Categorie
Non classé

Identificata la fonte delle regole di lockdown dell’America …

… – e il “capo censore” di Twitter lavora per essa.

Il 27 ottobre 2022, Elon Musk ha licenziato Vijaya Gadde dal suo posto di lavoro presso Twitter, dove ricopriva il ruolo di consigliere generale e di responsabile del settore legale, politico e fiduciario. A lui e ad altri membri del suo team è apparso subito evidente che è stata lei a guidare la politica di censura all’interno dell’azienda, compresa quella che ha bloccato tutte le informazioni sul portatile di Hunter Biden prima delle elezioni del 2020 e che ha bloccato in altro modo i critici della politica del governo Covid.

Il suo licenziamento da Twitter non l’ha lasciata disoccupata e senza casa. Un anno prima era già stata scelta come consulente della CISA, l’agenzia governativa per la sicurezza informatica e delle infrastrutture guidata da Jen Easterly, scelta per dirigere la nuova agenzia (creata nel 2018) dopo aver lavorato alla National Security Agency. Come afferma Freddy Gray sullo Spectator,

la cosa sembra sospetta, per usare un eufemismo.

Easterly è stato chiamato a deporre nella causa intentata dai procuratori generali del Missouri e della Louisiana, ma il governo ha rifiutato l’idea. Fauci e altri potevano essere chiamati, ma non il capo del CISA. Secondo Epoch Times, il giudice

ha stabilito che tre degli individui – Murthy, Easterly e Flaherty – non saranno più tenuti a comparire per una deposizione dopo che una corte d’appello federale aveva bloccato la mossa il mese scorso, affermando che il giudice non aveva considerato se si potessero usare mezzi alternativi e meno ‘intrusivi’ per ottenere le informazioni richieste.

Non si vuole essere invadenti, giusto? Sarebbe disumano. Non si può fare una richiesta del genere al capo del CISA.

Eppure, è stato proprio il CISA a fornire l’intera consulenza iniziale nel 2020 per tutti gli ordini di permanenza a casa che sono stati imposti in tutto il Paese. L’agenzia è anche la principale responsabile della divisione dell’intera forza lavoro americana in linee nette tra essenziali e non essenziali. Era un chiaro segnale che qualcosa era andato storto, al punto da sembrare una legge marziale.

Per quasi tre anni mi sono chiesto da dove venisse tutto questo. Grazie alle ricerche effettuate da molti scrittori di Brownstone, ora lo sappiamo. È stata la CISA fin dall’inizio. Infatti, la pagina web che illustrava il tutto sopravvive ancora, compreso un video. Potete guardarla tutta qui.

L’editto iniziale è stato emesso il 19 marzo 2020, tre giorni dopo la catastrofica conferenza stampa che ha annunciato la necessità di un allontanamento sociale universale e ha emanato quello che è sicuramente uno degli editti più totalitari nella storia delle politiche pubbliche: “I luoghi al chiuso e all’aperto dove si riuniscono gruppi di persone devono essere chiusi”.

Il CISA ha spiegato l’eccezione. Include questo utile grafico di coloro che hanno il diritto o addirittura l’obbligo di lavorare mentre tutti gli altri restano a casa.

Si noti l’inclusione delle comunicazioni, che ovviamente significa tutti i media, e della tecnologia dell’informazione, che significa tutte le Big Tech. Per quanto riguarda le “strutture commerciali“, si tratta di grandi catene di negozi, mentre le piccole imprese sono state brutalmente chiuse. Rafforzando la fatwa dell’amministrazione Trump contro “bar, ristoranti e palestre“, questi sono stati chiusi immediatamente dopo la pubblicazione dell’ordine del CISA.

Ma naturalmente, e coerentemente con tutta questa macchina, il CISA si è premurato di notare che:

Questa guida è stata fornita per chiarire la potenziale portata delle infrastrutture critiche per aiutare a informare le decisioni delle giurisdizioni statali e locali, ma non obbliga ad alcuna azione prescrittiva.

Inoltre:

Questa guida non è vincolante e rappresenta principalmente un supporto decisionale per assistere i funzionari statali e locali. Non deve essere confusa con un’azione esecutiva ufficiale del governo degli Stati Uniti.

In questo modo, come Fauci, il CISA può affermare di non aver imposto la chiusura di nulla. Ha solo fatto delle raccomandazioni e le agenzie statali hanno preso in mano la situazione. Eppure, ecco una FAQ per darvi un’idea della situazione militare in cui è finito l’intero Paese nel giro di pochi giorni.

In cosa si differenzia dai tradizionali disastri o emergenze che colpiscono le infrastrutture critiche?

Il COVID-19 è diverso da qualsiasi altra emergenza affrontata dalla nazione, soprattutto se si considera l’economia moderna e strettamente interconnessa e lo stile di vita americano. Nelle emergenze tradizionali, il governo si coordina con il settore privato per far ripartire le attività. In questo caso, mentre il governo collabora con i partner per rallentare la diffusione del COVID-19, l’obiettivo economico è mantenere la resilienza delle fondamenta della nazione – le sue infrastrutture critiche.

A posteriori, sembra davvero difficile credere che tutto ciò sia avvenuto per un virus respiratorio con un tasso di mortalità da infezione paragonabile a quello dell’influenza, ma con un enorme gradiente di rischio in base all’età. Una cooperazione di tipo militare è stata scatenata sull’intero Paese, anche se le terapie di base sono state completamente trascurate e la preoccupazione per i danni collaterali alla salute, alla cultura, all’istruzione e alle imprese è stata gettata alle ortiche.

Le chiusure iniziali sono state seguite da regole di quarantena, restrizioni di viaggio, violazioni della libertà religiosa, mascheramento forzato e infine medicalizzazione forzata di iniezioni approvate in fretta e furia, di cui la maggior parte della popolazione non ha mai avuto bisogno e che ora rimpiange.

Come ha affermato il CISA, questa crisi è stata “diversa da qualsiasi altra emergenza affrontata dalla nazione”. Invece di mantenere le attività commerciali, questa volta la risposta è stata la distruzione massiccia di tutto, tranne che delle “infrastrutture critiche“.

In effetti, l’intero Paese è caduto in una situazione di totale confusione e trauma per buona parte del 2020, fino alle elezioni di novembre che hanno sminuito il controllo repubblicano del Congresso e hanno portato al cambio della Casa Bianca. Ora stiamo scoprendo, con un mucchio di prove, che questa era l’ambizione di molti dipendenti di Twitter, compreso il consulente generale che è finito a fare il consulente proprio per l’agenzia che ha emesso l’avviso di permanenza a casa.

La CISA fa parte del Dipartimento di Sicurezza Nazionale, creato solo nel 2018 con una legge firmata dal Presidente Trump. Come è chiaro dal testo della legge, l’obiettivo era proteggere la nazione dagli attacchi informatici e sviluppare una risposta. In nessun punto del testo si poteva scorgere un ampio editto per dividere l’intera forza lavoro, schiacciare le libertà civili, distruggere le imprese e calpestare il Bill of Rights, tanto meno per far nascere un vasto apparato di censura che avrebbe di fatto nazionalizzato tutte le principali piattaforme tecnologiche in nome delle priorità del regime.

Nel fine settimana del 14-15 marzo 2020, Trump si è circondato di una manciata di consiglieri, tra cui Fauci, Birx, Pence, Kushner, insieme ad alcuni consulenti esterni del settore farmaceutico e tecnologico, e ha concordato “15 giorni per appiattire la curva”. Sembra altamente improbabile che sapesse che stava approvando un’acquisizione completa del Paese da parte del braccio di sicurezza nazionale del Governo, e ancor meno che stesse dando a questa agenzia il compito di schiacciare l’intera economia, tranne quella che il Governo definiva essenziale.

Stiamo scoprendo sempre di più cosa è successo dietro le quinte, soprattutto grazie alle eccezionali ricerche di Debbie Lerman, che ha approfondito il cambiamento di fondo avvenuto in questi giorni. Siamo passati dall’essere una nazione normale con tutte le lotte consuete a un Paese sotto la legge quasi marziale, governato da burocrati amministrativi tratti dal braccio di sicurezza nazionale del governo. La CISA è stata un’agenzia che ha guidato la carica. Trump aveva idea di ciò che aveva approvato? Direi che è molto improbabile.

Non sono riuscito a trovare informazioni sul budget o sul libro paga dell’agenzia, ma sappiamo che sta assumendo personale:

Il CISA è sempre alla ricerca di professionisti diversi, talentuosi e altamente motivati per portare avanti la sua missione di sicurezza delle infrastrutture critiche della nazione. Il CISA è più di un ottimo posto di lavoro; la nostra forza lavoro affronta i rischi e le minacce più importanti per la nazione, le nostre famiglie e le nostre comunità. Con oltre 50 settori di carriera disponibili, il CISA offre molteplici opportunità e percorsi di impiego.

Una casa perfetta per molte migliaia di dipendenti di Twitter licenziati, senza dubbio.

Jeffrey A. Tucker è fondatore e presidente del Brownstone Institute, dove questo articolo è stato pubblicato per la prima volta.

Fonte / tradotto da Source of America’s Lockdown Rules Identified – and Twitter’sChief Censor’ Works For It