Categorie
Non classé

Lituania, 6 settimane …

In sole 6 settimane, il Covid Pass (Green Pass, Certificato Covid = CP, GP, CC) ha trasformato il mio paese in un regime di controllo e segregazione.

Questa è la nuova società creata in Lituania, un piccolo paese EU di 2.8 milioni di abitanti, la nazione più avanti nel cammino verso l’autoritarismo che inevitabilmente affrontano tutti i paesi che impongono un regime di Covid Pass:

1. Il Covid Pass in Lituania si chiama “Opportunity Pass” (OP=GP). L’Opportunity Pass ti dà la possibilità di partecipare alla società. Senza l’Opportunity Pass, non hai opportunità: i tuoi diritti sono limitati.

2. Io e mia moglie non abbiamo il GP. Ci rifiutiamo di accettare l’autoritarismo e il controllo del nuovo regime. Così abbiamo perso il lavoro e siamo stati banditi dalla maggior parte della società. Finora sono passate 6 settimane. Attualmente non c’è una data di fine prevista per il nuovo regime.

3. Senza GP, possiamo entrare solo in piccoli negozi con ingresso sulla strada che vendono principalmente beni essenziali: cibo, farmaci, ottica, o prodotti per la fattoria/animali domestici. Questo negozio soddisfa i requisiti, quindi possiamo entrare.

4. Ogni altro negozio deve, per legge, vietare l’ingresso a chi non ha il GP.
In lituano, il Pass si chiama “Galimybiu pasas”, abbreviato in “GP“.
I cartelli “GP” sono ormai onnipresenti nei negozi e negli edifici pubblici per segnalare il rispetto della politica del bando.

5. Tutti i centri commerciali vietano le persone senza il GP.
Sono state installate macchine che scansionano e verificano il Pass di ogni persona che entra.
Niente GP, niente ingresso.

6. Questo è un negozio di abbigliamento. Per legge, deve vietare l’ingresso a me e a mia moglie perché non abbiamo il Covid Pass.
L’abbigliamento non è considerato essenziale.

7. Perché è necessario un documento d’identità per fare acquisti, oltre al Pass? Per verificare che il Pass sia tuo: Un operaio edile voleva del cibo per il suo turno del mattino. Senza il suo Pass, ha usato il codice QR del suo capo per entrare in un supermercato. La polizia ha multato l’uomo di 5.000 euro e ha rilasciato un comunicato stampa.

8. Questo è un negozio di articoli sportivi. La guardia sta usando un’applicazione del telefono per verificare il Pass del cliente. Senza un Pass, io e mia moglie non possiamo entrare in questo negozio.

9. In tutti i supermercati >1500m2, le guardie scansionano il Pass di ogni cliente. Io e mia moglie non possiamo fare acquisti in questi supermercati: senza Pass, non si entra.

10. La legge vieta a chi non ha il Pass tutti i servizi non essenziali e le attività economiche. Questo è un negozio di forniture religiose. Non è considerato essenziale. Quindi, per legge, il proprietario deve vietare l’accesso a me e mia moglie.

11. Siamo banditi dalle librerie. Solo le persone con un GP possono entrare. Poiché non abbiamo un Pass, io e mia moglie non possiamo portare qui i nostri due bambini.

12. Alla mia famiglia piace l’artigianato. Ma senza un Pass, non possiamo più entrare nei negozi di maglieria per comprare filati e altre forniture.

13. Senza un Covid Pass, non possiamo portare i nostri figli nei negozi di forniture artistiche.
Non possiamo nemmeno ritirare gli ordini online.

14. Non ci è permesso ricevere alcun servizio di cura della persona, ad esempio, capelli, unghie, cura della pelle. Questo è un barbiere. Niente GP, niente ingresso.

15. Senza Pass non possiamo ricevere servizi di riparazione che durino più di 15 minuti. Questo è un annuncio online per un negozio che ripara schermi di iPhone:
Non hai un Pass? Possiamo registrarti per telefono e poi ritiriamo il tuo dispositivo fuori dall’ingresso!”.

16. I negozi di seconda mano non sono esenti. Nessuno può comprare o vendere senza il Pass. Questo è Humana, un gruppo internazionale che raccoglie e vende vestiti di seconda mano. Niente Pass, niente ingresso.

17. Senza il Pass non si possono visitare pazienti in strutture mediche o case di cura/residenziali per anziani. L’unica eccezione è per i malati terminali, le donne incinte o i bambini sotto i 14 anni, se il medico dà il permesso in anticipo.

18. Senza un Pass, non possiamo entrare nella maggior parte degli edifici governativi. Quindi non possiamo parlare di persona con i funzionari del governo. Questo è il sito web della città di Vilnius, la capitale della Lituania: “A partire dal 13 settembre, forniamo un servizio di persona solo alle persone che hanno il GP”.

19. Senza un Covid Pass, non possiamo entrare nelle banche o nelle compagnie di assicurazione, tranne che per scopi finanziari essenziali dove il servizio non dura più di 15 minuti.

20. Bubble tea cafe. Ristorante di sushi. Bar per il dopolavoro. Ristorante latino e salsa club. Tutti i ristoranti, caffè e bar richiedono il GP.

21. Nelle biblioteche, la mia famiglia può solo prendere e lasciare libri. Senza un Covid Pass, non possiamo sfogliare, leggere o fare ricerche. La biblioteca ha entrate separate per far rispettare la segregazione. Il cartello sulla porta principale dice:
“↑ Solo con l’Opportunity Pass
→ Senza il Pass”.

22. Fino a 6 settimane fa, la biblioteca era una delle attività preferite della mia famiglia. Ora, a me e a mia moglie è vietato entrare con i nostri due bambini piccoli.
Le persone con il Pass entrano dalla porta principale sulla strada, scansionano il loro Pass e usano liberamente le strutture della biblioteca,

23. Senza GP, non possiamo entrare dalla porta principale. Invece, una serie di cartelli ci indirizza verso un ingresso di servizio dietro il vialetto:
a) “Luogo per chi non ha il Pass”
b) “Punto di ritiro/consegna di libri pre-ordinati (senza Pass).
Entrare uno alla volta. Indossare la maschera. Massimo 15 minuti per persona”.

24. La destinazione finale per quelli di noi che non hanno il Pass è un corridoio dove possiamo prendere e lasciare i libri che ordiniamo in anticipo. Dobbiamo entrare uno alla volta. Ci sediamo sulla sedia mentre il personale prende il nostro libro pre-ordinato. Massimo 15 minuti.
Il cartello dice: “Punto di ritiro dei libri”.

25. Tutto questo dovrebbe essere nei titoli dei giornali mondiali:
La Lituania bandisce i cittadini dalla società! Altri paesi dell’UE seguiranno presto!“.
Ma ci sono poche notizie su questa trasformazione fondamentale della società. O sulla segregazione e l’autoritarismo che ne è stato il risultato inevitabile.

26. Il Covid Pass della Lituania è iniziato a maggio come misura temporanea.
L’obiettivo: “facilitare l’attività economica“.
In agosto, la misura temporanea per aiutare l’economia è diventata una legge permanente per bandire le persone dalla società.

27. L’espansione temporanea del controllo burocratico non è mai temporanea. Soprattutto quando il problema che si suppone venga risolto è causato dagli stessi burocrati che lo usano per giustificare l’espansione del proprio potere.

Ministro dell’economia e capo di Opportunity Pass (GP):

11.06.21 Sì, abbiamo sviluppato e introdotto il PO (GP). Ma non vedo l’ora che arrivi il giorno in cui lo chiuderemo. Potrebbe essere disattivato già a luglio.
29.09.21 Non c’è niente di più intelligente al mondo del PO (GP) per mantenere aperte attività economiche e di altro tipo.
05.10.21 La cosa più importante è tenere aperta l’economia. Se chiudessimo il PO (GP), allora dovremmo imporre quarantene e chiudere le imprese. Quindi è meglio continuare con il PO (GP).

28. La legge del Covid Pass della Lituania non vieta attività specifiche.
Invece, proibisce alle persone senza Pass tutti i servizi e le attività economiche che implicano un contatto umano.
Poi, partendo da zero diritti, ci concede permessi limitati come l’acquisto di cibo nei piccoli negozi.

“Gov. della Rep. di Lituania – risoluzione n°152 – che dichiara lo stato di emergenza nazionale
Coloro che non soddisfano nessuno dei criteri … possono ricevere servizi di contatto alle condizioni stabilite dal Comandante delle operazioni di emergenza nazionale per la gestione del flusso di persone, la distanza fisica di sicurezza, altri requisiti chiave per la sicurezza della salute pubblica, l’igiene, e la fornitura alle persone con i necessari dispositivi di protezione personale, e altri requisiti stabiliti nella presente risoluzione solo nel caso dei seguenti servizi e attività economiche: ...”

29. Questa è un’inversione dei diritti universali.
In una società libera, puoi fare quello che vuoi, a meno che la legge non te lo proibisca.
Con il nuovo regime di Covid Pass della Lituania, è invertito: non puoi fare nulla, a meno che un burocrate non te lo permetta.

30. Il Covid Pass è una legge d’emergenza.
C’è poca responsabilità, supervisione o controllo dei media.
Con il potere incontrollato, i burocrati fanno regole arbitrarie.
E invertono le regole arbitrarie. Ancora. E ancora:

20.05.21 – I test rapidi dovrebbero essere la via preferita per il GP, i test saranno gratuiti
04.08.21Solo il test PCR sarà ora valido per il GP, e dovrà essere pagato
08.09.21 – Dal 13.09 sarà valido anche il test rapido per il GP
04.10.21 – Il test non sarà più un’opzione per il GP: una persona è a rischio se ha solo fatto il test ma non è vaccinata e ri-vaccinata

Questa non è scienza o salute.
Questa è una regola per capriccio burocratico.

31. Le regole sono meschine, astruse. Sono state cambiate decine di volte nei due mesi del Pass. Gli stessi burocrati non sono d’accordo tra loro su come applicare la legge. Ma la punizione se non ci si adegua correttamente? Grave.

32. Praticamente ogni azienda rispetta il lasciapassare. L’applicazione è severa. Non ci sono alternative. Anche coloro che potrebbero opporsi al lasciapassare si sottomettono con una remissività ovvia. Cos’altro si può fare? Senza lasciapassare, non puoi lavorare, fare acquisti o esistere nella società. La coercizione funziona.

33. Nei giorni successivi all’imposizione del Pass, la principale lamentela della gente – come riportato dai media, almeno – era la scomodità di mostrare il Pass venti volte al giorno. Una soluzione è diventata virale ed è stata pubblicata nei siti di notizie: aggiungere il Pass sulla schermata iniziale. Problema risolto.

34. Mentre il Covid Pass si è normalizzato, la burocrazia è cresciuta e si sta radicando:
Questa è una nuova professione: Verificatore di GP. Non una guardia di sicurezza. Il personale del verificatore di GP deve essere stato addestrato e avere un tipo di licenza“.

35. Due mesi dopo l’imposizione del regime di Covid Pass, i burocrati hanno deciso di aumentare significativamente la coercizione.

36. La legge creata in agosto permetteva a noi non possessori di Pass di comprare cibo e medicine nei piccoli negozi. Quattro giorni fa, i burocrati hanno imposto una nuova restrizione a questi negozi: o limitare la capacità a un solo cliente per 30 m2, o vietare le persone senza Pass.

37. Rispettare la regola dei 30 m2 causerebbe una massiccia riduzione del traffico di clienti di un negozio. Per un tipico minimarket, la nuova restrizione significherebbe solo 2 o 3 acquirenti alla volta. Per la maggior parte delle farmacie, significherebbe solo un cliente alla volta.

38. La nuova restrizione dei burocrati costringe i piccoli negozi a decidere: salvare i loro affari, o bloccare noi non possessori di Pass dall’unico shopping che ci è ancora permesso.
Alcuni negozi hanno preso rapidamente la loro decisione …

39. L’aumento della coercizione toglie alla mia famiglia le poche opzioni di shopping che avevamo ancora. Ma non conferisce moralità. Ciò che era sbagliato prima è ancora sbagliato adesso. Così quest’inverno compreremo tutte le nostre provviste nei mercati all’aperto. Non c’è bisogno del pass. Per ora, almeno.

40. La ri-vaccinazione è iniziata a settembre per gli anziani e gli operatori sanitari, espandendosi a ottobre a tutti gli adulti. I funzionari pianificano il 4° e 5° richiamo in seguito e suggeriscono fortemente che i richiami saranno obbligatori per il Pass in Lituania e nell’UE.
Il Pass deve essere rinnovato ogni 60 giorni.

41. La revoca di alcune libertà ha aperto la porta alla revoca di altre. Mentre il regime del Covid Pass si è radicato, l’esilio e la segregazione che esso impone ha scatenato un fervore autoritario per vietare anche la libertà di parola e soffocare il dissenso.
La Costituzione garantisce libertà di parola. Tuttavia, non solo una pistola o un coltello può uccidere, ma anche una parola contro la vaccinazione, una parola riguardo i supposti pericoli dei vaccini o la supposta dittatura globale delle case farmaceutiche.

42. L’opposizione di principio è stigmatizzata. Il dibattito onesto viene liquidato come teorie di cospirazione. L’intero universo dei media nel nostro paese ora lavora apertamente con i politici per bandire il dissenso. Stiamo perdendo la libertà di dire ciò che i nostri governanti non vogliono sentire.

43. Io e mia moglie ci rifiutiamo di essere caricaturizzati come pazzi anti-vaxxers. Non siamo analfabeti, ignoranti o antiscientifici. Non crediamo alle teorie della cospirazione.

44. La vaccinazione contro le malattie può portare benefici a molte persone. È una decisione medica personale per ogni individuo in consultazione con un medico. Ciò a cui ci opponiamo profondamente è la coercizione del regime di Covid Pass e l’autoritarismo e la segregazione a cui ha inevitabilmente portato.

45. Il regime del Covid Pass ha diviso le persone in due classi. Una classe ottiene diritti. L’altra classe è bandita. Questa è una società a due livelli di segregazione sancita dallo stato. È il risultato inevitabile del Covid Pass.

46. Odio. Alterità. Noi contro loro. Restrizione dopo restrizione, il nuovo regime ha fatto a pezzi i legami che ci tengono tutti insieme in una società. Questo è il risultato inevitabile del Covid Pass.

47. Vergogna della malattia. Accusa di tradimento bellico. Auguri di morte. L’opinione che era ripugnante nel 2019 è diventata mainstream nel 2021. Questo è il risultato inevitabile del Passo di Covid.

48. L’opposizione deve essere criminalizzata! I traditori di guerra sono finanziati da nemici segreti! Gli agitatori mettono in pericolo la sopravvivenza della nazione! — Questo non è un libro di storia. Questa è la realtà della vita della mia famiglia nel 2021. Questo è il risultato inevitabile del Covid Pass.

49. Vedere la perdita della libertà è straziante per me e mia moglie. Piangiamo per la nostra terra, trasformata in un regime di controllo e segregazione. Piangiamo per i nostri vicini, mentre guardiamo la paura chiudere gli occhi sulla strada che percorrono per tornare ad un autoritarismo che abbiamo superato solo 30 anni fa.

50. Piangiamo per i nostri figli, mentre le libertà che hanno conosciuto nelle loro brevi vite vengono loro strappate. E piangiamo per il nostro bambino non ancora nato, che temiamo non conoscerà mai un mondo dove gli estranei interagiscono liberamente senza sospetto, paura e controllo del governo.

51. La nostra società in Lituania è già stata trasformata in un regime di autoritarismo e segregazione. Ma non c’è niente di unico nel nostro caso. Quello che ci è successo nella nostra società è l’inevitabile realtà che affronta ogni società che imporrà il passo Covid.

52. Codice QR per fare acquisti. Covid Pass per lavorare. Approvazione dei burocrati per comprare cibo, giocattoli, vestiti. Biblioteche e banche segregate. Coercizione sempre maggiore. E se non ti adegui: esilio. Questo è il mondo che il Covid Pass inevitabilmente crea.

È questo il mondo che volete?

53. Crediamo che la stragrande maggioranza delle persone, ovunque, rifiuterebbe questo mondo di controllo e coercizione. Ma non sanno che sta arrivando. Non sanno che è il risultato inevitabile del Covid Pass. E non sanno che loro – noi – tutti noi – dobbiamo insorgere ora per fermarlo.

54. Ogni paese che impone il Covid Pass viene citato da altri paesi per giustificare il proprio regime. Quindi la battaglia deve essere anche globale. Se si permette al regime del Covid Pass di crescere da qualche parte, crescerà ovunque. E poi sarà troppo radicato per fermarsi ovunque.

55. Nonostante le difficoltà che dobbiamo affrontare, io e mia moglie abbiamo speranza. Molte persone in tutto il mondo stanno già combattendo il Covid Pass nei loro paesi. E crediamo che molti, molti altri si unirebbero se vedessero la realtà di dove il Covid Pass porta inevitabilmente.

56. Quindi questa è la mia richiesta a voi: per favore aiutate condividendo questo messaggio sull’inevitabile realtà del regime del Covid Pass.

57&fine. Noi crediamo che se abbastanza persone vedono l’autoritarismo e la segregazione nella nostra società, si alzeranno per bloccarlo nella loro società. E allora potremo unirci, in tutte le società, per fermare questa follia ovunque prima che sia troppo tardi per tutti noi.

Fonte: @gluboco


Qualche commento al filo …

Potresti voler stare lontano dalla maggior parte dell’Europa, perché stiamo tutti adottando questo approccio.

In Serbia sta iniziando, senza un pass covid non si può stare in un caffè, ristorante o club dopo le 22h… il primo giorno. Il prossimo sarà dalle 18h e poi 24h e poi saranno i mercati, le banche e così via.

Il Canada sta seguendo l’esempio. Agenda globale in gioco

Sarà lo stesso anche qui in Australia

Si potrebbe sostituire la Lituania con il Regno Unito. Stesso
Si sta andando nella stessa direzione anche in
Nuova Zelanda. Qui si chiamano passaporti vaccinali. La Lituania è più avanti nel percorso. Ma questa agenda è globale.

Non si tratta di corona, si tratta di installare i media e gli strumenti digitali per il grande reset in economia e finanza che deve ancora arrivare. Poi le cose si mettono davvero male

Unione Europea per la libera circolazione di persone e merci …. Questa è storia ormai. Non possiamo entrare in nessun negozio e tanto meno possiamo viaggiare in altri paesi. Quindi basta con il circo dell’UE!

RadioGenova @RadioGenova · Oct 24

In Italia si sta scrivendo la storia. Enormi proteste contro l’obbligo del passaporto sanitario in tutta la nazione al grido: “La gente come noi non molla mai!” Immagini inspiegabilmente censurate dai media nostrani…