proposito. Quindi, è il processo inverso del diritto internazionale. È una cosa davvero unica. Credo che nessun’altra organizzazione internazionale abbia questa capacità.

È democratico perché si tratta di un processo negoziale intergovernativo. E la cosa interessante è che solo a causa dell’emergere della SARS, hanno avuto questa nuova ideologia adattata dall’idea di “sicurezza sanitaria globale” che non le malattie endemiche sono devastanti per le persone, ma solo le nuove malattie che non hanno un trattamento medico.

Così, hanno inserito questo nuovo concetto nelle vecchie leggi già esistenti all’OMS e nel mondo. Quindi, hanno adottato questa ideologia totalmente nuova. Ed è questa la cosa più eclatante che abbiamo ora. Ed è stata approvata come risoluzione. È interessante che si tratti di un trattato internazionale e che l’OMS non ne faccia parte, ma sia solo vincolata dalla risoluzione. Mentre per altri trattati internazionali, come la Convenzione quadro sul controllo del tabacco, l’OMS è firmataria. Si tratta quindi di una legge internazionale, non di un trattato.

Reiner Fuellmich: Continuo a non capire. Non vedo alcun legame tra me, i miei connazionali e questi regolamenti sanitari internazionali.

Silvia Behrendt: Questo è un problema di tutto il diritto internazionale.

Reiner Fuellmich: Beh, non proprio. Penso che questo sia abbastanza unico.

Silvia Behrendt: Gli Stati membri hanno dato il loro consenso nel 2005. Tutti hanno detto di voler avere questo nuovo tipo di regole per il diritto internazionale, e ora sono obbligati ad attuarlo a livello nazionale. O dal 2007, quando è entrata in vigore, sono obbligati ad applicarla. Ad esempio, in Austria, dove vivo, non abbiamo una clausola di emergenza nella nostra Costituzione, e non abbiamo adottato le nostre leggi sanitarie, le nostre leggi sull’epidemiologia. Non c’è una clausola di emergenza, e si continua ad avere lo stesso regime.

Questo è ciò che dico sempre. Qualunque regime giuridico e qualunque costituzione abbiano i Paesi, ovviamente il sistema può avere un impatto su qualunque Paese, qualunque sistema costituzionale e qualunque regime giuridico, è possibile con o senza clausole di emergenza. Si applicano regole di emergenza.

Astrid Stuckelberger: È la stessa cosa con gli obiettivi di sviluppo del millennio e gli obiettivi di sviluppo sostenibile, che sembrano corrispondere al periodo 2000-2015, 2015-2030, gli obiettivi di sviluppo sostenibile.

Si sta creando un intero meccanismo intorno a questo, che diventa sempre più oscuro. Ed è sempre più oscuro quanto noi, come cittadini, decidiamo davvero. E non decidiamo più nulla perché diventa così complesso e oscuro.

Reiner Fuellmich: Dobbiamo assolutamente riprenderci la nostra sovranità. Questa è la conclusione che ne traggo, perché anche se l’UE vuole proporre una nuova legge, ad esempio, può decidere di introdurla, ma se gli Stati membri non la ratificano nei loro Paesi, non diventa legge nei loro Paesi. Quindi, questo è abbastanza sorprendente per me e credo anche per molti avvocati che dovrebbero essere a conoscenza di queste cose. È molto inquietante.

Silvia Behrendt: E nell’UE hanno creato l’agenzia HERA, che è la stessa cosa, ma probabilmente molto più coercitiva. E questo è un problema davvero enorme.

Non hanno alcuna autorità in materia di salute, ma fanno finta di averla e continuano a creare le agenzie e a dare istruzioni a noi, senza processi democratici.

Reiner Fuellmich: HERA sta per Health Emergency Response Agency, giusto?

Silvia Behrendt: Sì.

Reiner Fuellmich: E non c’è una voce che dice: se i governi nazionali degli Stati membri dell’UE crolleranno, allora prenderanno il controllo e sotto la Commissione europea ci sarà una specie di mini governo mondiale. Le sembra plausibile?

Silvia Behrendt: Non ne ho idea, ma sono sicura che a loro piacerebbe molto.

Astrid Stuckelberger: Sì, è l’idea di questo trattato sulle pandemie.

Perché questo trattato sulle pandemie ha degli articoli alla fine che dicono che con la costituzione dell’OMS non abbiamo bisogno di altre costituzioni come Stati membri.

Non solo diminuiscono il potere degli Stati membri, ma hanno invitato un sacco di attori non statali – ONG, GAVI, intergovernativi. Bill e Melinda Gates potrebbero essere una ONG, e poi fanno cose diverse. La Fondazione Rockefeller, l’ho incontrata all’OMS, viene a partecipare alle riunioni, e sono ONG, non sappiamo cosa siano.

Quindi, anche gli attori non-statali sono invitati a partecipare a questo nuovo trattato, che assumerebbe letteralmente, attraverso la Costituzione dell’OMS – una Costituzione mondiale – il significato di “pandemia”.

Reiner Fuellmich:

Quindi, in definitiva, si tratta di associazioni private, persino di individui privati, che prendono il controllo dei nostri governi nazionali attraverso l’Organizzazione Mondiale della Sanità, usando la salute come un piede di porco per fare quello che vogliono.

Astrid Stuckelberger: Sì, potremmo dire così. Lo si può vedere attraverso i finanziamenti, perché la GAVI e i partner privati hanno iniziato a invadere e interferire con le Nazioni Unite. Mi sono occupata di questo perché sono stata chiamata a organizzare per la Svizzera gli Open Days delle Nazioni Unite per due giorni. Ho imparato molto su un’organizzazione di cui nessuno sente parlare, che in realtà è un’entità privata, chiamata UN Global Compact.

Il Global Compact delle Nazioni Unite è solo del settore privato. Possono, per esempio, finanziare – voglio dire, è aperto alle partnership.

Silvia Behrendt: Inoltre, l’attuazione del Regolamento sanitario internazionale è molto strana, perché viene effettuata da valutazioni esterne definite dall’Agenda per la Sicurezza Sanitaria Globale. E se si guarda la pagina del sito web dell’Agenda per la Sicurezza Sanitaria Globale, si dice che ha un consorzio privato, e non si sa, non si ha alcuna informazione su quale consorzio privato sia. Ma si sa che questi valutatori esterni vanno in Germania e in ogni Paese. È persino sul sito web della RKE (Richardson Kontogouris Emerson LLP) che si applaude a quanto sia grande.

Ma non dicono che è implementato da enti privati. Non si sa.
Non voglio che le leggi siano attuate da enti privati.
È assolutamente antidemocratico.
E ne sono molto orgogliosi. Ne vanno molto fieri.

Reiner Fuellmich: È bizzarro.

Virginie de Araujo Recchia: Se ho capito bene, ci sono consulenti privati che lavorano anche con l’OMS, come McKenzie, Censure, anche loro sono un braccio della Fondazione Bill Gates?

Astrid Stuckelberger: Sì, è una buona domanda. Ho cercato il collegamento tra McKenzie e OMS perché sappiamo che sono loro a creare la comunicazione. E credo che l’abbiano inserita nell’ambito di qualcosa che stanno creando ora, un panel intergovernativo. Qual è il titolo esatto? Rete negoziale intergovernativa, qualcosa del genere. Questo è appena successo al Consiglio esecutivo. Quindi, è un po’ preoccupante, perché penso che tutte le agenzie di comunicazione siano coinvolte in questo processo. Non sono le uniche.

Viviane Fischer: Quindi, cosa aggiunge questo trattato alla situazione attuale?

Silvia Behrendt: Beh, il trattato è molto mistico. Ho appena sentito l’ex consulente legale dell’OMS parlarne. È disponibile su Internet. Ed è molto politico. Probabilmente il più accanito sostenitore è Charles Michel. Ha suggerito che l’Unione Europea vuole questo trattato. Gli Stati Uniti sono una sorta di manifesto. Hanno proposto di rafforzare l’IHR.

Quindi, il problema sarà un mondo a doppio binario, perché se si affrettano a fare un trattato, solo un piccolo numero di firmatari lo firmerà. Il RSI è uno strumento universalmente riconosciuto. E non abbiamo detto che in realtà avrebbe degli aspetti positivi che vengono trascurati e violati:

ha la clausola di attuazione dei diritti umani, che non viene rispettata, assolutamente violata.

Quindi, ci sono stati accordi compromessi alla fine, quando hanno approvato la risoluzione. Ma non sono stati menzionati e nessuno ha trovato un tribunale che ne abbia accertato la violazione.

Quindi, il problema è che quello che vorrebbero fare è avere un’industria farmaceutica a monte e una a valle, probabilmente. Perché il campo di applicazione del trattato non è nemmeno chiaro. Nemmeno questo è chiaro. L’unica cosa è che c’è molta comunicazione al riguardo.

Il Direttore Generale è un grande sostenitore di questo trattato perché è molto politico, in un certo senso. Ed è molto, molto strano che tipo di intenzioni ci siano dietro.

Si parla di “preparazione e risposta“. Quindi, quello che sappiamo è che hanno inventato una nuova procedura, anch’essa problematica. Si chiama Autorizzazione all’uso di emergenza dell’OMS.

In questo modo Big Pharma può andare dall’OMS e dire: “Sto inventando un nuovo farmaco o un nuovo set diagnostico per questa emergenza di salute pubblica. Vorremmo che lo inseriste nella vostra lista“.

E poi l’OMS lo inserisce nell’elenco con una clausola di esclusione della responsabilità che dice che non c’è alcuna garanzia o approvazione dell’OMS e che se qualcuno muore non è colpa dell’OMS, è solo un elenco.

E poi la GAVI prende questa lista e dice: “Oh, possiamo esportarla in tutto il mondo. Anche se non abbiamo autorità mediche rigorose e molto competenti. Abbiamo questo elenco dell’OMS e ora possiamo contribuire all’obiettivo“.

Questo è ciò che fanno i trattati di GAVI e questa alleanza per i vaccini, questa struttura COVAX, il terzo pilastro di questo acceleratore ACT.

Probabilmente vorrebbero trovare modi migliori di regolamentazione per far sì che diventi un processo normale che Big Pharma si rivolga a un’organizzazione internazionale. Ma in realtà si tratta di un trattato di diritto internazionale privato, non di diritto internazionale pubblico, perché il problema del diritto internazionale dei clienti non è riconosciuto. È una norma che prevede che non ci siano trattamenti medici di alcun tipo senza il vostro consenso, a cui non potete derogare. Quindi, sì, è un problema enorme.

Reiner Fuellmich: Stasera abbiamo appreso da tutti gli altri esperti – compresi, ovviamente, i tre esperti che hanno testimoniato all’inizio di questa sessione – che, ad esempio, nel Regno Unito la sanità è stata ampiamente privatizzata.

È controllata da gruppi privati, persino da enti di beneficenza privati. Abbiamo appreso che attraverso questa privatizzazione, anche il loro sistema psichiatrico è stato privatizzato. Ci sono persone private dietro tutto questo, ed è così che controllano tutto. Creano persino i loro futuri leader, come fa il Forum Economico Mondiale, cioè hanno le loro persone a cui dicono cosa fare nelle posizioni di potere dei governi.

Ora, se guardo all’OMS, c’è un uomo di nome Tedros, che è il Direttore generale. Chi è?

Ho letto sui giornali che nel suo Paese è stata presentata una denuncia penale per genocidio.

È il tipico, diciamo, burattino che le entità private che gestiscono la sanità utilizzano per perseguire i loro obiettivi?

Astrid Stuckelberger: No, devo dire che non ho mai visto un Direttore generale così. Ne ho conosciuti molti. Ma so anche dall’interno che il personale era molto scontento di lui e ha chiesto le sue dimissioni. E naturalmente non è mai successo. Un altro scoop, se non l’ho già detto, è che sul consiglio di amministrazione della Fondazione GAVI si possono vedere i nomi di persone che hanno fatto parte della GAVI.

Ebbene, Tedros ha fatto parte della GAVI prima di essere eletto Direttore Generale. Conflitto di interessi. Ha fatto parte del consiglio di amministrazione tra il 22 gennaio 2009 e il settembre 2011.

L’altra persona in conflitto di interessi è il Presidente dell’Irlanda, che era a capo della Commissione per i diritti umani. La conosco, ma sono molto sorpresa che sia stata presente con il Presidente con la firma anche di GAVI dal novembre 2008 al settembre 2011. Posso darvi il documento. Non è un problema. È molto preciso: dal 25 novembre 2008 al 14 settembre 2011.

Ci sono molti nomi che non conosco, e sono sicuro che troverete molti nomi che forse troverete anche nei vostri Paesi, perché ci sono rappresentanti di Paesi che sono in GAVI prima ancora di essere in carica.

Quindi, è chiaro che Tedros era già legato a Bill Gates.

Reiner Fuellmich: Quindi, ovunque si guardi, si vedono conflitti di interesse.

Astrid Stuckelberger: Vorrei solo aggiungere una cosa che potrebbe essere interessante dal punto di vista legale. Nell’allegato, nelle note alla fine di questo Regolamento sanitario internazionale del 2005, ci sono due Paesi che hanno espresso riserve sul fatto di non essere completamente d’accordo, perché vogliono applicare la loro sicurezza globale a livello nazionale. E si può indovinare chi sono. Sono gli Stati Uniti e l’Iran. Quindi, è interessante vedere che due Paesi sono riusciti a porre una riserva su questo punto. Come mai gli altri non l’hanno fatto?

Reiner Fuellmich: Perché i loro popoli non si sono espressi. Ma lo faranno.

Debbie Evans: Volevo solo accennare rapidamente al fatto che, quando ha parlato del Regno Unito, anche qui abbiamo un problema serio con i non vaccinati: chiunque venga ricoverato in ospedale con un test COVID-19 positivo sembra essere inserito in un piano di cura di fine vita, di fine vita accelerata.

Sembra che ai pazienti vengano somministrati midazolam e morfina. E questo senza il loro consenso. Senza il consenso delle loro famiglie. Queste decisioni vengono prese solo dai medici. E le famiglie e il paziente non hanno alcuna voce in capitolo.

Quindi, voglio essere sicura di includere le vittime di questo disastro assoluto che non sono vaccinate. Inoltre, vorrei richiamare la vostra attenzione sul CEPI. CEPI è stato fondato nel 2017 e CEPI e GAVI hanno lavorato finanziariamente a stretto contatto. Quando CEPI è stata lanciata nel 2017, Bill Gates, in occasione del lancio del World Economic Forum, ha dichiarato che avrebbero eliminato la sicurezza per quanto riguarda gli studi clinici. L’ha detto apertamente ed è stato effettivamente riportato nel notiziario di UK Column.

Bill Gates ha detto che i dati di sicurezza e la produzione sarebbero stati eliminati, consentendo così alla missione dei 100 giorni di procedere, di avere la distribuzione dei vaccini entro 100 giorni dalla dichiarazione di pandemia da parte dell’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Inoltre, per quanto riguarda Whitney Webb che prima ha parlato di DARPA (vedi il video completo della sessione), abbiamo una nostra specie di DARPA diluita, se volete. Abbiamo l’ARPA, ma anche il Wellcome Leap, su cui Whitney ha raccolto molte informazioni quando si tratta di armi biologiche e produzione di sostanze biochimiche.

Inoltre, vorrei tornare al brevetto, perché il brevetto Rothschild del 2015, se guardate il documento completo, contiene tutto ciò che vediamo oggi ed è stato approvato nel 2020, ma la priorità è stata data nel 2015. Quindi, è stato scritto nel 2015.

Quello che vediamo ora è tutto ciò che fa parte di quel brevetto. Quindi, insieme alla pandemia SPARS – e la pandemia SPARS 2025-2028 era un coronavirus, e alcuni dei nomi sono gli stessi dello scenario futuristico della Johns Hopkins, come CORAVAX. Ci sono moltissime somiglianze.

So che avete parlato di LockStep, ma vorrei ricordare che SPARS Pandemic 2025-2028 fornisce una ripartizione mese per mese. E se si guarda a quando abbiamo iniziato, a marzo, quando abbiamo avuto il primo caso nel nostro Paese, o a dicembre a Wuhan, la previsione va letteralmente mese per mese.

Quindi, la previsione per il futuro sembra essere la resistenza antimicrobica, che è già scritta nello SPARS. E stiamo scoprendo che molte persone in questo Paese non sono in grado di accedere agli antibiotici e che i medici di base e i medici qui non vogliono somministrare antibiotici. Quindi, volevo solo aggiungere questo. Grazie.

Reiner Fuellmich: Abbiamo molti motivi per preoccuparci della nostra sovranità, non ultimo il Regolamento sanitario internazionale dell’Organizzazione Mondiale della Sanità. Questo sembra essere il tema principale.

Sembra che, attraverso la loro costituzione e la revisione del Regolamento sanitario internazionale, stiano cercando di ottenere il controllo sul resto del mondo, compresi, ovviamente, tutti i 196 Stati membri. È una valutazione corretta?

Silvia Behrendt: Sì, almeno credo, perché nella prima parte della mia esperienza confido che gli aspetti militari siano stati inclusi in questa agenda ma non siano stati nominati.

Questo è il motivo per cui ora abbiamo una risposta “pandemica”, che non è medica, che è sproporzionata e politica e non ce ne rendiamo conto.

Perché hanno incluso questo scenario bioterroristico e hanno adattato il linguaggio alla sicurezza sanitaria globale – questo è anche il Centro per la biodifesa civile. Inoltre, all’epoca di Dark Winter, si chiamava Johns Hopkins Global Health Security Center. Center for Civilian Biodefence, credo fosse il nome corretto. Avevano anche una rivista chiamata Bioterrorismo o Biodifesa, che ora si chiama Sicurezza sanitaria globale.

Quindi, non dobbiamo dimenticare che una guerra biologica potrebbe andare avanti, almeno, quindi è molto più politica, come concordano gli stessi politici.

Astrid Stuckelberger: Aggiungo due punti. Uno: dovremmo preoccuparci di tutte le Nazioni Unite, perché gli Obiettivi di Sviluppo Sostenibile sono 17 obiettivi e 169 target. Si tratta dell’Agenda 2030, ed è tutto ingarbugliato, soprattutto per quanto riguarda il cambiamento climatico, ad esempio. Ma ci sono molti altri meccanismi.
Il secondo è l’Alleanza delle Nazioni Unite per il finanziamento degli SDG. Che cos’è? Quando si scava, si trovano molte cose, molto misteriose, che dobbiamo scoprire. Ma un’altra cosa che potrebbe interessarvi è – ricordate che le pandemie o le emergenze di salute pubblica di portata internazionale hanno quattro tipologie. Mi stavo occupando dei casi di studio ed era molto importante distinguere. È quello che dovremmo fare con quello che sta succedendo ora, perché siamo tutti concentrati sul fattore biologico.
Ma in realtà, il primo è la biologia delle infezioni.
Il secondo è la biologia delle infezioni alimentari. E c’è un’intera organizzazione dietro a questo, chiamata INFOSAN.
Il terzo è il fattore chimico, e il fattore chimico è il mercurio, può essere il metallo, ecc. C’era un esperto, Kasten Gutschmit, un tedesco che invitavo, che faceva sempre ottimi rapporti, ma era molto difficile trovare gli esperti.
E il quarto, che è molto importante, e vedrete perché, è quello delle radiazioni radio-nucleari e questo è ancora più difficile da trovare. Me ne rendo conto, perché nei nostri corsi abbiamo invitato persone che si occupano di questo aspetto. Si tratta dell’Agenzia internazionale per l’energia atomica, con sede a Vienna, e sono esperti di radiazioni nucleari, Chernobyl, Fukushima. Sono i primi della classe.

Quello che mi ha scioccato è che quando abbiamo fatto i casi di studio di Fukushima, abbiamo chiesto loro cosa ha fatto l’OMS? E loro hanno risposto:
All’OMS non è stato permesso di accedere a Fukushima“.
Gli è stato negato il visto perché il primo ad arrivare è l’AIEA, l’Agenzia Internazionale per l’Energia Atomica. Ciò che è molto strano è che hanno un accordo che dà loro potere sull’OMS.

Proprio oggi sono andata a vedere cosa stanno facendo con il Covid. Sono molto spaventata nel dirvi che sono responsabili del kit RT-PCR. Sono indipendenti dalle Nazioni Unite, hanno un proprio trattato internazionale e fanno rapporto all’Assemblea Generale delle Nazioni Unite e al Consiglio di Sicurezza Sociale. Questo è per le testate nucleari, per una minaccia radio nucleare che potrebbe uccidere l’intero pianeta.

Quindi, dicono che l’AIEA ha sviluppato una tecnologia diagnostica di derivazione nucleare che può aiutare a rilevare e identificare il Covid o qualsiasi altra cosa nell’uomo e negli animali. Hanno sviluppato questo test. E questo test è molto efficiente, la RT-PCR, perché è una reazione a catena polimerizzata e un test rapido e pensano di essere gli esperti, soprattutto per Ebola, Zika e il virus della peste suina africana. Quindi, proprio oggi ho letto questo, e per me suona un campanello d’allarme perché ora stanno offrendo il kit di test, un kit di test PCR e il loro laboratorio. Sono collegati ai laboratori ed è qui che sta il potere. Non so cosa ne pensiate voi, ma è un po’ preoccupante.

Reiner Fuellmich: Intende altre organizzazioni private, o semi-private o, la maggior parte di queste organizzazioni di cui abbiamo parlato stasera, praticamente tutte le organizzazioni internazionali sono più o meno controllate da privati cittadini, da gruppi privati, da associazioni di beneficenza, eccetera.

Questo richiama il tema che abbiamo sentito per primo oggi, di come la City di Londra, in pratica la Grande Finanza, stia controllando tutto attraverso i suoi emissari. Sono persone private che cercano di ottenere il controllo sul resto del mondo. Ancora una volta, dobbiamo riprenderci la nostra sovranità. Questo è ciò che mi dice tutto questo in questo momento.

Astrid Stuckelberger: E forse anche guardare a tutte le ONG, perché nell’OMS c’è l’Alleanza Mondiale degli Ospedali, l’Alleanza Mondiale delle alleanze delle alleanze. E molti inglesi sono responsabili. Bisogna anche sapere che ci sono molti militari, perché il CDC negli Stati Uniti era un tempo militare. E credo che lo sia ancora, tra l’altro. Dobbiamo, credo, districarci tra le WANGO, le ONG mondiali o le Bingo, gli affari e l’industria delle ONG, perché lì ci sono i meccanismi, dove è molto difficile trovarli, e hanno molto potere, più di quanto pensiamo.

Reiner Fuellmich:

La gente deve imparare che deve staccarsi e avviare la democrazia di base, guardare alle proprie regioni e alle proprie comunità. Loro sanno meglio di chiunque altro cosa è bene per loro.

Dexter L-J. Ryneveldt: Vorrei solo parlare, dottoressa Silvia, della sicurezza sanitaria globale. E vorrei che forse la mettesse in prospettiva rispetto ai cambiamenti di definizione apportati dall’Organizzazione Mondiale della Sanità nel 2009.

Silvia Behrendt: Intende dire che si riferisce ai “criteri della pandemia“?

Dexter L-J. Ryneveldt: Esatto, grazie.

Silvia Behrendt: La mia opinione personale è che l’OMS si sia resa conto di non aver più bisogno di una definizione di pandemia, perché tutto ciò che serve è una PHEIC, un’emergenza di salute pubblica di portata internazionale, perché si vogliono produrre vaccini. Non importa come viene definita la pandemia nei documenti non legali.

In realtà hanno alleggerito la soglia molto alta perché si sono resi conto che possono, in qualsiasi momento, creare un’emergenza di salute pubblica finché c’è una diffusione internazionale e finché hanno i mezzi diagnostici. Quindi, non hanno prestato attenzione a questo tema, e questo è il nostro problema.

Gli avvocati sono sempre alla ricerca della definizione di pandemia, ma non ci sono conseguenze legali legate alla definizione di pandemia. Ma c’è un’enorme conseguenza legale se il Direttore Generale prende la sua autorità e proclama l’emergenza di salute pubblica di interesse internazionale.

Virginie de Araujo Recchia: Questo spiega, forse, perché usano i modelli di Sir Ferguson per aumentare la paura e spiegare che c’è una pandemia? Perché con l’epidemiologia e la matematica che usano e che non è utile, è usata erroneamente per studiare la diffusione del virus, usano queste informazioni sintetiche da questi modelli forse? Perché sembra molto strano che utilizzino i modelli di Sir Ferguson che non funzionano affatto. E questi modelli sono stati replicati in altri Paesi, come in Francia, per esempio. E noi li abbiamo dati per scontati. E non si basa affatto sull’esperienza e sulla medicina, ma solo sulla matematica. Non possiamo assolutamente usarla.

Vorrei sapere se è per questo motivo che usiamo questi modelli per aumentare la paura della pandemia e per manipolare in massa.

Silvia Behrendt: Non ne so nulla di specifico perché in realtà avevano tutto quello che serviva per proclamare un’emergenza sanitaria. Ne avevano bisogno per la popolazione, perché c’è stata anche la prima PHEIC dichiarata nel 2009, in cui sono stati prodotti i vaccini, ma nessuno è stato spaventato, almeno io non sono stata spaventata da questa PHEIC, perché non ci sono stati comunicati stampa che ci hanno spaventato.

Ma ora avevano bisogno che la popolazione rimanesse a casa durante le serrate e che alla fine si procurasse il vaccino.

Virginie de Araujo Recchia: Sì, perché secondo il modello di Sir Ferguson, l’unica soluzione era il vaccino e non c’erano trattamenti, ma solo vaccini.

Astrid Stuckelberger: Ma potrei aggiungere che sono state cambiate molte definizioni scientifiche, non solo quella di “pandemia”. Hanno cambiato la definizione di “professionisti della salute“, sono tutti. Hanno cambiato la definizione di “privacy dei dati“, non esiste più la privacy dei dati. Non hanno fatto etica, per esempio, nella comunicazione nel corso di implementazione del Regolamento Sanitario Internazionale – e bisogna farlo, è per rassicurare le persone che “non sappiamo, stiamo cercando qualcosa, saprete cosa sta succedendo“, e passo dopo passo si tengono informate le persone. Ed ecco che la paura è stata immediata.

Non solo questa era un’operazione psicologica per quella paura, quella paura costante con i casi, con le immagini, con le morti – che non erano morti, perché oggi sappiamo che non c’è più mortalità nel 2020 – ma anche con le contraddizioni, che abbiamo detto prima.

E questo è nella psicologia di Melanie Klein. Si creano persone e bambini psicotici quando si dice “ti amo ma ti odio“, e si spinge o si dice “ti amo e ti odio” allo stesso tempo con un comportamento. Quindi, hanno creato un’assurdità molto folle di coerenza, nessun controllo, nessun senso di controllo. È anche un altro concetto della psicologia.

Rendono le persone totalmente insicure, il che, tra l’altro, diminuisce la loro immunità.

Anche dal punto di vista psicologico, hanno tolto tutte le religioni e tutti i sistemi di credenze. Questo è qualcosa che tiene sveglie le persone, e hanno censurato la religione, hanno censurato la morte. Hanno proibito il rituale della morte, che è uno dei rituali più importanti se si vuole avere un buon lutto, uno sviluppo, una coerenza e una guarigione.

Quindi, ci sono molte cose che hanno fatto, non solo questa manipolazione. Hanno invertito completamente i valori. E questo è un po’ lo psicotismo di Melanie Klein.

Io la chiamo la sindrome di Hansel e Gretel, perché “ti voglio bene, ti darò questo, sarò etico, ti tratteremo bene con il vaccino” e invece li stanno uccidendo.

Hanno assolutamente abrogato le linee guida per la ricerca etica che abbiamo sviluppato tra il 2006 e il 2009, e io ne sono stata coinvolta. Quindi, anche tutti i valori sono una psyop. Hanno cambiato i valori e la definizione.

Reiner Fuellmich: Una cosa è certa: non si tratta di salute.

Debbie Evans: Nel 2002, il professor Ferguson ha ipotizzato 50.000 morti nel Regno Unito a causa del morbo della mucca pazza. E ha fatto un modello completamente errato, che prevedeva l’abbattimento di tutto il bestiame per 150 morti. Quindi, non era affatto corretto.

Nel Regno Unito siamo rimasti molto sorpresi quando abbiamo scoperto che Neil Ferguson era responsabile della modellizzazione di questa pandemia, perché era stato così scorretto nell’ultima.

Reiner Fuellmich: È davvero sorprendente quante persone siano completamente incompetenti in quello che fanno. Una di queste è la persona che dirige la Commissione europea. Ha fallito in ogni singolo incarico che ha ricoperto.

È incredibile quante persone completamente incompetenti siano tenute in carica, ovviamente, da chi le ha messe lì – quei super ricchi che in qualche modo sembrano essere alimentati e tenuti in vita attraverso la City di Londra e le sue quinte colonne che sembrano essere ovunque nel mondo.


Fine della seconda sessione dell’indagine penale del Gran Giurì.
Per le prossime sessioni, consultare il sito Grand Jury o StopWorldControl.com/jury, in cui gli esperti sveleano il test PCR fraudolento, le iniezioni sperimentali, la distruzione finanziaria, l’eugenetica e le conclusioni finali e risultato finale delvoto della giuria popolare.


CONCLUSIONI
Entità private stanno prendendo il controllo del mondo

Se dobbiamo riassumere tutte le informazioni rivelate da questi esperti e informatori, possiamo affermare che il mondo è controllato da entità private, che si nascondono dietro le autorità governative e le agenzie sanitarie, che servono solo come paravento per i burattinai nascosti che di fatto governano l’umanità. La loro sede finanziaria è nella City di Londra, da dove influenzano il resto del mondo.

Queste entità private hanno costruito un quadro antidemocratico che consente all’Organizzazione Mondiale della Sanità di impadronirsi di tutti i diritti e le libertà dell’intera popolazione mondiale e di sottomettere tutte le nazioni alla loro tirannia. Tutto ciò di cui hanno bisogno è una “emergenza sanitaria di interesse internazionale“, che possono facilmente fabbricare utilizzando diagnostiche fraudolente. Applicano tecniche psicologiche di manipolazione per ipnotizzare e fare il lavaggio del cervello al pubblico. “Agenti di cambiamento” addestrati vengono inviati in ogni ambito delle nostre società, dove trasformano il pensiero e il comportamento della gente.

Sebbene usino la “salute” come scusa per i loro crimini, la loro influenza fa sì che la vera assistenza sanitaria venga distrutta e sostituita da operazioni finanziarie criminali.

Nella visione di questi oligarchi il popolo è bestiame, che essi pretendono di possedere – corpo, mente e anima. In sostanza, fanno rivivere l’antica pratica della schiavitù, in cui gli esseri umani sono letteralmente di proprietà di ricchi padroni. Durante questo revival della schiavitù, i sistemi di asservimento sono stati notevolmente migliorati e potenziati, allo scopo di rendere effettivamente schiava l’intera razza umana.

Una delle vere motivazioni alla base dei vaccini che alterano il DNA e che vengono imposti a tutta l’umanità è quella di ingegnerizzare geneticamente l’uomo al fine di creare un “nuovo modello di uomo” che obbedisca perfettamente a questi oligarchi. Ulteriori prove di questa agenda transumanista sono rivelate su StopWorldControl.com [e citati qui in percorsi, teca, Grand Jury]. Stiamo preparando un documentario che contiene decine di video di questi criminali, che discutono pubblicamente di come, ad esempio, il 5G inserirà pensieri ed emozioni nella popolazione per garantire la completa obbedienza. Assicuratevi di iscrivervi alle nostre e-mail per essere informati sull’uscita di questo prossimo documentario, così come di altre produzioni critiche.

Dimensione spirituale

Le informazioni presentate in questo procedimento del Gran Giurì sono ovviamente solo un punto di partenza per ulteriori ricerche. Ogni esperto che abbiamo ascoltato ha una vita di esperienza e di ricerca alle spalle, e si può dire molto di più. In qualità di redattore di questi riassunti del Gran Giurì, vorrei aggiungere che oltre alla City di Londra e a Washington DC, c’è una terza potenza in questo mondo che opera a un livello ancora più alto: Lo Stato della Città del Vaticano. Mi dilungherei troppo su questo argomento, ma voglio semplicemente menzionarlo, perché è importante capirlo. Come la City di Londra, anche lo Stato della Città del Vaticano è uno Stato sovrano all’interno dell’Italia, con leggi proprie, indipendente dal governo e che di fatto lo governa. È nello Stato della Città del Vaticano che risiedono alcuni dei più potenti burattinai.

Questo ci porta al nocciolo della questione: in ultima analisi, la forza motrice di questo male non è solo il denaro, ma una dimensione spirituale oscura che odia l’umanità e il nostro Creatore e desidera distruggere il nostro mondo. È tipico che queste forze oscure siano servite da coloro che affermano di servire Dio. Nascondersi dietro una maschera è il modo in cui questi criminali operano sempre.

Qual’è la soluzione?

La risposta a tutto questo è informare il maggior numero di persone possibile, perché il potere dell’élite si basa interamente sulla completa ignoranza delle masse. Una volta che un certo numero di persone si renderà conto di questa impresa criminale mondiale, la resistenza diventerà troppo potente per essere soppressa.

In secondo luogo, dobbiamo costruire alternative ai loro monopoli. La brava gente di questo mondo deve costruire i propri mezzi di comunicazione, le banche, la sanità, la tecnologia, l’approvvigionamento alimentare, ecc. che possano sostituire i vecchi sistemi criminali.

La chiave per un successo duraturo è custodire il nostro cuore e non cedere alla stessa brama di potere e denaro che ha corrotto i sistemi attuali.

E qui arrivo al nocciolo della questione: per resistere alle generose offerte della corruzione, dobbiamo collegarci a una potenza più grande, in grado di aiutarci a superare queste trappole: la Sorgente dell’amore, della bontà, della verità e della libertà. Solo se siamo interamente consegnati alla dimensione del bene potremo evitare le insidie del male. In parole povere, questo significa tornare al Dio che cambia il nostro cuore da egoista a premuroso verso gli altri. Come abbiamo visto, la strategia principale degli oligarchi criminali è il controllo della mente e la propaganda psicologica. Questo va avanti da molti decenni. Uno dei loro obiettivi è stato quello di disconnettere l’umanità dal nostro Creatore, dicendoci che non esiste una fonte di vita superiore. La cosa interessante è che le entità che hanno spinto questa mentalità nelle nostre società sono esse stesse molto spirituali, in quanto impegnate in oscure pratiche occulte. Un noto informatore dell’élite finanziaria è Ronald Bernard, che movimentava miliardi di euro per conto della massima élite finanziaria. Gli fu offerto non solo di spostare questo denaro, ma di possederlo in prima persona. Il requisito era però inquietante: doveva seppellire la sua coscienza. Ronald Bernard scoprì che la maggior parte delle persone ai vertici di questa élite finanziaria sono coinvolte in una religione chiamata luciferianesimo. Lo hanno invitato a partecipare alla pratica dell’abuso rituale e dell’omicidio di bambini (satanic ritual abuse o SRA).

Ha appreso che questo è il prerequisito per partecipare agli immensi livelli di ricchezza e potere.

Bernard si è allontanato e ha iniziato a denunciare questo orrore. Ha rivelato che la maggior parte di coloro che occupano alte posizioni di potere nel nostro mondo sono membri di questa religione crudele. Questo spiega perché non hanno problemi a uccidere milioni di persone attraverso guerre organizzate e pandemie. Hanno la coscienza segnata. Ascoltate qui la testimonianza di Ronald Bernard: StopWorldControl.com/bernard Questo è anche un metodo ben noto per portare le persone sotto il controllo dei signori del crimine: le persone influenti vengono invitate a partecipare ad atti di perversione sessuale, per lo più molestie su bambini, che vengono poi videoregistrati e utilizzati per il resto della loro vita per tenerli sotto il controllo dell’élite criminale. Questa pratica di ricatto è ben documentata. È il metodo numero 1 che l’élite usa per controllare interi governi.

Eroi di umanità

La sfida per tutti coloro che leggono questo articolo è di non nascondere più la testa nella sabbia della negazione, ma di essere coraggiosi nel riconoscere le realtà che vengono ora esposte in tutto il mondo. Ignorare questi orrori equivale a complicità. Non possiamo abbandonare i bambini che soffrono sotto gli artigli crudeli di questi mostri disumani che si considerano “l’élite” che “possiede l’umanità” e che quindi possono abusare di chiunque a loro piacimento. Dobbiamo affrontare questo male a testa alta.

Il mondo ha bisogno di eroi, che si alzino in piedi e facciano tutto il necessario per fermare questo crudele regno di oligarchi satanici.

La mia richiesta finale è quindi che tutti coloro che leggono questo documento si diano da fare per condividerlo in lungo e in largo. Potete ordinare tutte le copie stampate che volete, da distribuire nella vostra comunità o da inviare a tutti coloro che sono in una posizione di influenza nella vostra comunità. Potete anche inviare la versione in PDF via e-mail a governi locali, forze dell’ordine, chiese, scuole, ospedali, media, giudici e avvocati, ecc.
Vi prego di alzarvi in piedi per il bene dell’umanità.

Se lasciamo che questi psicopatici – perché di questo si tratta – continuino con le loro folli operazioni, il mondo sarà distrutto. È il momento per tutte le persone buone di alzarsi, diffondere la verità, costruire nuovi sistemi per il nostro mondo ed essere determinati a essere figli della luce che scacciano le potenze delle tenebre.

Se lo faremo, il futuro sarà più luminoso di quanto possiamo immaginare.


RISORSE
Ulteriori informazioni sull’élite criminale

Assicuratevi di consultare le seguenti risorse critiche che rivelano molto di più sulle entità criminali che stanno pianificando di schiavizzare l’intera umanità. Queste risorse forniscono una maggiore comprensione, che vi consente di opporvi ai loro piani e di contribuire a costruire un mondo migliore di libertà, bontà e verità.

Monopoly

Un documentario brillante e di grande impatto visivo, che chiunque dovrebbe vedere in questo contesto, si chiama MONOPOLY – Who Owns the World? Questo film mostra tutte le prove di come praticamente tutto nel nostro mondo sia di proprietà di un gruppo molto ristretto di persone super-ricche. Molti hanno elogiato questo documentario come un must per tutta l’umanità e uno dei migliori documentari di tutti i tempi. Monopoly può essere visto qui.

La caduta della cabala

Questa è la migliore risorsa al mondo per saperne di più su chi sono questi oligarchi criminali e che tipo di crimini hanno commesso per secoli. Ci sono due serie: l’originale Fall of the Cabal, che espone gli indicibili orrori inflitti all’umanità – e in particolare ai bambini. Il sequel continua con ulteriori informazioni su chi sono, che tipo di organizzazioni gestiscono e così via. Queste serie cambiano la vita e sono assolutamente da vedere per chiunque voglia contribuire a porre fine a questi crimini crudeli e a costruire un mondo di speranza per i nostri bambini. Guarda La caduta della Cabala qui.

Ronald Barnard

La testimonianza di questo coraggioso informatore è una delle più scioccanti e rivelatrici di tutti i tempi. Una volta entrato ai livelli più alti del mondo finanziario, Ronald è stato invitato a partecipare al sacrificio dei bambini. Scoprì che la maggior parte di coloro che operano ai massimi livelli sono coinvolti in una religione chiamata luciferianesimo. Ronald non poteva farlo e se ne allontanò. Di conseguenza, è stato torturato fisicamente86 per assicurarsi che non rivelasse nessuno dei loro nomi al mondo. Nel video che segue conferma molto di ciò che viene detto dagli informatori in questo riassunto del Gran Giurì. Da vedere per tutti coloro che vogliono costruire un mondo migliore. Guarda/ascolta Ronald Bernard qui

Rapporto sulle morti da vaccino [covid-19]

The Vaccine Death Report è il rapporto più completo e dettagliato al mondo che mostra l’indicibile distruzione causata dalla terapia genica sperimentale che viene falsamente commercializzata come vaccino. Milioni di persone sono già morte e centinaia di milioni sono disabili a vita. E questa è solo la prima ondata di devastazione a breve termine. A lungo termine, gli effetti saranno al di là di ogni immaginazione. Si tratta davvero della peggiore aggressione alla specie umana di tutti i tempi. Scarica il Rapporto sulla morte da vaccino qui.

L’era dei cyborg

Una delle realtà più preoccupanti rivelate durante questo Gran Giurì è come gli oligarchi stiano pianificando di sottoporre l’intera umanità a un sistema senza precedenti di controllo completo sulle nostre menti ed emozioni. Stiamo preparando un documentario che mostrerà decine di questi criminali che parlano apertamente di questo programma di sradicamento completo del libero arbitrio, del libero pensiero e delle libere emozioni. Questo sarà il più importante campanello d’allarme per tutta l’umanità, del nostro tempo. Se questi psicopatici riusciranno a realizzare il loro folle programma, tutti saranno schiavi controllati, nella mente, nell’anima e nel corpo. Il 5G gioca un ruolo fondamentale in questo senso, così come l’ossido di grafene, che viene aggiunto ai vaccini, all’acqua potabile, alle scie chimiche, al cibo, agli integratori alimentari, ai prodotti per donne, ai pannolini, ecc. Una volta che il pubblico sarà sufficientemente saturo di ossido di grafene, potrà essere controllato attraverso il 5G. Iscriviti alle nostre e-mail gratuite per rimanere informato su questo documentario di prossima uscita e per ricevere altre informazioni critiche che ti aiutano a difendere la tua vita.

Iscriviti qui: StopWorldControl.com